Conoscete lo Shar Pei?

Molte persone conoscono questa bella razza canina, ma forse ne ignorano il nome. Si chiama Shar Pei, il cane che con le sue rughe fa innamorare bambini e adulti. Forse sarà più grazioso quando è cucciolo, tuttavia, crescendo mantiene alcune delle sue rughe e assume un portamento elegante e un po’ altezzoso. Vi piacerebbe conoscerlo meglio?

Origini dello Shar Pei

Shar Pei (1)

La razza Shar Pei è originaria della Cina e le prime tracce risalgono al 206 a.C. Era il simbolo della dinastia Han e il suo nome in cinese significa “pelle di sabbia”. Un nome molto appropriato per questo cane le cui rughe ricordano, per forma e colore, le dune del deserto. Inizialmente venne utilizzato come guardiano delle tombe, in seguito come cane da combattimento e difesa e, infine, come animale da compagnia.

Quando negli anni 60 si instaurò la dittatura comunista cinese, questa razza rischiò di estinguersi. Il regime, infatti, mise in atto un’atroce persecuzione contro i cani, considerati simbolo di coloro che disprezzavano; inoltre, la propaganda sosteneva che allevare un cane fosse uno spreco di cibo.

Alla fine degli anni 70, il libro dei Guinness dei Primati, segnalava lo Shar Pei come il cane di razza più raro al mondo.

Molti assicurano che lo Shar Pei sia un incrocio tra il Pastore tibetano e il Chow Chow, dal momento che condivide molte caratteristiche con entrambi, ma ancora non è stato dimostrato.

Caratteristiche dello Shar Pei

Senza dubbio, la caratteristica più vistosa dello Shar Pei sono le sue rughe. Il cucciolo presenta pieghe in tutto il corpo ed è quasi impossibile resistere alla tentazione di pizzicargliele. Le rughe più caratteristiche sono quelle della fronte, per i cinesi simbolo di longevità.

Esistono due tipi di Shar Pei:

  • Americano. È più piccolo ma più robusto, con rughe molto più marcate. Il muso è più grosso e ha il pelo un po’ più lungo del tipo tradizionale.
  • Tradizionale o cinese. È più snello, in genere più alto e con le zampe diritte. Il pelo è più corto.

Il pelo può essere di qualsiasi colore, ma sempre uniforme. Non esistono Shar Pei di due o più colori. Sebbene il colore più comune sia il dorato, ne esiste un altro molto ricercato e quotato: la tonalità cioccolato. Questo perché ci sono meno esemplari in circolazione.

Carattere

Ha un carattere simile a quello dei gatti: sereno, molto tranquillo, arriva perfino a graffiare giocando, proprio come un felino. È molto indipendente e, sebbene si affezioni a tutti i membri della famiglia, solo uno verrà considerato il padrone.

Quando sono cuccioli, gli Shar Pei sono piuttosto disobbedienti, ma questa caratteristica cambia quando crescono. Questo è un fattore da prendere in considerazione se state pensando di prenderne uno: verso gli estranei, questa razza tende a mostrare una certa indifferenza. 

È un cane un po’ cocciuto e talvolta arrogante e forse, quando è ancora cucciolo, avrete bisogno di seguire qualche lezione di addestramento. Trattarlo con durezza o educarlo con il castigo corporale non è una buona idea perché, oltre ad essere ingiusto, lo porta a diventare aggressivo. È un ottimo cane da guardia, ma affettuoso e tenero con i membri della famiglia.

Il suo carattere prepotente lo porta, con gli altri cani, a voler essere il capo. Per stemperare questo atteggiamento è fondamentale aiutare il vostro Shar Pei a socializzare fin da cucciolo.

Cura dello Shar Pei

Shar Pei

Lo Shar Pei non richiede più attenzione di altri cani. Nonostante circoli il mito che occorre lavare le rughe del cane quotidianamente per evitare che contragga malattie, lo Shar Pei non è più soggetto ad ammalarsi di altri cani. È pur vero che le pieghe della pelle sono un nascondiglio ideale per zecche e altri parassiti, quindi è consigliabile utilizzare uno spray antiparassitario, almeno una volta alla settimana.

Il pelo dello Shar Pei non deve mai essere tagliato, uno dei motivi è la difficoltà di raggiungere l’interno delle rughe, con il rischio di fargli male. Sarà sufficiente spazzolarlo una volta alla settimana.

Gli occhi devono essere lavati ogni mattina con la lozione apposita o con acqua alla camomilla, dal momento che, per via delle rughe, tendono ad accumulare molte secrezioni  e queste possono provocare delle infezioni.

Le orecchie, infine, sono molto delicate. La loro forma e posizione fanno sì che il canale uditivo sia piccolo e finisca rapidamente per riempirsi di sporco o cerume. Vanno controllate regolarmente e il cerume deve essere tolto non appena diventa visibile. Se sentite un odore insolito provenire dall’interno delle orecchie dell’animale, portatelo subito dal veterinario.

Lo Shar Pei è una buona scelta se state cercando un cane leale, tranquillo, bello ed elegante.