Il diabete nei cani

Solo chi ci è passato sa che il diabete può colpire anche i cani. La maggior parte delle persone crede infatti che possano essere affetti da diabete solo gli esseri umani.

In questo articolo parleremo del diabete e della terapia più adeguata per trattare i cani che ne soffrono.

Che cos’è il diabete nei cani

Il pancreas secerne un ormone chiamato insulina. La funzione dell’insulina è quella di stimolare le cellule affinché assorbano e trasformino il glucosio introdotto attraverso l’alimentazione.

Il diabete è un incremento dei livelli di zucchero (glucosio) nel sangue, causato da una carenza di insulina.

Quando i carboidrati si trasformano in glucosio ma l’organismo non dispone di insulina sufficiente per metabolizzarlo e per trasformalo in energia, si verifica un pericoloso accumulo di zuccheri nel sangue. Non solo, l’organismo comincia anche a richiedere sempre più energia e ciò si manifesta clinicamente con un aumento dell’appetito. Insomma si innesca un circolo vizioso che aggrava il problema e mette seriamente a repentaglio la salute dell’animale.

 

Percentuale di diabete nei cani

chow-chow (1)

Sebbene non si conosca la percentuale esatta, si calcola che 1 cane su 500 soffre di diabete. Questa percentuale aumenta con l’aumentare dell’età dei cani presi in esame: si diagnosticano più casi a partire dai 4 anni d’età.

L’età non è l’unico fattore di rischio di diabete. I cani in sovrappeso sono più esposti. Inoltre ci sono delle razze più predisposte a soffrire di diabete come per esempio il Samoiedo, il Barboncino, il Chow Chow o il Dobermann.

Diabete nei cani: i sintomi

Dal momento in cui si produce un accumulo di glucosio nel sangue, cominceranno ad apparire i primi sintomi del diabete.

  • Appetito anormale (polifagia o monofagia).
  • Il cane perde peso a fronte dell’aumento dell’appetito. 
  • Eccessiva sete.
  • Frequenti minzioni.
  • Uno stato apatico generalizzato, provocato dalle energie insufficienti.

Trattamento del diabete nei cani

Come accade nel caso di altre patologie, anche il trattamento per il diabete dev’essere specifico per ogni caso. Per esempio, un animale a cui sia stato diagnosticato il diabete ma che continua a mangiare normalmente senza presentare episodi emetici, può essere trattato con iniezioni di insulina.

Dev’essere una preparazione insulinica veterinaria che gli verrà somministrata seguendo scrupolosamente le indicazioni del veterinario.

Nei casi più gravi può essere necessario un ricovero in clinica veterinaria per un trattamento intensivo. In questi casi può succedere che il medico veterinario somministri all’animale l’insulina per umani. Il ricovero durerà tutto il tempo necessario per permettere all’animale di tornare a casa in condizioni ottimali.

In ogni caso, l’obiettivo è evitare che i livelli di glucosio siano troppo bassi, invece nel caso delle persone affette da diabete la prima cosa da fare è ristabilire il livello normale.

 Negli animali un alto livello di glucosio ha meno effetti negativi sulla loro salute giacché sono essi meno longevi delle persone.

Bisogna che teniate sempre sotto controllo i livelli di glucosio ematico e, se è possibile, prestate attenzione alla quantità di cibo e di acqua che il vostro animale ingerisce.

 

Alimentazione ed attività fisica nel trattamento del diabete

cane-mangiando-verdura

Il veterinario vi indicherà i passi da seguire per somministrare al vostro cane un’alimentazione adeguata. La dieta dev’essere variegata e appetitosa. Non dimenticate infatti che uno dei sintomi del diabete è l’inappetenza ed è un problema che dovrete affrontare e risolvere con costanza e pazienza.

Quando invece l’animale ha eccessivo appetito bisogna cercare (e dovete riuscirci) di evitare che mangi qualsiasi cosa che non rientri nella dieta appositamente studiata per lui.

L’attività fisica è fondamentale nel trattamento del diabete nei cani. Dovete fare in modo che il vostro cane abbia una vita attiva, dovete portarlo fuori a passeggiare tutti i giorni. Non rassegnatevi alla sua apatia, non può avere una vita sedentaria.

Seguite scrupolosamente gli ordini del veterinario. Se mettete in pratica tutti questi accorgimenti, vi renderete conto che il diabete non è un ostacolo insormontabile e che potrete godere l’uno dell’altro per molti anni.