Prendersi cura del cane nei giorni di pioggia

Avere un cane significa inevitabilmente portarlo fuori più volte al giorno, anche in inverno, con il freddo o con la pioggia, con qualche piccola precauzione, però, affinché il vostro amico a quattro zampe non si ammali.

Una protezione naturale

Proprio come noi, anche gli animali domestici patiscono il freddo, tant’è vero che nelle giornate più rigide li vediamo rabbrividire, muoversi svogliati, mangiare con poco appetito. Possono anche ammalarsi, prendersi un raffreddore o addirittura la polmonite.

Anche se sono molti i farmaci veterinari contro la bronchite o altri malanni, è certamente meglio proteggere la salute del cane nelle giornate di pioggia o in quelle fredde.

La temperatura corporea degli animali è naturalmente diversa dalla nostra;  il cane dispone di una copertura naturale, il pelo, che lo riscalda e lo protegge dalla pioggia. Per questo motivo, non è una buona idea tagliargli il pelo in inverno. Affinché possa proteggerlo in modo ottimale, il pelo del cane deve essere pulito e spazzolato.

Bagno e asciugatura

I bagni nella stagione estiva possono essere più frequenti, ma nelle stagioni fredde, soprattutto nei giorni piovosi e rigidi, non conviene bagnarli tanto. I cani con il pelo più fitto possono impiegare parecchio tempo ad asciugarsi. In questo caso possiamo aiutarli con un asciugatore per animali.

Se il pelo è lungo e abbondante, arriva a proteggere anche le zampe. Soprattutto quando l’animale comincia ad avere una certa età, questa protezione aggiuntiva lo aiuta a prevenire i dolori reumatici. Ciò nonostante, i cuscinetti delle zampe possono trattenere l’acqua della pioggia, proprio per la presenza di peli tra le dita. Per questo motivo è importante, una volta rientrati a casa, asciugare questa zona o addirittura idratarla con vaselina o una crema specifica. Per quanto dura, l’area sotto le zampe può irritarsi in caso di pioggia o neve.

Un modo pratico per tenere le sue zampe asciutte durante la passeggiata è quello di fargli indossare gli stivaletti impermeabili, studiati apposta per consentire un movimento libero. È probabile che inizialmente l’animale si senta a disagio, ma si abituerà presto, le sue zampe resteranno asciutte, e quando arriverà a casa, basterà togliergli le “scarpine” per evitare le macchie sul pavimento.

A passeggio sotto l’ombrello

Si, certo, esiste anche l’ombrello per cani. Tra i molti articoli ideati per loro, è possibile trovare un guinzaglio che ha incorporato un ombrellino, per riparare il nostro piccolo amico dalla pioggia.

Un’altra opzione è l’impermeabile con cappuccio che copre tutto il corpo e lo protegge dalla sensazione di umido.

La giusta alimentazione e un buon riparo

cane-ciotola-con-cibo

Autore della foto: Fernando Dall’Acqua

È importante curare l’alimentazione dei nostri animali domestici durante i mesi di pioggia o di freddo: questo non significa che dobbiamo farli mangiare di più, ma piuttosto assicurarci che assumano la quantità di proteine ​​necessarie per affrontare questo periodo nel migliore dei modi.

Nei giorni di pioggia controllate che la sua ciotola abbia sempre acqua pulita e fresca. Se vivono riparati, ma all’aperto, è possibile acquistare ciotole speciali con riscaldamento, per evitare che l’acqua congeli.

Se non potete tenere il cane in casa, fornitegli un riparo confortevole per i giorni di pioggia e per il freddo, costruito con materiali isolanti. Le cucce per cani più sofisticate hanno un mini sistema di riscaldamento.

Controllate regolarmente lo stato della “casetta” del cane, come se fosse casa vostra. Potrebbe essere sporca, allagata o addirittura diventare la dispensa improvvisata del cane per gli alimenti più disparati, inclusi piccoli animali morti.