4 consigli per l’uso della lettiera per gatti

lettiera-igienica-per-gatti

Molte persone preferiscono adottare un gatto o tenerlo in casa dal momento che lo si considera un animale particolarmente pulito. Si sa, infatti, che questi animali hanno una singolare predisposizione alla pulizia. Inoltre, non hanno bisogno di essere portati fuori a spasso. Una volta preparata la lettiera con la sabbia igienica, la maggior parte dei problemi vengono risolti.

A onor del vero, non sempre è cosi. In molti casi i gatti ignorano la lettiera. Ecco allora apparire i bisognini in tutti gli angoli della casa. Come mai succede ciò? Esistono vari modi per usare il recipiente con sabbia igienica, ma non tutti sono corretti. Per evitare spiacevoli situazioni come queste, abbiamo deciso di svelarvi 4 consigli utili per usare la lettiera per gatti.

Come usare la lettiera per gatti nel modo giusto

sabbia-biodegradabile-per-lettiere-gatti

L’invenzione della lettiera igienica per gatti ha cambiato in positivo la convivenza in casa. Una soluzione ideale per chiunque abbia un felino: peccato che non funzioni con i cani! Proprio per questo dobbiamo imparare a conoscerla, per sapere come adoperarla.

Se volete che il vostro gatto usi la lettiera correttamente, occorre seguire una serie di accorgimenti che vi sorprenderanno. Eviterete che il gatto utilizzi tutta la casa come proprio bagno personale. Siete pronti per scoprire questi 4 trucchi imperdibili? Alcuni consigli potrebbero sembrare banali, ma sono realmente molto efficaci e rapidi. Leggete con attenzione.

Grandezza della lettiera

Oggigiorno il mercato ci offre una grande varietà di lettiere per gatti. Ne esistono di vari colori, forme e, ovviamente, dimensioni. Il primo aspetto da tenere in considerazione è proprio la grandezza della lettiera.

Per scegliere la dimensione adeguata, dovete considerare che il gatto deve avere a disposizione uno spazio abbastanza ampio. Qui dovrà potersi muovere, girare, scavare. Oltre che fare i proprio bisogni, in questo angolo nascosto, il vostro gatto cerca a volte intimità e relax.

Non occorre comprare o costruire una lettiera gigantesca, però assicuratevi che sia uno spazio comodo, né troppo stretto né angusto.

Lettiera per gatti: quale scegliere?

Anche in questo caso potrete sbizzarrirvi. Tra i tanti modelli di lettiere disponibili oggi, per i vostri gatti, finirete forse per non sapere quale scegliere. Eccoci pronti subito a correre in vostro aiuto.

Uno dei modelli di maggiore successo è sicuramente la lettiera coperta. Uno spazio per la sabbia igienica con una copertura superiore. Questo prodotto evita che la sabbia fuoriesca e mantiene all’interno eventuali odori spiacevoli, neutralizzati da un filtro al carbone.

L’animale vi accede passando per una piccola porticina e spesso ciò rappresenta un problema. Come convincere il vostro gatto a usare la lettiera coperta?

Anzitutto inizieremo a fargliela usare aperta, ritirando la copertura superiore. L’animale si abituerà all’ambiente. Passati tre giorni, appoggeremo la copertura senza però installare la porticina. Alla fine, anche con la porta aggiunta, noterete il gatto entrare e uscire senza problemi.

Ovviamente questo procedimento non vale per tutti i gatti. Nel caso in cui il vostro continui a mostrare diffidenza, conviene passare ad una lettiera normale.

Dove posizionare la lettiera

Abbiamo già detto che questo spazio, per le sue dimensioni ridotte, rappresenta una specie di rifugio personale per il vostro gatto. Una zona privata in cui ritrovare la propria intimità o nascondersi in caso di pericolo.

La lettiera dovrà essere posizionata in un luogo appartato, in cui l’animale si senta sicuro e non osservato. Dobbiamo rispettare il suo diritto ad avere un po’ di privacy. Molto importante poi è ricordare che la lettiera deve essere sempre posta lontano dalle ciotole di pappa e acqua. Per il gatto sarebbe intollerabile dover fare i proprio bisogni vicino alla zona in cui si nutre.

Scegliere la sabbia per la lettiera

sabbia-per-lettiere-gatti

L’ultimo consiglio che vi diamo è relativo alla scelta della sabbia. Troverete differenti tipologie di questo prodotto, biodegradabile e persino realizzata sotto forma di perle artificiali, capaci di assorbire l’umidità. Ad ogni modo, sarà il vostro gatto a scegliere. Sarà lui a doversi sentire a suo agio e comodo nell’usarla.

Cercate sempre di scegliere sabbie di buona qualità. I bisognini dei gatti vanno ritirati dalla lettiera ogni giorno, mentre la sabbia va cambiata interamente almeno due volte alla settimana. Utilizzare prodotti scadenti riduce questi tempi, quindi, sarete costretti ad usarne maggiori quantità. Esiste poi la possibilità di fare la sabbia per gatti in casa da soli.

Avete preso nota di questi 4 consigli? Siamo sicuri che, d’ora in avanti, non commetterete mai più errori e saprete come usare la lettiera per gatti in modo praticamente perfetto.