Favorire la salute del proprio animale con i giusti nutrienti

Prendersi cura di un animale è relativamente semplice. Gli animali hanno bisogno di una alimentazione adeguata, affetto, pazienza, educazione e tempo. Semplice, no? Riguardo la salute degli animali, esistono molti pesano di potersi prendere cura di un animale senza che questo supponga eccessivo lavoro e dedizione. Questo non è affatto vero, se volete il meglio per il vostro animale. Per darvi un esempio, vi mostriamo un modo per favorire la buona salute del vostro amico a quattro zampe utilizzando i nutrienti come alleato per le terapie.

Prima di cominciare, vi ricordiamo che è meglio non cambiare mai la dieta del vostro animale senza aver prima consultato un veterinario. Ricordate che ogni specie ha necessità nutrizionali differenti, così come la storia clinica del vostro animale è da tenere in conto al momento di scegliere quanto e che tipo di nutrimento offrirgli.

Non è consigliabile, per esempio, dare vitamina ad un animale senza che ne abbia bisogno. Come conseguenza, l’organismo potrebbe saturarsi e possono presentarsi diversi problemi, come la iper calcificazione o malattie gastrointestinali, causate da un eccesso di vitamina C.

Cosa sono i nutrienti?

Parlare di nutrienti è più che altro diventata una moda. Senza dubbio sono ben poche le persone che sanno esattamente a cosa si riferiscono quando parlano di nutrienti.

I nutrienti sono un prodotto esterno che la cellula utilizza per svolgere differenti funzioni durante il suo ciclo vitale, come la biosintesi, oppure che digerisce per trasformarli in energia. Gli organismi ottengono i nutrienti dagli alimenti e ciascuna cellula richiede diversi tipi di nutrienti (gli amminoacidi, le calorie, gli acidi grassi, le vitamine, gli oligo elementi, etc).

I nutrienti apportano energia al vostro animale e gli permettono un corretto sviluppo e una buona rigenerazione cellulare, pertanto sono fondamentali affinché l’organismo si mantenga in vita. Da qui deriva l’insistenza di seguire un regime alimentare ricco e bilanciato.

Nutrienti come sostegno terapeutico

alimentazione cane

I nutrienti lavorano direttamente all’interno della cellula e sono di grande aiuto al momento di combattere malattie e infezioni. Questo perché i farmaci molto spesso agiscono sui sintomi delle malattie, mentre i nutrienti rinforzano le cellule e aiutano a risolvere le cause della malattia.

In ogni caso, per ciascuna malattia ci sono nutrienti appropriati. Senza dubbio l’idea non è che essi siano in grado di tenere lontane le malattie: i nutrienti non sono terapeutici, ma rendono più forte l’organismo in modo che questo possa combattere contro la malattia.

Prima di iniziare il rinforzo di un trattamento medico attraverso i nutrienti, bisogna tenere ben presente la condizione generale dell’animale, quali alimenti può consumare e quali sono i benefici che derivano dalla somministrazione degli stessi. Quest’ultima analisi è molto importante dato che, anche se un alimento apporta una grande quantità di nutrienti, dall’altro canto potrebbe averne alcuni che risultano dannosi per la sua salute, per via della sua razza o per la sua condizione di salute generale.

Quello che si fa di solito è somministrare inizialmente alte dosi del nutriente per migliorare l’assorbimento nei tessuti. Normalmente questi eccessi, quando non vengono protratti a lungo, sono metabolizzati ed espulsi con facilità. Una volta superata questa fase, dovrete regolare il consumo per non causare danni o saturazioni nell’organismo dell’animale. Alla fine del trattamento, dovrete dargli il nutriente solo per mantenere i suoi livelli regolari.

Queste misure sono molto utilizzate su animali con problemi articolari, ossei o muscolari dato che sono tessuti difficili da trattare, ma in grado di rigenerarsi molto rapidamente (o almeno, di riparare parzialmente il danno subito) tramite i processi di rigenerazione cellulare.

Sinergie tra diversi nutrienti

gatto mangia

Molti nutrienti funzionano meglio quando vengono accompagnati da altri elementi. Per esempio, la vitamina C viene potenziata se somministrata contemporaneamente ad acido lipoico o a zinco, molto comuni nei vegetali.

In ogni caso, dovrete tenere sempre ben presente che questi trattamenti hanno effetti a lungo termine, quindi pur non curando immediatamente i sintomi di una malattia, come già accennato, contribuiscono alla rigenerazione cellulare che rinforzerà l’organismo è lo renderà più forte di fronte a qualunque minaccia esterna.