Il cane, il vostro miglior compagno di viaggio

Il cane può essere il miglior compagno di viaggio che si possa avere. Certo, bisogna essere disposti ad adattatarsi ad alcune sue necessità. Tuttavia, passare le vacanze con il nostro cane è un’esperienza che ci permette di condividere con il nostro amico a quattro zampe avventure, momenti di svago e di divertimento.

Se è la prima volta che viaggiate in compagnia del vostro cane, potreste trovarvi di fronte a due situazioni molto distinte tra loro:

  • Può darsi che il cane si adatti al viaggio alla perfezione: si svagherà e si divertirà.
  •  Può anche accadere che soffra negli spostamenti: proverà stress e sperimenterà stati ansiosi o comunque un grave disagio che, di riflesso, trasmetterà a voi. Se ciò dovesse accadere, è meglio mantenere la calma. Esistono rimedi efficaci che vi possono essere d’aiuto, a cominciare dall’assunzione di farmaci appositi che il veterinario vi potrà prescrivere.

Prima di mettervi in viaggio, potrete realizzare delle “prove generali”, affinché l’animale si cominci ad abituare alle situazioni di viaggio più frequenti. Potrete iniziare a farlo entrare varie volte nella gabbia da viaggio o nel trasportino.

Lo metterete nell’auto e rimarrete lì con lui per periodi relativamente prolungati. Di certo il vostro amico non ci metterà molto ad abituarsi a quel nuovo ambiente. Sono dei piccoli accorgimenti che, quando è ora di mettersi in viaggio, faranno in modo che il cane si senta a proprio agio, perché avrà già familiarizzato con l’abitacolo del veicolo.

Il vostro compagno di viaggio comincia ad abituarsi…

cane-in-viaggio-in-macchina

Quindi , la prima cosa è cercare di far abituare il cane a rimanere tranquillo all’interno dell’auto a motore spento. In questo modo sarete sicuri che il momento della partenza risulterà meno stressante. Di seguito, poco a poco, potrete abituarlo al rumore del motore acceso, e soprattutto alla sensazione di movimento. All’inizio si tratterà di tragitti molto corti, in cui andrete semplicemente a monitorare le sue reazioni. Una buon trucco, durante questi brevi spostamenti, è permettere che l’animale giochi con il suo giocattolo preferito. In questo modo il cane assocerà il viaggiare ed il movimento dell’auto con uno stimolo positivo. Si tratta semplicemente di mettere in pratica un rinforzo positivo che, in questa fase di addestramento, risulterà più efficace. Infatti, ogni volta che l’animale vedrà che è ora di salire in macchina, presentirà momenti lieti e divertenti. Viaggiare in macchina sarà per lui un’occasione di divertimento, cosa molto importante.

Cibo, acqua e giochi

Il giorno della partenza porterete con voi un’abbondante scorta d’acqua, cibo e qualche snack per cani, per farlo distrarre dai disagi del viaggio. Inoltre, è necessario che passeggiate un po’ prima di salire a bordo: per fargli sgranchire le zampe, per prendere una boccata d’aria fresca e per fargli fare i suoi bisogni prima di rimettersi in viaggio.

Evitate di somministrargli cibo nelle due ore precedenti il viaggio, diminuirà il rischio di nausee e relative conseguenze (quale vomito) all’interno della macchina. Qualora decidiate di mettere il cane all’interno di una gabbia da trasporto o trasportino, è importante trasmettergli che non è qualcosa di sgradevole e che non ha nulla ha che vedere con il castigo.

Non spingetelo per farlo entrare nel trasportino, l’ideale sarebbe che vi entrasse spontaneamente. Solo quando si sarà accomodato all’interno, chiudete le porticina. Per rilassarlo ulteriormente potrete cospargervi le mani con un’essenza profumata e praticargli un buon massaggio.

Si parte!

Siete già in macchina pronti a partire… manca solo la musica. Dovete sapere che la radio o il vostro CD preferito possono esservi di grande aiuto. Anche i cani amano la musica e li aiuta a rilassarsi.

Può accadere che, durante il viaggio,  il cane sporga la testa dal finestrino. Nonostante abbiate visto questo atteggiamento in moltissime immagini, e che possa anche sembrarvi divertente, dovrete essere cauti! Il vostro amico potrebbe rischiare di soffrire un incidente, oltre ad esporsi ad una più che probabile congiuntivite, con le conseguenti complicazioni. I finestrini potranno rimanere aperti, sempre che lo siano in una misura che impedisca al vostro compagno di viaggio di sporgere la testa all’esterno.

Mantenerlo costantemente idratato è un’altra precauzione molto importante:dovrete somministrare dei liquidi al vostro cane ad intervalli regolari, durante tutto il viaggio.

Inoltre, sarà necessario effettuare una sosta almeno ogni due ore di guida, affinché il cane possa fare due passi per sgranchirsi le zampe. Se dovete scendere dalla macchina per qualche motivo, è opportuno che facciate in modo di portare il vostro amico con voi. Non dovrete mai lasciare il cane chiuso in auto, nemmeno se avete parcheggiato all’ombra: il cane potrebbe essere vittima di un colpo di calore.

Hotel e aerei

cane labrador sulla sabbia

Finalmente siete giunti a destinazione! È il momento di scegliere un alloggio che ammetta gli animali. Ormai ce ne sono dappertutto. Sicuramente già nell’organizzazione del viaggio vi siete accertati della presenza di aree adatte a passeggiare col vostro cane, nei dintorni della struttura che vi ospiterà, elemento che rende sempre la permanenza molto più piacevole. Inoltre, bisognerà verificare se nel posto dove soggiornerete ci sono negozi dove poter compare il cibo necessario per il vostro compagno di viaggio.

Se avete deciso di viaggiare in aereo, la prima cosa da fare sarà mettervi in contatto con la compagnia aerea prescelta e verificare quali siano le condizioni di viaggio per i passeggeri con animali al seguito. Ogni compagnia applica regolamenti diversi, per cui, quanto prima vi informerete, meno probabilità avrete che si verifichino sgradite sorprese all’ultimo momento.

In generale, la maggior parte delle compagnie permettono di viaggiare in compagnia del proprio animale. I cani, di solito, viaggiano in una gabbia da trasporto, che verrà posta negli spazi appositamente adibiti all’interno degli aerei. Dovrete inoltre verificare scrupolosamente che non rimanga all’interno della gabbia nessun elemento potenzialmente in grado di arrecare danno all’animale durante il viaggio.

Fate particolare attenzione ai collari o ai guinzagli che potreste dimenticare all’interno della gabbia e con cui il cane potrebbe strangolarsi.