I gatti e l’istinto di lotta: perchè lottano fra loro?

Come avete potuto osservare tante volte, i gatti sono soliti litigare, questo comportamento fa parte della loro specie, ed è pertanto un componente della loro natura. Como specie autonoma, i gatti sono cacciatori solitari e preferiscono evitare il conflitto fisico poiché minaccia la loro sopravvivenza; qualsiasi lotta aperta, infatti, può provocare lesioni, incapacità di cacciare e di conseguenza, la morte.

I gatti mostrano la loro irritazione, ma utilizzano particolari codici per evitare il conflitto con i loro simili e ridurre la tensione. Questi segnali li possiamo percepire dai loro vocalizzi, dalla postura, dall’espressione facciale o dalla marcatura del terreno.

Tuttavia, la lotta potrebbe verificarsi e ciò potrebbe essere causato dal fatto che non c’è altra soluzione  o dal fatto che l’aggressore è convinto che l’avversario non opporrà resistenza.

I gatti e l’istinto  di lotta:  motivi di conflitto.

 lotta tra gatti2

Sia  a casa sia fuori dal loro territorio la maggioranza dei gatti proverà a difendere il proprio spazio o perlomeno la zona che considera più importante. In giro per il quartiere, possono cercare attivamente opportunità per ampliare il loro territorio ed i gatti più deboli  rappresentano un facile obiettivo per le aggressioni.

Se i gatti non possono o non riescono a difendere la loro area, allora non usciranno più di casa perché i loro confini sarebbe talmente ridotti da far diventare le passeggiate all’aperto troppo pericolose.

Una porta o finestra aperta potrebbe potenzialmente permettere che gatti estranei invadano l’abitazione e questo può scatenare un comportamento aggressivo da entrambi le parti.

Sorprendentemente ci sono occasioni in cui la forza invadente si trattiene dal lottare davanti alla passività del gatto residente, ma questo forse è dovuto più alla paura che prova piuttosto che all’accettazione effettiva dell’incontro. Qualunque invasione può causare attrito fra i gatti residenti, poiché aumenta la tensione e la loro ansia. Anche il numero di gatti nel quartiere potrebbe avere un effetto simile, in quanto per il gatto residente questa presenza innesca una tensione che a volte è difficile da superare.

Alcuni gatti ricorrono all’aggressione attiva più rapidamente di altri, per via della loro genetica, del loro sesso e delle esperienze precedenti.

Anche in presenza di femmine riproduttrici si possono verificare episodi di aggressività, soprattutto quando le madri proteggono i loro gatti. L’aggressione non è una condizione tipica o una manifestazione del temperamento di un gatto, ma piuttosto una conseguenza di uno stato emotivo. In alcune circostanze, alcuni gatti possono essere più portati all’aggressività di altri

Come posso trovare una soluzione all’aggressione?

gatti innamorati 2

I gatti sono molto adattabili e a casa possono condividere lo spazio senza diventare aggressivi. Diversi gatti possono formare bande o gruppi, che convivono apparentemente d’accordo per evitare aggressioni fra di loro, sempre che ciò sia possibile. Tuttavia, ci saranno momenti in cui l’aggressività sarà evidente fra i membri delle varie fazioni, soprattutto per affermare il diritto ad una particolare risorsa. In questo caso, il gatto può anche usare l’intimidazione passiva come tattica molto efficace di guerra psicologica.

In qualunque gruppo multi-gatto ci saranno potenziali molestatori; tutto quel che serve è trovare una vittima. Una vittima è qualsiasi gatto che reagisca al comportamento minaccioso dell’altro, più il gatto reagisce a questa forma d’intimidazione, più fa il gioco del prepotente.

D’altra parte, molti gatti si divertono anche con i giochi di lotta e si danno la caccia l’un l’altro. Questo gioco è solitamente silenzioso, intervallato da tante pause in modo che ogni gatto si riprenda. Il morso è leggero e non provoca nessun danno o dolore al ricevente perché gli artigli sono ritratti.

Non c’è motivo di interrompere la lotta se svolta con queste caratteristiche. Ma attenzione perché il gioco di lotta potrebbe alcune volte inasprirsi e diventare troppo duro.