Come si comporta una gatta incinta?

Se avete una gatta incinta, avrete certo notato che il suo comportamento è diverso dal solito. Oltre al normale aumento di peso infatti, cercherà le vostre attenzioni ma avrà anche bisogno di alcuni momenti di privacy. Sarà molto affettuosa in generale, ma ci saranno pure dei momenti in cui sarà molto irritabile. Non presterà attenzione ad altri animali e riposerà praticamente tutto il giorno. Affinché comprendiate meglio il suo comportamento e non vi allarmiate, di seguito condivideremo alcuni concetti che vi aiuteranno ad accompagnare correttamente la vostra gatta durante il delicato periodo della gravidanza. Tenetevi pronti a scoprire l’istinto materno e tutti gli atteggiamenti di una gatta incinta.

Concedimi la mia privacy!

Una gatta incinta cerca di solito un luogo nuovo e sicuro in cui rilassarsi. In quel luogo passerà la sua gravidanza e si riposerà aspettando i suoi gattini. Dunque se vedete che la vostra gatta si nasconde nell’armadio, non vi spaventate. Vuole essere lasciata in pace, quindi rispettate la sua intimità.

Aumento di peso

gatta-incinta

Con la pancia che cresce, la gatta ovviamente si sentirà sempre più pesante e i suoi movimenti non saranno più così dinamici come qualche settimana prima. Una gatta incinta può arrivare a prendere anche più di tre chili. Anche per questo motivo, la gatta avrà spesso sonno, sarà stanca e molto più tranquilla del solito. Durante questa fase, lasciate riposare la vostra gatta, anche perché nel giro di poche settimane dovrà badare ai suoi gattini e non avrà molto tempo per rilassarsi.

Perdita di interesse per gli altri gatti

Una gatta incinta perde qualsiasi interesse per gli altri gatti, vorrà solo dormire ed avere la sua privacy. Anche se certamente passerà un po’ di tempo nella zona comune della casa, quella in cui di solito si sta insieme, l’atteggiamento generale sarà un po’ distante. Dunque, se avete più di un gatto in casa, la cosa migliore da fare è quella di mantenerli separati per quanto possibile. In questo modo eviterete che la vostra gatta si stressi perché l’altro micio cerca di interagire con lei.

Istinto materno e voglia di tenerezza

Una gatta incinta è anche molto bisognosa di affetto. Certamente si struscerà sulle vostre gambe e farà le fusa. Sarà molto più affettuosa del solito con le persone. Per questo motivo dovete riservarle molte più attenzioni.

Mostra segni di inquietudine

Nelle ultime settimane della sua gravidanza, una gatta incinta diventerà un po’ inquieta. Probabilmente la vedrete passeggiare per la casa esplorando e cercando posti tranquilli e isolati in cui riposare.

Se notate che la vostra gatta è troppo irritabile ed inquieta, la cosa migliore da fare è chiamare il veterinario, c’è sempre la possibilità di qualche complicazione della gravidanza.

Ecco che arrivano…

gatta-con-gattini

La gravidanza delle gatte dura tra i 55 e i 69 giorni circa. Durante il parto, a seconda del rapporto che avete instaurato con lei, vi lascerà starle vicino o meno.  Quando la mia gatta ha partorito ad esempio, alcune ore prima del parto si è seduta sulla mia gonna e ho potuto sentire le sue contrazioni. Poi si è sdraiata sulla poltrona del nostro appartamento, uno dei suoi luoghi preferiti, e lì ha dato alla luce i suoi piccoli.

Un altro momento davvero emozionante è stato vedere come il padre si occupava di pulire e togliere il cordone ombelicale ai gattini, mentre questi venivano alla luce. Quando la vostra gatta partorirà, certamente vi mostrerà qual è il posto che vuole che occupiate in quel momento.

Altro momento imperdibile è vedere la vostra gatta che si prende cura dei suoi piccoli.  La maggior parte della gatte lo fa in maniera davvero impeccabile. Durante i primi giorni è meglio non toccare i gattini, in questo momento le mamme possono essere molto gelose dei loro piccoli. Bisogna avere un po’ di pazienza, con il passare delle settimane la vostra gatta acquisterà fiducia e lascerà che li tocchiate senza alcun problema.

I gattini possono essere separati dalla madre dopo circa 3 mesi dalla nascita. In questa fase già non dipendono totalmente dalla mamma e quindi possono trasferirsi in una nuova casa senza troppi inconvenienti.

Se non volete che la vostra gatta rimanga nuovamente incinta è consigliabile ricorrere alla sterilizzazione. Tenete presente che le gatte possono arrivare ad avere anche 3 cucciolate all’anno e ognuna di esse può contare approssimativamente tra i 2 e i 5 cuccioli.

L’operazione è davvero molto semplice, non dura molto tempo ed è modo migliore per evitare che la vostra gatta rimanga incinta. Inoltre il recupero è davvero molto veloce. Ricordate: dopo il parto bisogna aspettare almeno 6 settimane per effettuare la sterilizzazione.