Cosa significa la febbre nei cani?

Al pari delle persone, i cani possono contrarre malattie e infezioni. Una risposta immunitaria a queste infezioni è la febbre. Senza dubbio, esistono varie cause che possono provocare la febbre nei cani ed è necessario osservare con attenzione gli altri sintomi presenti prima di determinare quale malattia affligga il nostro cane.

Cos’è la febbre?

Si definisce febbre una temperatura corporea troppo elevata, causata da una risposta immunitaria a un’infezione o un’infiammazione. La temperatura corporea normale dei cani si aggira intorno ai 39,5 °C, perciò si può considerare febbre quando la temperatura del nostro animale da compagnia supera i 39,5 °C. Quando si raggiungono i 41 °C potrebbero subentrare delle complicazioni, e nei casi più gravi si potrebbe verificare anche la morte dell’animale.

Come potete capire se il vostro cane ha la febbre?

febbre-cane-2

Per sapere se il vostro cane ha la febbre, dovete misurargli la temperatura rettale. Per farlo usate un termometro per cani. È importante che non usiate il vostro termometro per realizzare questa operazione.

Per misurare la febbre al vostro cane, lubrificate il termometri con della vaselina o olio per bambini e introducetelo delicatamente un paio di centimetri nell’ano del vostro cane. È possibile che serva l’aiuto di un altra persona che sostenga l’animale mentre realizzate quest’operazione, soprattutto se il cane è molto grande. Aspettate quindi il risultato.

Esistono diversi sintomi che un cane con la febbre manifesta. Sono i seguenti: tremori, stato d’animo depressivo e sonnolento, perdita di appetito, vomito, tosse e secrezioni nasali.

Quali sono le cause della febbre del vostro cane?

febbre-cane-3

Le cause più comuni della febbre negli animali sono le infezioni batteriche, fungine e virali. L’infezione può presentarsi in qualunque parte del corpo dell’animale. I sintomi dipenderanno da dove si svilupperà e dalla causa di questa. Inoltre, anche i vaccini possono causare una febbre passeggera, da 24 a 48 ore dopo la vaccinazione, mentre l’organismo del vostro animale si adatta al cambiamento.

Il consumo di sostanze velenose per i cani, come le noci di Macadamia e alcuni antidepressivi umani possono a loro volta causare la febbre. E ovviamente, malattie più gravi come disturbi del sistema immunitario, problemi al midollo osseo, infezioni non diagnosticate o anche cancro possono essere la causa della febbre del vostro amico a 4 zampe.

Una delle cause virali che causa più speso la febbre è l’influenza. Se oltre alla febbre il cane presenta tosse, sonnolenza, perdita di appetito, naso che cola e sembra avere qualche problema respiratorio (se presenta del muco o catarro verde), allora potrebbe trattarsi d’influenza. Se questi sintomi durano più di due giorni, dovrete consultare il prima possibile un veterinario.

Come l’influenza umana, quella dei cani viene curata con antibiotici, che lo proteggono da infezioni secondarie; quando si presenta in forma acuta, l’influenza può degenerare in polmonite. Per prevenire l’influenza canina, la cosa migliore da fare è tenere il vostro cane lontano da altri cani infetti.

Se il vostro cane rimane frequentemente a contatto con altri suoi simili, è consigliabile vaccinarlo contro l’influenza canina, anche se come sempre il padrone dovrà valutare i possibili rischi prima di prendere una decisione. Ad ogni modo, il virus dell’influenza è generalmente lieve e se trattato adeguatamente, può essere combattuto in poco tempo e abbastanza facilmente.

Cosa fare se il vostro cane ha la febbre?

Se il vostro cane sfortunatamente ha un po’ di febbre, specialmente se la febbre è molto alta, la cosa migliore da fare è portarlo dal veterinario. Senza dubbio esistono alcuni rimedi della nonna che possono essere messi in pratica per abbassare provvisoriamente la febbre dell’animale, come per esempio fare all’animale un bagno freddo per 10 minuti, coprirlo con un panno umido, fargli bere tanta acqua fresca, lasciarlo riposare all’ombra in un posto fresco e tranquillo, mettergli una borsa di ghiaccio tra le zampe, sull’addome o sopra la testa o somministrargli Echinacea o qualche altro medicinale consigliato dal veterinario.