Cani e veicoli in movimento

State circolando in macchina quando, all’improvviso, salta fuori un cane che si lancia verso la vostra vettura. Vi spaventate, frenate e il cane continua a rimanere lì, ad abbaiare come un pazzo. Perché i cani si comportano in questo modo? Esiste un modo per evitarlo? Purtroppo, questo comportamento canino ha causato più di un incidente stradale, soprattutto a motociclisti, e non solo mette a repentaglio la vita degli altri, ma anche quella del cane stesso. Se volete evitare che il vostro cane insegua ogni veicolo che vede passare, non perdetevi questo articolo.

Come sempre, quando si presenta un problema, la prima cosa che dovete fare è cercare di individuarne le cause, prima di cercare di risolverlo. In questo caso specifico, dovrete innanzitutto capire perché il vostro amico a quattro zampe insegue i veicoli in movimento, per evitare che continui a farlo.

Perché il vostro cane insegue i veicoli in movimento

cane-corre-felice

Per capire il perché di questo comportamento, bisogna fare un salto nel passato, rimontandoci all’origine del cane. Abbiamo già avuto modo di spiegare, in diversi articoli, che il cane discende dal lupo, un cacciatore per eccellenza, abituato a correre sempre dietro a qualsiasi cosa in movimento.

Generazione dopo generazione, questo comportamento è stato tramandato fino ai cani, anche se questi, una volta diventati animali domestici, hanno calmato abbastanza il loro innato istinto di cacciare, dal momento che in ambito domestico è il padrone che provvede a soddisfare questa necessità. Nonostante tutto però, rimane qualcosa nel suo inconscio che lo spinge a rincorrere qualsiasi cosa si muova. È questa, dunque, la principale causa degli inseguimenti del vostro amico peloso dietro ai veicoli in movimento.

Si tratta di una spiegazione che alla maggior parte di voi sembrerà la più logica e fondata, ma se siete amanti delle leggende, eccovene una che spiega, a modo suo, perché i cani inseguono i veicoli in movimento.

La leggenda

Dice la leggenda che una mucca, un cane e una capra decisero di andare a fare un giro in taxi, ognuno con una meta diversa. Quando arrivarono al destino scelto dalla mucca, questa chiese al taxista quanto gli era costata la corsa e questi rispose che il totale era di tremila franchi. La mucca, senza batter ciglio, pagò e scese dal taxi.

Arrivati alla meta della capra, anche questa chiese al taxista il prezzo della corsa e il taxista le disse la stessa cosa che aveva detto alla mucca: “tremila franchi”. La capra, però, approfittando di un momento di distrazione del taxista, scappò senza pagare. Il taxista, sorpreso, decise di continuare la sua corsa con il cane.

Quando finalmente arrivarono alla destinazione del cane, il taxista gli chiese tremila franchi, come al solito, ma purtroppo il cane aveva solo un biglietto da cinquemila franchi: lo diede al taxista e scese dall’auto dimenticandosi di prendere il resto. Prima che l’animale potesse rendersene conto, il taxi era già ripartito, portandosi dietro anche il suo resto. Dicono che questa leggenda spieghi tre caratteristiche salienti di questi animali:

  • La mucca: ha pagato e quindi ha la coscienza a posto. Va per la sua strada, tranquilla e imperterrita.
  • La capra: irrequieta, va sempre su e giù come una matta, probabilmente per non farsi prendere e dover pagare tremila franchi.
  • Il cane: corre dietro ai taxi per farsi dare il resto. Sarà forse che tutti i cani del mondo stanno ancora inseguendo il loro resto? Chissà!

Come evitarlo

cane-al-guinzaglio

Qualsiasi sia la spiegazione, la realtà è che i cani si lanciano sempre all’inseguimento dei veicoli in movimento. Se volete evitare che il vostro cane continui a farlo, vi diamo alcuni suggerimenti.

Fate alcune prove con il vostro cane e la vostra auto. Procedete con il mezzo per un breve tratto e fermatevi, non appena il vostro amico inizia a inseguire il vostro veicolo: dal momento che è il suo movimento a stimolare l’istinto del vostro cane, fermata la macchina, fermato lo stimolo.

Evidentemente questo è qualcosa di momentaneo, poiché il vostro cane riprenderà a fare la stessa cosa al prossimo veicolo che vedrà passare. Per questo, è importante che facciate questo esercizio tutti i giorni, con il vostro amico a quattro zampe, perché si renda conto che non ha senso correre dietro alle macchine.

Un altro modo per evitare questi inseguimenti è portare sempre a spasso il cane al guinzaglio: fatelo stare vicino a voi, con l’aiuto di un guinzaglio corto, e ogni volta che cercherà di lanciarsi all’inseguimento di una macchina, una moto, una bici o addirittura un monopattino, tirate un po’ il guinzaglio verso di voi e fategli capire che non deve fare così. Deve imparare che è proibito correre dietro alle auto, così come lo è salire sul letto o fare la pipì in casa.

Come vi consigliamo sempre, unite la perseveranza, l’amore e l’affetto per riuscire a togliere al vostro cane queste cattive abitudini.