Il dalmata: un migliore amico davvero elegante

Diciamo la verità, il dalmata è una razza che gode di particolare fama grazie al libro di Dodie Smith “I cento e una dalmata” (meglio conosciuto come “la carica dei 101”), e soprattutto grazie all’indimenticabile film di animazione Disney. Ma cosa sappiamo realmente su questa razza, oltre al fatto che i suoi esemplari sono ricoperti da graziosissime macchie? Siete nel posto giusto per scoprirlo.

Da dove viene il dalmata?

dalmata-2

L’origine esatta del dalmata è abbastanza incerta, anche se grazie a dei dipinti ritrovati in Croazia, possiamo supporre che provenga dalla Dalmazia, regione da cui la razza prende il nome, e che sia antica vari secoli. Grazie al suo portamento e al modo in cui si muove, il dalmata veniva utilizzato per proteggere i cavalli delle carrozze dell’aristocrazia, ma in realtà questo “accompagnamento” era più un segno di prestigio.

Successivamente venne utilizzato anche dalle carrozze dei pompieri per mantenere la strada libera per i cavalli che le trainavano, e ancora oggi il dalmata viene considerato la mascotte dei pompieri. A volte è stato anche utilizzato come cane da pastore.

Aspetto del dalmata

Il dalmata è un cane di media stazza, dalla buona muscolatura e dall’eccellente resistenza. Le zampe sono rotonde con le dita ad arco e le unghie possono essere sia bianche che del colore delle macchie del pelo. Il naso è dello stesso colore delle macchie e gli occhi possono essere rosso scuro o ambra.

Esistono dei dalmata con gli occhi azzurri, ma non vengono considerati razza pura. Le orecchie sono morbide e terminano formando una punta, anche se le portano ripiegate su se stesse. Il pelo è corto, brillante, duro e denso con il fondo di colore bianco o fegato (una specie di marroncino) e le macchie nere o marroni.

Affinché il cane venga valutato positivamente a livello estetico, le macchie devono avere un diametro che va dai 2 ai 3 centimetri sulla schiena ed essere più piccole su testa e zampe. Inoltre le macchie devono essere equamente distribuite su tutto il corpo e devono essere ben definite. Bisogna ricordare che i dalmata nascono senza macchie, completamente bianchi, e queste compaiono solo in un secondo momento (anche se per chi ha visto il film sarà difficile dimenticare il dispiacere di Glenn Close quando vede i cuccioli senza macchie).

Questa razza cambia il pelo costantemente e non una volta all’anno come molte altre. Il dalmata può arrivare a pesare da 24 a 32 kg e sarà alto tra i 54 e i 61 cm.

Temperamento del dalmata

dalmata-3

Il dalmata è un animale vigoroso, forte e muscoloso che ha bisogno di attività ed esercizio costanti. Grazie al loro passato come accompagnatori di carrozze, sono molto veloci, hanno una grande resistenza e sono degli eccellenti compagni per persone attive, ameranno infatti fare delle lunghe passeggiate e correre in campagna. Anche se si affezionano molto alle persone, si adattano bene agli umori della gente e amano partecipare a tutto ciò che succede in famiglia, a causa delle grosse dimensioni e dell’inesauribile energia, bisognerà prestare un po’ più di attenzione se in casa sono presenti bambini piccoli.

È molto importante far socializzare il cane e addestrarlo in maniera corretta, affinché possa vivere con una famiglia. Tenerlo in spazi ristretti è fortemente sconsigliato perché, come detto, è un cane che ha bisogno di muoversi. Inoltre non deve restare da solo per troppo tempo, perché la mancanza di attenzioni potrebbe dar origine a comportamenti distruttivi o a disturbi di altro genere, arrivando anche al punto di mordersi le zampe o scavare in modo compulsivo ferendosi seriamente.

Il dalmata è un cane indipendente e sereno, ma è anche di natura riservata e di temperamento territoriale, anche se socializza bene con le persone e con i cavalli. Oltre che come cane di compagnia, può essere addestrato come cane da protezione o come cane da caccia.

Stato di salute del dalmata

I dalmata sono dei cani molto forti che godono di buona salute, anche se vi è una buona percentuale (circa il 10%) di esemplari affetti da sordità e sono conosciuti per avere un metabolismo uricotelico (che indica che la loro urina è composta maggiormente da acido urico invece che dall’urea, il componente principale dell’urina che caratterizza il resto dei mammiferi, incluse le altre razze di cani).

Questo aspetto può portare alla formazione di calcoli sia nei reni che nella vescica o nell’uretra, che possono provocare irritazioni o addirittura bloccare il flusso dell’urina, cosa che potrebbe condizionare notevolmente tutta la vita dell’animale. Proprio per questo motivo, il dalmata deve seguire una dieta particolare povera di purine, bere molta acqua e realizzare esercizio regolarmente per evitare la formazione di questi calcoli.