Come prendersi cura di un cane quando invecchia

Oggi parleremo della tappa più difficile nella vita di un cane, ovvero la vecchiaia. Non parleremo però solamente delle attenzioni base riguardanti l’alimentazione o la salute, bensì anche dell’affetto e la dedizione che i padroni dovrebbero avere verso il proprio animale.

Se possedete un cane saprete come ci si sente quando se ne adotta uno: si sente il bisogno di vederlo crescere, controllando la sua educazione e assicurandosi di non fargli mancare mai nulla. Per questo risulta difficile vedere il nostro caro amico invecchiare, cominciare ad avere problemi di salute e a perdere l’agilità di un tempo.

Ma non vi preoccupate, qui su I Miei Animali vi illustreremo le attenzioni che bisogna prestare ad un cane durante la sua vecchiaia, e allo stesso tempo vi aiuteremo a capire che è inevitabile che un cane passi per questa tappa, e che è perciò importante fare in modo che questo processo naturale sia il più facile possibile per lui.

Primi indizi della vecchiaia nei cani

cani-anziani

Le fasi della vita di un cane variano di razza in razza, per cui la vecchiaia potrà arrivare in età distinte in base al tipo di cane. Non è difficile individuare l’avvicinarsi della vecchiaia nei cani: un esempio evidente è quando gli cominciano a spuntare dei peli bianchi, inizialmente solo sul muso per poi andare ad estendersi su tutta la pelliccia.

Vi accorgerete inoltre che il vostro animale non è più agile come un tempo, fa fatica a fare movimento e non prova entusiasmo all’idea di uscire in strada. Tutto ciò è dovuto alla pesante stanchezza che comincia a sentire, e al fatto che il suo corpo non risponde più come prima.

È importante fare attenzione a questi fenomeni, in quanto non facendo nessun tipo di esercizio correrà il rischio di soffrire di sovrappeso, il che non aiuterebbe per niente la salute delle sue ossa e delle sue articolazioni.

Si possono anche presentare malattie come insufficienza renale, problemi cardiaci, disturbi intestinali ecc. È molto importante portare periodicamente il vostro cane dal veterinario, in modo che egli possa individuare per tempo eventuali problemi.

Curare l’alimentazione

Come detto in precedenza, il vostro animale domestico non farà più tanto esercizio come una volta, per cui non andrà a bruciare lo stesso numero di energie. Sarà dunque necessario cambiare la sua alimentazione, e per fare ciò consultate il suo veterinario. In quest’ultima fase di vita bisognerà dargli del mangime tipo “senior” oltre a cambiare la quantità giornaliera. Questi cambi andranno fatti lentamente, in maniera progressiva.

Si raccomanda un’alimentazione ricca di fibre e vitamina C; è inoltre opportuno consultare il veterinario per somministrare al vostro animale degli integratori di vitamine naturali, come per esempio la spirulina, il resveratrolo ecc.

Dovrete fare in modo che il vostro cane mangi ad orari fissi e sempre nello stesso luogo. Durante la vecchiaia infatti, i cani possono essere disturbati dai cambi di ritmi o di posizione delle loro cose. Sarà inoltre opportuno dividere le razioni di cibo in modo che non mangi tutto in una volta, in modo tale da facilitare la digestione.

Curare il corpo

speroni

Adesso come non mai dovrete prendervi cura del suo corpo e della sua igiene, e ancora più attenzione dovrà essere dedicata alla sua dentatura. In questa fase, i cani cominciano ad avere problemi ai denti, alito cattivo, accumuli di tartaro e così via, tutti disturbi che possono provocare malattie più gravi e in alcuni casi fatali per questi animali. È importante che portiate il vostro cane dal veterinario affinché effettui controlli alla dentatura e, se necessario, per fargli una pulizia dentale.

Dovrete anche prendervi cura delle unghie e degli speroni, controllando che non gli si incarniscano o si infettino, fenomeno che può causare molto dolore al cane. Dovrete portare il vostro cane dal veterinario così che possa tagliargliele regolarmente, oppure provate a farlo voi stessi in casa facendo attenzione a non fargli del male.

In questa tappa dovrete spazzolare il vostro animale quasi tutti i giorni, in modo da evitare che gli si formino nodi dove possano annidarsi parassiti. Approfittate del momento in cui lo spazzolate per toccarlo e controllare la presenza di verruche o addirittura di piccoli tumori, nel qual caso dovrete portarlo subito dal veterinario.

Consigli per far sì che passi una vecchiaia felice

È di estrema importanza prendersi cura della salute fisica e mentale del vostro animale. Dedicategli più tempo per le passeggiate, organizzate una serie di esercizi giornalieri da fare con lui, magari chiedendo consiglio al vostro veterinario. Ricordate che avrà meno voglia di fare movimento, ma che è comunque necessario che giochi e cammini tutti i giorni.

Non vi dimenticate di portare periodicamente il vostro cane dal veterinario, in questa fase è infatti necessario aumentare il numero dei controlli.

Tutte queste attenzioni sono fondamentali per la salute del vostro animale, anche se la cosa principale da fare è dedicargli attenzioni e carezze durante quest’ultima fase di vita. Non dimenticatevi il suo ruolo di fedele amico durante tutta la sua vita, avete condiviso momenti indimenticabili ed è adesso arrivato il momento di andarsene pian piano. Siate quindi voi i primi a dedicargli attenzioni ed affetto.