Collari antiabbaio: è maltrattamento?

I collari antiabbaio sono usati durante l’ addestramento di cani che tendono ad abbaiare molto spesso. Sono progettati per correggere questo comportamento talvolta decisamente molesto. Negli ultimi anni questi accessori hanno sollevato numerose polemiche, dato che ci sono molto persone che considerano il loro utilizzo un caso di maltrattamento nei confronti degli animali. A seguire analizzeremo vantaggi e svantaggi dell’ utilizzo di tale strumenti.

Tipi di collare

cane-corre-1

I collari elettronici rilevano le vibrazioni prodotte dalle corde vocali del cane quando abbaia.  Nel momento in cui rilevano queste vibrazioni emettono una piccola scossa elettrica che colpisce il collo dell’ animale. Alcuni negozi d’ animali che vendono questo tipo di prodotto affermano che queste queste scosse sono simili a quelle che possiamo noi stessi sperimentare tutti i giorni toccando, ad esempio, una ringhiera di metallo o altre persone che si sono caricate in qualche modo di cariche elettrostatiche.

Questo tipo di collare è fortemente criticato da alcune organizzazioni in difesa dei diritti degli animali, dato che considerano l’ utilizzo di strumenti che provocano dolore agli animali una forma di maltrattamento. Di fatto questo tipo di collare è stato abolito in Australia. Allo stesso modo l’ efficacia di questo tipo di collare è stata messa in discussione da alcuni veterinari. Alcuni studi affermano che cinque cani su dieci sottoposti all’ utilizzo di tale strumento non hanno riportato alcuna riduzione nella frequenza di questo comportamento.

Un altro tipo di collare è quello che utilizza lo spray alla citronella. Vengono utilizzati da varie organizzazioni che si occupano dell’ adozione di cani randagi per tenere sotto controllo i rumori eccessivi. Il dispositivo è dotato di un microfono che rileva quando il cane sta abbaiando. Non appena riceve il segnale, spruzza verso le narici dell’ animale un po’ di questa fragranza asiatica.

Questi prodotti hanno spesso alcuni svantaggi. A volte la sensibilità del microfono non è impostata correttamente infatti potrebbe addirittura rilevare l’ abbaiare di altri cani, castigando l’ animale per qualcosa che non ha fatto. Questa situazione confonde il cane e può rivelarsi controproducente nella modifica del suo comportamento.

Un altro svantaggio è che alcuni cani si abituano presto all’ odore della citronella, azzerando così ogni possibile effetto.

Perché i cani abbaiano?

cane-abbaia

La Società per la Prevenzione dei maltrattamenti nei confronti degli Animali, non raccomanda l’ utilizzo di collari elettrici e incoraggia la ricerca di altri metodi per ridurre l’eccessivo abbaiare dei cani. Però, perché i cani abbaiano?

Stando a quanto affermato dalla organizzazione i cani spesso abbaiano perché hanno constatato una qualche reazione ai loro versi. Se un cane abbaia e subito dopo riceve qualche attenzione, imparerà che dopo aver abbaiato riceverà sempre le vostre attenzioni e che attraverso questi rumori molesti potrà ottenere ciò che vuole, che sia cibo o una sessione di gioco. Se il vostro cane porta il suo giocattolo verso di voi e abbaia, l’ abbaiare risulta una buona maniera per iniziare il gioco.

I cani possono anche abbaiare in risposta all’ansia che provano quando i loro padroni non sono presenti. Normalmente questo accade subito dopo l’ uscita di casa del padrone e viene definita come ansia da separazione.

Per molti padroni una qualunque delle cause precedentemente descritte è una ragione sufficiente per l’ utilizzo di tali collari antiabbaio. Però ci sono casi in cui usarlo è un grave errore, dato che il cane potrebbe abbaiare perché prova dolore, sia un po’ sordo, abbia problemi cognitivi o malattie cerebrali che lo fanno abbaiare in modo eccessivo.

Per escludere la presenza di alcune di queste malattie quello che si raccomanda è che, prima di utilizzare un qualunque tipo di collare, si porti il cane dal veterinario. Un check up completo prima di iniziare con il tentativo di modificare qualunque tipo di comportamento è la cosa più giusta da farsi.

La decisione di utilizzare un collare antiabbaio inoltre è sempre una libera scelta di ogni padrone. Non dimenticatevi però che prima è meglio provare ad utilizzare metodi alternativi per modificare i comportamenti del vostro cane. Il vostro veterinario potrà consigliarvi esercizi specifici per allenare il vostro cane a ridurre gli abbai e a far si che rimanga in silenzio quando necessario.

Imparate a riconoscere i fattori scatenanti che fanno si che il vostro cane cominci ad abbaiare e lavorate sodo per eliminare il maggior numero possibile di queste cause scatenanti, che spesso provocano stress nell’ animale. Scegliete questa via, dato che spesso è molto più efficace rispetto all’ utilizzo di collari elettrici o spray. E ricordate: così come succede con gli esseri umani, non esiste una cura magica per modificare la condotta. Bisogna semplicemente prestare pazienza e incoraggiare i comportamenti positivi.