Cure dentali nel gatto

I cuccioli di gatto hanno 26 denti, gli adulti invece ne possiedono 30. Per mantenere sano il vostro gattino, dovete sapere che è necessario praticare un’adeguata igiene orale. A seguire scoprirete quali sono le cure dentali da seguire per il vostro piccolo amico.

Dati importanti

gatto-che-gioca1
Le malattie parodontali sono quelle più comuni nei gatti dai tre anni in su. È molto difficile diagnosticare la malattia in una fase precoce, dal momento che colpisce la porzione dei denti che si trova sotto le gengive.

Queste affezioni hanno inizio quando i batteri si depositano in bocca e si forma un sottile strato di placca intorno ai denti. Nel corso del tempo, questo strato di placca si mineralizza, calcificandosi, e diventa tartaro: i batteri si accumulano e questo porta a un’infiammazione delle gengive e alla conseguente perdita dei denti.

Il modo migliore per aiutare il vostro animale domestico ad avere denti sani è, prima di tutto, osservare attentamente il vostro gatto. Generalmente i gatti hanno un alito particolare, che può essere considerato normale, ma se notate che, quando espira, l’odore è molto forte, è probabile che ci sia qualche problema. Se non curato, probabilmente l’odore dell’alito peggiorerà, il che è un segno inequivocabile della presenza di batteri su denti e gengive.

Quando portate il vostro gatto dal veterinario, per la visita annuale, chiedete di controllare i suoi denti. Il monitoraggio frequente aiuterà a individuare eventuali problemi che, probabilmente, non avete notato. Se avete riscontrato la presenza di una forte alitosi oppure che, quando mangia, le gengive sanguinano, non allarmatevi. Parlatene semplicemente con il veterinario, che gli farà una pulizia dentale.

E’ importante stabilire una routine quotidiana di igiene orale del vostro animale domestico, e farlo in tenera età, perché con i gatti adulti è più difficile. Quando dovete lavare i denti del vostro gattino, potete utilizzare una garza, applicarvi un dentifricio speciale per gatti, e lavare delicatamente i denti. Quando l’animale sarà adulto, potete continuare con questa tecnica, o utilizzare uno spazzolino.

Probabilmente, in un primo momento il vostro gatto mostrerà di non gradire molto il sapore del dentifricio, ma si abituerà molto velocemente. È possibile acquistare il prodotto dal vostro veterinario o presso negozi di animali, ma non lavate i denti del vostro gatto con un dentifricio per l’uomo: il fluoro è molto pericoloso per loro.

La perdita dei denti avviene, nella maggior parte dei casi, a causa di gengive irritate o infiammate. Il colore delle gengive dovrebbe essere rosa. Se notate un colore rossastro o se queste vi sembrano irritate, è probabile che il vostro gatto inizi ad avere un problema. Oltre a lavare i denti, cercate di fare anche un delicato massaggio alle gengive. Ciò permetterà di migliorare la circolazione sanguigna, rendendole forti e sane. In questo modo, in futuro, il vostro gatto andrà incontro a meno problemi gengivali.

Alcuni consigli

gatto-che-miagola

Un altro fattore importante che rientra nella cura dentale del vostro gatto è quello di seguire una dieta sana. Oltre alla raccomandazione di alternare cibo umido e secco, potreste dare al vostro gatto un pò di carne cruda, per farlo masticare e stimolare la circolazione del sangue in bocca. Potete dargli diversi tipi di carne e pesce, manzo o coniglio.

Dal veterinario avrete notato che esistono alcuni prodotti per tenere sotto controllo l’evoluzione del tartaro negli animali domestici. Se volete potete usarli con moderazione, ma da soli non bastano per mantenere sani e puliti i denti del vostro gatto. Sono utili a complemento dell’igiene orale, ma bisogna effettuare una pulizia dentale adeguata. Potete usarli per premiare il vostro amico, dopo l’igiene orale.

Tenete presente che, in natura, questi prodotti non esistono. I gatti mantengono sani i loro denti in vari modi. Uno di questi è masticare le ossa. I gatti sono predatori e mordere le ossa delle loro prede aiuta a pulire il tartaro e a mantenere una sana igiene orale. Se volete dare un osso al vostro gatto, evitate le lische di pesce e le ossa di pollo o di maiale, in quanto potrebbero scheggiarsi e fargli male. Un osso di manzo crudo è l’ideale.

L’importante è prendere l’abitudine di curare i denti del vostro gatto. La perdita di denti, proprio come le malattie parodontali, sono strettamente collegate a disturbi cardiaci, renali o altre affezioni croniche. Controllate periodicamente i suoi denti per garantirgli una vita sana e felice.