Il gatto siamese, bellezza dagli occhi azzurri

Da gatto inquietante nei film, ad esemplare dai meravigliosi occhi azzurri: snello, fedele e inquieto, il gatto siamese appartiene ad una delle razze feline più diffuse. Se avete in casa, come animale da compagnia uno di questi magnifici gatti o se siete semplicemente incuriositi da questa razza, vi invitiamo a scoprirne di più nel seguente articolo.

Nonostante le origini precise di questa razza non siano certe, se ne trovano tracce in registri molto antichi thailandesi (dell’anno 1350 circa). Però i gatti siamesi come li conosciamo oggi sono molto diversi dai loro antenati. Per esempio, in stampe antiche si possono osservare immagini di gatti siamesi con il mantello tigrato e con le zampe più scure. Queste sono le caratteristiche di un gatto selvatico, da cui si può dedurre che la sua origine sia la selva.

 

Caratteristiche fisiche

I siamesi moderni sono gatti di taglia media e raggiungono i 30 cm circa. I gatti di questa razza sono noti per essere forti e muscolosi, ma anche di linea sottile, caratteristica selezionata dagli allevatori moderni che hanno cercato di mantenere nella razza i tratti asiatici.

Una caratteristica peculiare di questo gatto è il suo modo di camminare,considerato da molti raffinato. Senza dubbio questo si deve al fatto che le zampe posteriori sono leggermente più lunghe di quelle anteriori, cosa che influenza (e non negativamente) la sua andatura.

Un’altra particolarità sono le sue orecchie appuntite e il naso triangolare. La coda deve terminare a punta e si considera un difetto se finisce con una curva. Lo standard della razza prevede che il pelo sia molto corto e sottile, anche se si possono trovare esemplari a pelo lungo che sono ugualmente bellissimi.

Il gene responsabile del colore caratteristico dei siamesi, così come dei suoi occhi azzurri, è recessivo e viene trasmesso ai cuccioli solo se lo possiedono entrambi i genitori. Pertanto gli incroci tra esemplari di questa razza potrebbero portare a delle sorprese.

 

Personalità

gatto-siamese-2

Buona parte del successo di questa razza e della sua diffusione mondiale si deve principalmente al fatto che sono gatti forti e allegri, oltre che essere molto affettuosi e attaccati ai propri padroni. I siamesi infatti sviluppano forti legami con il proprietario e se si considera che sono anche in genere impazienti, capirete il motivo per cui si fanno sentire ben forte quando chiedono affetto o cibo.

Sono gatti ideali per chi può dedicare loro molto tempo e attenzione. L’intelligenza di questa razza li porta ad avere un linguaggio ben sviluppato, che va dall’espressione del corpo ai miagolii. Se state pensando di prendere con voi un gatto siamese, sarà meglio che non vi infastidiscano troppo i rumori, perché ne userà una gran varietà per attirare la vostra attenzione.

Non è una razza che ama dominare e tende a prestare più attenzione ai padroni che alla difesa del territorio. In genere tendono ad affezionarsi di più ad un membro della famiglia, seguendolo dappertutto e arrivando perfino a lasciarsi mettere il guinzaglio.

 

Salute e assistenza

gatto-siamese

I siamesi sono gatti pieni di energia, per questo hanno bisogno di un padrone disposto a partecipare ai suoi giochi, importanti per mantenere tonica la muscolatura. L’educazione da impartire loro deve essere costante, ferma e chiara, specialmente quando si vogliono stabilire dei limiti. Altrimenti il gatto finirà per appendersi alle tende o saltare dappertutto. Tenete presente che è un animale molto nervoso, addestrarlo con maniere brusche o con la violenza peggiorerà solo questa sua caratteristica.

 

Prendersi cura del manto sarà certo più semplice con gli esemplari a pelo corto, poiché sarà sufficiente spazzolarlo due volte a settimana. Se è un siamese dal pelo lungo occorrerà più tempo e attenzione, e ci saranno inoltre più probabilità di soffrire di allergia.

In linea generale è un gatto che gode di buona salute, bisogna solo fare attenzione alle malattie respiratorie, che si annunciano con starnuti, secrezioni e apatia.

Sono anche soggetti alle malattie cardiache e a mettere su peso con il passare degli anni. Invecchiando, il pelo tende a diventare più scuro e il gatto perde un po’di energia. Un siamese ben tenuto può vivere più di 15 anni;  controllategli regolarmente occhi, orecchie e denti dopo che ha compiuto i 7 anni di età: potrebbero andare incontro a problemi, facilmente evitabili con visite regolari dal veterinario.