Consigli per mantenere l’igiene del vostro cane in casa

Vivere con un cane in casa è un’esperienza che vi potrà regalare divertimento e tenerezza. Ci sono tuttavia alcuni aspetti legati all’igiene del cane che possono comportare dei seri problemi se non sapete gestirli con i dovuti riguardi. Uno dei punti cruciali riguardo alle attenzioni che dovete dedicare al vostro cane è senz’altro la pulizia: eccovi, dunque, le linee guida per mantenere l’igiene del vostro cane in casa.

Ancora prima di preoccuparvi dell’ordine e dell’odore di casa vostra, è fondamentale che vi occupiate di mantenere sotto controllo l’igiene del vostro amico a quattro zampe, dal momento che una negligenza da questo punto di vista può portarlo ad avere problemi anche gravi alla pelle, agli occhi, alle orecchie o addirittura agli organi interni. Mantenere pulito il vostro cane non è un compito così arduo e con i consigli che vi suggeriamo in questo articolo vi risulterà ancora più facile!

Regole generali

lavare il cane 2

I cani hanno bisogno di diversi spazi: uno spazio per dormire, un altro per mangiare e, infine, un altro ancora per fare i propri bisogni. Per quanto riguarda la sua cuccia, l’ideale è che sia fatta di un materiale facile da lavare e che non favorisca l’accumulo di polvere e acari (evitate quindi tappeti e affini).

Evitate anche di dare da mangiare al vostro cane in cucina, cercando uno spazio alternativo dove poterlo fare: questo vi aiuterà ad impedire che il cibo venga contaminato da peli, saliva o urina del cane.

Ricordate poi che dovete mantenere pulito il vostro cane ma senza esagerare: un’eccesso di pulizia può causargli altrettanti problemi di salute, come ad esempio un indebolimento dello strato di peli che protegge la cute, un’alterazione del pH, infezioni al canale uditivo e allergie. Nel caso in cui notiate che il vostro cane emana un cattivo odore nonostante gli abbiate fatto il bagno, sarà opportuno che lo portiate dal veterinario per scoprire la causa del problema.

Mantenete il vostro cane asciutto: in questo modo eviterete che contragga infezioni, allergie, dermatiti o altre malattie. Ricordate dunque di asciugare bene il vostro cane, sia dopo avergli fatto il bagno, sia dopo una passeggiata sotto la pioggia. Se per caso il vostro animale ha fatto il bagno in una piscina, vi consigliamo di lavarlo ulteriormente, invece di asciugarlo direttamente, per eliminare i residui di cloro.

Educazione

Educare in modo adeguato il vostro cane è ciò che maggiormente vi aiuterà al momento di occuparvi della sua igiene: dovete abituarlo fin da cucciolo a fare il bagno con regolarità, facendo in modo che l’esperienza non costituisca né un trauma per lui, né un’odissea per voi.

Il momento del bagno è importante proprio perché aiuta il vostro cane a eliminare il pelo e la pelle morta, lo rinfresca, elimina la sporcizia e aiuta a tenere a bada l’annidamento di batteri. Inoltre è un ottimo metodo di prevenzione contro le malattie oculari, senza contare il fatto che aiuta a mantenere il suo pelo sano.

Un’altra buona pratica a cui dovreste abituare il vostro animale è quella di spazzolarlo varie volte a settimana, soprattutto se si tratta di un cane a pelo lungo: questo infatti ha la tendenza ad arruffarsi e a formare dei nodi che possono causare dolore al cane e, se non vengono rimossi in tempo, possono addirittura provocargli dei problemi alla cute.

Zone specialmente delicatelavare il cane 3

A costo di essere pedanti, vogliamo ricordarvi che ci sono alcune parti del corpo del vostro amico a quattro zampe che richiedono maggior attenzione da parte vostra; è il caso delle unghie, ad esempio, che vanno tagliate periodicamente (potete farlo voi o portarlo a farle tagliare da uno specialista): quando crescono troppo, infatti, impediscono al vostro cane di muoversi con facilità o possono addirittura conficcarsi nei cuscinetti.

Anche la cura dei denti rappresenta un elemento importante per garantire al vostro cane una buona qualità di vita. Perciò dovrete tenere sotto controllo la sua igiene orale, evitando in questo modo le scheggiature o la perdita dei denti, l’accumulo eccessiva di tartaro o lo sviluppo di malattie alle gengive e alla lingua.

L’accurata pulizia del suo pelo aiuterà il vostro cane a scongiurare possibili infezioni alla cute, oltre a mantenerlo al riparo dal freddo.

Anche le zampe possono rappresentare un focolaio di infezioni se non vengono mantenute pulite: il cane normalmente se le pulisce da solo leccandosi, ma dovrete aiutarlo qualora non riuscisse a farlo, magari perché malato, o semplicemente se non è solito farlo con frequenza. Se il vostro cane ha giocato nel fango o ha calpestato qualche sostanza biodegradabile (cibo, escrementi, ecc…), pulite e asciugate bene i cuscinetti delle sue zampe.

Gli escrementi

Un cane non dovrebbe mai stare a contatto con i propri escrementi o con quelli di un altro animale, poiché le feci sono un veicolo per molteplici batteri che provocano molte malattie, senza contare il fatto che stare a contatto costante con escrementi non rappresenta solo un rischio biologico per il vostro cane, ma anche per voi stessi.

Vi raccomandiamo che abituiate il vostro cane a fare i propri bisogni fuori casa, durante la passeggiata, avendo cura di raccogliere i suoi escrementi per evitare la contaminazione, i cattivi odori e la propagazione di malattie. Tuttavia vi consigliamo di offrire comunque al vostro cane un’alternativa: uno spazio, in casa, in cui lui possa fare i propri bisogni ogni volta che ne senta la necessità ma voi non potete portarlo fuori. In questi casi dovete rimuovere gli escrementi il prima possibile e non permettere al vostro cane di gironzolare o dormire nello stesso luogo destinato ai suoi bisogni.