Come fare la sabbia per gatti in casa

La sabbia per gatti che si vende nei negozi può contenere sostanze chimiche dannose che inquinano il medio ambiente e possono far male al gatto. Oltre ad essere più economica e a non essere dannosa per il medio ambiente, la sabbia naturale è biodegradabile e facile da cambiare esattamente come quelle normali in commercio. Si può fabbricare in grandi quantità una volta al mese o una volta alla settimana, in base alle necessità.

Ci sono vari modi di produrre la sabbia per i gatti in casa: mescolando prodotti comprati anche se non sono specifici per gatti, o facendola da zero con materiali riciclati. Per farla mescolando prodotti comprati, queste sono le varie opzioni:

Sabbia normale

Esattamente questo, ossia sabbia normale comprata in un ferramenta o raccolta in spiaggia. Più fina è meglio sarà.

Sabbia con bicarbonato di sodio

Per eliminare gli odori si può unire alla sabbia del bicarbonato di sodio, acquistabile in qualsiasi farmacia. La cosa migliore è metterne un po’ sulla base della lettiera e mescolarlo direttamente con la sabbia.

Sabbia con calce

Per togliere i cattivi odori si può anche mescolare della calce insieme alla sabbia normale. Tuttavia sarebbe meglio aggiungerla dopo che il gatto ha fatto i suoi bisogni, in quanto è raccomandabile che il gatto non calpesti la sabbia con della calce all’interno.

Sabbia agglomerante

Per creare la sabbia agglomerante, che è più gradevole al tatto, si può mischiare della sabbia normale con del pane grattugiato; le proporzioni saranno circa 2kg di pane per ogni 5kg di sabbia.

Segatura

segatura

Un’altra alternativa alla sabbia è la segatura, la quale si può comprare in qualsiasi falegnameria; se è spessa servirà meglio al nostro proposito.

Sabbia fatta in casa con materiali riciclati

Per creare la sabbia da zero con materiali riciclati avrete bisogno di:

  • Giornali vecchi
  • Tritacarte
  • Recipiente piatto ma capiente
  • Colino
  • Detersivo biodegradabile
  • Guanti
  • Bicarbonato di sodio
  • Una superficie liscia

E cosa faccio con tutto ciò?

sabbia-gatti2

Per prima cosa triturate la carta di giornale nel tritacarte (o in sua assenza utilizzate un robot da cucina) e raccoglietelo nel recipiente piano. Inumidite la carta triturata in acqua tiepida e versate all’interno alcuni getti di detersivo biodegradabile. Lasciate che la carta si bagni abbastanza da ottenere la consistenza dell’avena.

Una volta ottenuta quella consistenza, scolate la carta con il colino e bagnatela di nuovo in acqua tiepida, questa volta senza il detersivo. Scolate il tutto di nuovo con il colino, meglio che potete.

Dopo aver indossato i guanti, applicate il bicarbonato di sodio sulla carta umida e mischiate per bene. Scolate tutta l’acqua che potete con le mani, quindi collocate i pezzetti di carta sopra una superficie perché si secchino. Quando saranno del tutto secchi, la sabbia sarà pronta per l’uso. Collocatela nella lettiera del vostro gatto formando uno strato di circa 2,5 cm di spessore.

Ricordate sempre che la lettiera del vostro gatto deve essere pulita e che la sabbia va cambiata regolarmente. Il vostro gatto avrà bisogno di uno spazio accessibile ed igienico per mantenersi in buona salute.