Dieta casalinga per cani: gli alimenti più raccomandati

È importante che la dieta casalinga scelta per il vostro cane sia completa e bilanciata, ovvero che soddisfi tutte le esigenze nutritive dei vostri animali domestici. Di seguito condividiamo alcuni consigli per far sì che l’alimentazione del vostro cane contenga tutti i nutrienti necessari.

Quali alimenti dovrebbero essere inclusi nella dieta casalinga?

cane-mangia-mela

Le diete casalinghe comprendono una grande varietà di alimenti, quali frutta, verdura e carne. La porzione di ciascuno di questi alimenti dipenderà dalle esigenze del vostro animale domestico: l’alimentazione del cucciolo è diversa rispetto a quella di un cane adulto.

Ricordate che, spesso, i cuccioli sono più soggetti a problemi causati da carenze nutrizionali e, quelli che appartengono a razze di taglia grande, sono spesso esposti al rischio di un eccesso di calcio prima della pubertà.

Gli alimenti usati nella dieta di un cane possono essere crudi o cotti. Si possono aggiungere anche gli avanzi della tavola, ma solo se si tratta di prodotti sani, privi di grassi.

Almeno la metà dei nutrienti compresi nella dieta, deve provenire da carne e altri prodotti a base di proteine animali. Molti programmi alimentari basati su cibi crudi sono eccessivamente ricchi di grassi e possono portare all’obesità.

Un altro potenziale pericolo delle diete troppo ricche di grassi è il fatto che il cane potrebbe soffrire di carenze nutritive.

A meno che il vostro cane pratichi una regolare e intensa attività fisica, è molto importante utilizzare carni magre (non oltre il 10 per cento di grassi), eliminare la pelle dal pollame e il grasso.

Il cuore del pollo è una buona scelta per la dieta casalinga di un animale domestico, perché è più magro e meno costoso di altre carni contenenti fibre muscolari.

Potete alimentare il vostro animale domestico ogni giorno anche con piccole quantità di pesce, fonte di vitamina D. Potete scegliere tra le sardine (confezionate in acqua, non sott’olio), il tracuro e il salmone rosa. Ricordate di togliere le lische e di non dare mai da mangiare al vostro piccolo amico il salmone crudo del Pacifico, la trota o altre specie affini. 

Il fegato di pollo o manzo è particolarmente nutriente. Potete includerlo nella dieta casalinga del vostro animale domestico ogni due giorni.
Anche le uova sono molto ricche di nutrienti. Sapevate che i cani che pesano circa 8 chili possono mangiare un uovo al giorno?

Lo yogurt naturale è un alimento ben tollerato dalla maggior parte dei cani. Anche la ricotta e i fiocchi di latte sono una buona scelta. Altri tipi di formaggi sono sconsigliati, in quanto contengono un’elevata percentuale di grassi.

È consigliabile includere frutta e verdura?

cane-mangia-verdura

La frutta e la verdura forniscono al vostro animale domestico grandi quantità di fibre, che migliorano la salute dell’apparato digerente. Inoltre forniscono nutrienti benefici che contribuiscono alla salute e alla longevità del vostro piccolo amico. Non dimenticate che le verdure di colore scuro contengono maggiori sostanze benefiche.

Le verdure ricche di amido, quali patate, patate dolci, zucche e legumi (fagioli), forniscono carboidrati, che possono essere utili per il mantenimento del peso nei cani molto magri e attivi. Bisogna quindi limitare le quantità per non causare sovrappeso. Ricordate che gli alimenti amidacei devono essere cotti, in modo che gli animali possano digerirli.

Le verdure a foglia verde e altre verdure non amidacee presentano un basso contenuto calorico e possono essere incluse nella dieta del vostro animale domestico, in piccole quantità. Ma attenzione, se sono troppo dure, possono provocare gas intestinali negli animali. Broccoli e cavolfiori possono sopprimere la funzione della tiroide.

Per quanto riguarda la frutta, banane, mele, fragole, melone e papaia sono buone scelte. Evitate uva e uvetta, perché possono provocare insufficienza renale nei cani.

Fate molta attenzione ai cereali, che possono causare infiammazioni, allergie, artrite o malattie infiammatorie intestinali (IBD), così come crisi epilettiche e altri problemi. Alcuni cereali contenenti glutine possono provocare disturbi digestivi in ​​alcuni animali.

I cereali e gli ortaggi amidacei dovrebbero costituire oltre il 50 per cento della dieta del vostro animale domestico. Si consigliano la farina d’avena, il riso integrale, la quinoa e l’orzo. Il riso bianco può essere utilizzato per alleviare alcuni disturbi gastrici, soprattutto se cotto con molta acqua, ma presenta un basso contenuto di nutrienti e, pertanto, non deve costituire la base della dieta. Tutti i cereali devono essere ben cotti.