È giusto far salire il cane sul divano?

I luoghi adibiti al riposo e alla vicinanza con il padrone sono importanti per un animale domestico, ma è un privilegio da dosare. Capita spesso di umanizzare il comportamento del nostro cane o di non fermarci a considerare il significato che i nostri gesti assumono per loro. Non dobbiamo dimenticare che il cane appartiene ad un’altra specie. Le sue necessità e il suo modo di interpretare la realtà sono diverse dalle nostre. Un buon esempio è rappresentato dal divano.

Effetti sul carattere dell’animale

Troppo spesso i nostri cani soffrono di ansia, sono invadenti, aggressivi o hanno problemi simili. Se il vostro cane ha assunto un comportamento dominante, il fatto di riposare in un luogo alto e privilegiato della casa può aggravare questo atteggiamento. Oppure, se l’animale è troppo attaccato a voi e soffre di ansia quando lo private della vostra attenzione, lasciargli spazio sul divano potrebbe peggiorare il problema.

boxer-sul-divano

Quando il cane è equilibrato e non ha problemi comportamentali, possiamo permettergli di schiacciare un pisolino sul divano, accanto a noi. In questo caso nessun problema rischia di essere aggravato.

Tuttavia, alcune abitudini errate, come la mancanza di esercizio fisico e mentale, oppure un eccesso di privilegi, possono provocare nel cane cattivi comportamenti.

Anche se non sempre i problemi di comportamento sono una conseguenza diretta del poter salire sul sofà, questo può essere uno dei fattori scatenanti.

Impostare subito delle buone abitudini

Il motivo di queste precauzioni è semplice. I nostri cani non riescono a capire il motivo per cui un oggetto (il divano) a volte è accessibile, a volte no. Nella loro psicologia canina, questa incoerenza può causare frustrazione e aggressività.

Il cane è un animale dotato di buona memoria. Se quando era cucciolo lo abbiamo tenuto in braccio sul divano o perfino sul letto per accarezzarlo, è logico che crescendo pensi che questa condotta abbia la nostra approvazione. Quindi, che il divano sia un luogo accessibile per lui. Per evitarlo, la cosa migliore è coccolarlo, già da cucciolo, lasciandolo per terra, affinché non associ la dimostrazione d’affetto con il sofà o il letto.

È probabile che il cane salga sul divano per il semplice motivo che questo oggetto ha il nostro odore. In assenza del padrone, per l’animale è molto gradevole stare a contatto con qualcosa che glielo ricordi.

Il modo migliore per ‘rimproverare’ il cane

Quando lo sorprendiamo sdraiato sul divano o seduto su altri mobili di casa, dobbiamo riprenderlo e non lasciar correre. Ci avvicineremo a lui con calma, lo inviteremo a scendere giù, senza arrabbiarci, ma dicendo decisamente “no”. In questo modo, il cane capirà che non va bene sdraiarsi lì e che non ha la nostra approvazione.

Occorrerà ripetere questa operazione molte volte: la pazienza e la perseveranza sono la chiave del successo. Premieremo l’animale quando riusciremo a farlo scendere senza che risalga, affinché capisca che questo è il comportamento che desideriamo da lui

Per eliminare completamente il rischio che il cane salga sul sofà, la cosa migliore è chiudere la porta della stanza. Questo non vi è possibile e non siete riusciti a farlo ragionare con le buone? Il passo successivo è ricorrere ad alcune “misure estreme”.

Coprite il divano

cane-seduto-sul-divano

Una soluzione efficace può essere coprire il divano con una coperta o un lenzuolo. Spruzzateli abbondantemente di deodorante, profumo o altri repellenti per cani. In genere i nostri amici a quattro zampe non gradiscono il profumo. Inoltre, coprendo il sofà, eliminerete le tracce di odore che il cane ha lasciato. Dopo aver ripetuto l’operazione per qualche giorno di seguito, vedrete che il cane smetterà di salire.

Potete anche ricoprire i bordi del divano con fogli di alluminio o lattine vuote. In questo modo, quando proverà a salire, il rumore lo spaventerà. Dopo qualche tentativo, è probabile che desista.

Siete riusciti a convincere il cane a non salire sul sofà? Mantenete questa posizione con fermezza: non permetteteglielo più. Un cedimento e tutta la fatica andrà perduta.

Se, invece questi consigli non sono bastati, non vi resta che chiedere aiuto ad un addestratore professionista.