Piccolo canguro adottato in Australia da un commissariato

Diciamo sempre che gli animali non smettono mai di sorprenderci ma, a volte, neppure gli umani, come in quest’occasione. Questa storia è la prova che con l’amore si può ottenere qualsiasi cosa e che gli animali non fanno distinzione di colore o aspetto. Questa è l’incredibile storia di Cuejo, un cucciolo di canguro.

La storia di Cuejo, il piccolo canguro

L’Australia, regno di questa particolarissima specie, è disseminata di cartelli stradali di pericolo posti a bordo carreggiata, che obbligano le macchine a rallentare per non farsi trovare impreparati se un canguro attraversa la strada inaspettatamente.

Di fatto, i canguri sono una specie molto protetta in Australia, e per questo sono fuori pericolo di estinzione, almeno per ora.

Non sono molto frequenti i casi di investimenti stradali di questi animali, ma la madre di Cuejo, il piccolo canguro, non ha avuto la stessa fortuna.

Infatti, un camion l’ha investita uccidendola all’istante, ma il piccolo Cuejo si è salvato – forse perché uscito dal marsupio a causa dell’impatto, o forse perché si trovava dietro la madre al momento dell’incidente. Fatto sta che, quando la polizia è giunta sul luogo dell’incidente, Cuejo è stato trovato vivo accanto al cadavere della mamma.

Scott Mason, uno degli agenti intervenuti sul luogo dell’incidente, ha deciso di portare Cuejo al commissariato e decidere in seguito cosa fare di lui e quale fosse il miglior centro dove portarlo.

Il piccolo canguro trova una nuova casacanguro-nella-divisa

Fonte dell’immagine: www.eldia.com

Non è stato poi così difficile prendere una decisione al riguardo. È stato Cuejo a decidere in pochi minuti chi sarebbe stata la sua nuova mamma…scusate, il suo nuovo papà: Scott Mason. Da un lato Cuejo, il piccolo canguro, che ha cominciato ad usare la camicia di Scott come borsa marsupiale trovandola molto comoda, dall’altro Scott, che sembrava tutt’altro che infastidito dalle attenzioni del cucciolo.

Cuejo non ha fatto altro che saltare, seguendo Scott per tutto il commissariato. Non importa dove l’agente si trovasse, sulle scale o in ascensore, al suo fianco aveva sempre il suo nuovo “figlio”.

Scott ha chiesto aiuto ai social networks per dare un nome al suo nuovo piccolo amico. Il nome scelto è stato Cuejo, che, stando ad alcune fonti vicine, è il risultato dell’unione tra Cue (il paese dove si trova il commissariato di Scott) e Joey.

Non trovando valide alternative, le autorità hanno permesso a Cuejo e Scott di restare assieme. Cuejo è sembrato subito felic, e Scott, come vedrete nel video che abbiamo condiviso alla fine di questo articolo, pareva altrettanto soddisfatto.

L’intento di questa convivenza non è stato quello di trovare una mascotte per il commissariato, bensì di permettere a Cuejo di crescere sano per tornare presto libero, una volta pronto per la vita fuori dalle pareti della sua nuova casa, il commissariato di Cue.

Sono molte le immagini incredibilmente tenere che ritraggono il nuovo papà con il suo bambino, dove il piccolo beve dal biberon o si rifugia dentro la camicia dell’uniforme della sua nuova “mamma”.

Scott si è da subito ritenuto responsabile per le sorti di Cuejo e non si è mai tirato indietro, assumendosi tutte le responsabilità che comporta prendersi cura di un animale come un canguro. Al contrario, tutti i video e le immagini lo ritraggono sempre sorridente, il che lascia intendere di essersi preso questo impegno con gioia e non con rammarico.

Siamo rimasti affascinati davanti all’esistenza di persone meravigliose come Scott Manson, che si prendono cura della vita di altri esseri viventi bisognosi e meritevoli di attenzioni. Magari ci fossero più persone come lui al mondo!

Al contempo, il comportamento di Cuejo nei confronti di Scott ci insegna qualcos’altro. Gli animali non nascono con la paura dell’uomo: queste paure scaturiscono dal timore che noi possiamo far loro del male. L’amore può tutto, l’amore non sbaglia mai. Questa storia è la prova del fatto che se cambiassimo il motore del mondo, il denaro, con l’amore, sarebbe tutto molto diverso; non solo nei rapporti tra persone, ma anche tra persone e animali.

Vi lasciamo il video, godetevelo!