l falsi miti creati dai cartoni animati a proposito degli animali

Con il passare degli anni si apprendono diverse cose relative all’alimentazione, al comportamento e alla costituzione degli animali che si rivelano poi dei falsi miti. La maggior parte di queste credenze sono state diffuse grazie a diversi mezzi di comunicazione, come ad esempio fumetti, film, serie, ecc. Vogliamo parlarvi di seguito di alcuni falsi miti relativi agli animali che sono stati diffusi dai cartoni animati.

Gli struzzi sono codardi e di fronte al pericolo nascondono la testa sotto terra

Gli struzzi sono tutt’altro che codardi: con la loro altezza (possono raggiungere i tre metri) e il loro peso (che si aggira attorno ai centottanta chili), questi animali rappresentano la razza di volatili più grandi e pesanti che esista sulla terra. Sono dei rivali formidabili per qualsiasi predatore grazie ad un vero e proprio arsenale difensivo ben sviluppato che comprende una potente muscolatura, una stazza imponente, una velocità capace di raggiungere i novanta chilometri orari e una forza tale nelle zampe da poter stendere un leone con un solo calcio.

Gli struzzi utilizzano le zampe anche per scavare la terra in cerca di cibo, difatti sono animali molto territoriali, nonché ottimi genitori che proteggono con ferocia tanto i loro piccoli quanto le loro uova; perciò è molto probabile che, davanti ad una situazione di pericolo, lo struzzo inizi a correre a tutta velocità o attacchi con potenti zampate.

I topi vanno matti per il formaggiotopo

Probabilmente la bugia più diffusa da caricature e film è che i topi vanno matti per formaggio, ragion per cui sarebbero disposti a fare qualsiasi cosa pur di mettere le zampe su un pezzettino di questa deliziosa leccornia. Eppure la verità è che ai topi il formaggio non piace per niente, anzi: questo animale possiede un olfatto così sensibile che l’odore di alcuni formaggi gli è assolutamente insopportabile.

Tuttavia si tratta di un falso mito di lunga data, addirittura precedente alle caricature: si dice che anticamente le persone immagazzinassero grano, carne salata e formaggio nelle cantine, ma mentre la carne e il grano venivano ritirati ben chiusi, il formaggio aveva bisogno di prendere aria, rimanendo così più esposto e facilmente attaccabile da un topo affamato che, se necessario, sarebbe stato disposto a mangiare qualsiasi cosa, arrivando persino a mordere le persone per poter mangiare la loro carne.

I tori si infervorano quando vedono il colore rosso

Avete paura che, durante una passeggiata in campagna con la vostra camicia rosso fuoco, vi troviate faccia a faccia con un toro e siate costretti a correre per sfuggire alla sua furia? Anche se essere sorpresi da un toro è un’esperienza che può incutere timore -alcuni esemplari raggiungono la tonnellata- la verità è che non correrete nessun pericolo, a meno che l’animale non si senta minacciato dalla vostra presenza, proprio perché non c’è nulla nel colore dei vostri indumenti che potrebbe fargli perdere la testa. La ragione di tutto ciò è che i tori, così come i cani e a differenza dei gatti, sono privi delle cellule visive presenti nella retina (bastoncelli) che permettono di differenziare i colori, fatto che li rende più sensibili al movimento.

Il coyote è lento

Per i fan delle avventure del malvagio e sventurato coyote e del veloce roadrunner (il famoso Beep beep per intenderci), sarà un duro colpo scoprire che in realtà i coyote sono assai più veloci di questi uccelli. Durante la fuga, la velocità massima che può raggiungere un roadrunner è di 32 km/h, un risultato abbastanza scarso se calcoliamo che la velocità media che possono raggiungere i coyote è di 69 km/h..scopriamo così che non avrebbe avuto senso che il coyote utilizzasse tutti quelle strambe attrezzature fornite dalla ACME, anche se in effetti la serie di cartoni non sarebbe durata così a lungo e non sarebbe stata nemmeno tanto divertente.

I conigli amano le carote

coniglio

Un altro mito abbastanza diffuso dalla Warner Bros. è che i conigli stravedono per le carote: non è del tutto falso. Tuttavia non esiste una verdura che il coniglio prediliga in assoluto: ai conigli piace molto la verdura in generale, anche se quando parliamo di preferenze, sono soliti scegliere verdure a foglie verdi pittutosto che le carote.

Cane e gatto non possono covivere

Questa affermazione ha del vero, anche se ha a che fare con un problema di comportamento piuttosto che con un odio esasperato. Un cane o un gatto non abituato a socializzare non andrà d’accordo con nessun altro animale perché non ha imparato a contenere il proprio istinto di caccia, ma è assolutamente possibile, e addirittura frequente, vedere cani e gatti che vanno d’accordo e condividono lo stesso spazio.