Imparate a curare l’alimentazione dei vostri animali domestici

Gli animali hanno bisogno di attenzioni speciali, anche per quanto riguarda l’alimentazione, a seconda delle fasi della loro vita: curare questo aspetto della vita dei vostri animali domestici è una responsabilità che spetta a voi, in quanto padroni.

Per fare in modo che i vostri animali vivano sani e felici, in questo articolo vi diamo alcuni consigli riguardo alla loro alimentazione e alle attenzioni che essa richiede.

Ciò che in genere i veterinari raccomandano sempre è un’alimentazione ricca di nutrienti, sempre tenendo presente le caratteristiche di ogni specie e segnalando in modo particolare gli alimenti che possono essere mangiati e quelli che vanno assolutamente evitati.

Alimentazione per uccelli

  • Gli uccelli sono la specie che maggior varietà presenta in fatto di alimentazione: alcuni volatili sono assolutamente vegetariani, altri si nutrono di insetti, piccoli mammiferi, rettili o pesci.
  • Per farvi una idea di come andrà alimentato un uccello, la cosa migliore da fare sarà osservare il suo becco: la forma che presenta infatti è assolutamente adattata al tipo di alimenti che compongono la sua dieta. Nel caso dei pappagalli, ad esempio, noterete come il loro becco presenta una forma uncinata, come se si trattasse di un gancio: questa forma gli permette di rompere semi, frutti a guscio e foglie.
  • Anche i rapaci hanno un becco dalla forma similare a quella dei pappagalli e viene usato per smembrare animali più piccoli. Gli uccelli che si nutrono principalmente di semi e frutta hanno anch’essi un becco robusto dalla forma conica, mentre  gli uccelli che hanno un becco più fino e sottile sono prevalentemente insettivori.
  • Quando si da da mangiare ad un uccello, è importante tenere in conto anche le stagioni: nelle epoche dell’anno più fredde, in cui i semi scarseggiando, i volatili hanno la tendenza naturale a sostituire questo alimento con insetti o altri animali.
  • Anche quando devono alimentare la loro nidiata, gli uccelli di solito preferiscono dar da mangiare ai loro piccoli degli insetti, per garantirgli il giusto apporto proteico di cui hanno bisogno. Gli insetti, inoltre, contengono una maggior quantità di acqua.

Rettili

tartaruga-orecchie-rosse

Per quanto riguarda la dieta dei rettili, è difficile generalizzare: ogni specie ha un’alimentazione differente. Nonostante ciò, è possibile affermare che la maggior parte dei rettili carnivori si nutre di qualsiasi tipo di preda disponibile, purché sia abbastanza grande.

Non è così per i serpenti, invece, che hanno di solito un tipo di alimentazione più selettiva. Il modo in cui la preda viene scelta, in cambio, è uguale per tutti i rettili: sono determinati alcuni fattori come il colore della malcapitata vittima, le sue  dimensioni, i movimenti che fa, il suo odore e la sua temperatura corporea.

Nel caso dei rettili erbivori, la maggior parte di loro ammette anche il consumo di pesci o insetti, ragion per cui è possibile includere questi alimenti nella loro dieta, composta inoltre da fiori, fusti di certe piante, verdure e legumi.

I rettili insettivori o che consumano abitualmente invertebrati non sono molti, come ad esempio le lucertole o i camaleonti.

Anfibi

Gli anfibi sono una specie esclusivamente carnivora: si nutrono di insetti, lumache, vermi e lombrichi. L’unica fase erbivora degli anfibi si osserva quando sono ancora dei girini.

Mammiferi

conigli-che-mangiano

La dieta dei mammiferi è molto variegata e cambia da una specie all’altra. Di conseguenza, a seconda della specie a cui appartiene il vostro animale domestico, sarà possibile stabilire il tipo di alimentazione di cui ha bisogno.

Dovrete anche tenere in considerazione il fatto che il fabbisogno nutrizionale del vostro animale varia a seconda delle diverse tappe evolutive della sua vita e pertanto sarà necessario adattare di volta in volta la sua dieta alle esigenze de momento.

A seconda del tipo di dieta su cui si basa la loro alimentazione, i mammiferi si classificano in questo modo:

Onnivori

Si tratta di animali che mangiano di tutto: la loro dieta si basa su alimenti di origine sia animale che vegetale.

Carnivori

Si tratta di animali che si nutrono di altri animali: sono in grado di assumere anche altri alimenti ma, per un corretto funzionamento del loro organismo, hanno bisogno dell’apporto di proteine animali.

Erbivori

Si tratta di animali che si nutrono di prodotti di origine vegetale come, ad esempio, foglie, rami, erbe, radici, ecc…

Insettivori

Come indica il loro nome, sono animali che si nutrono solamente di insetti o invertebrati.

Frugivori

Si tratta di animali che si nutrono esclusivamente di frutta.

Nonostante la dieta che i mammiferi adottano quando vivono allo stato brado vi possa apparire alquanto starna, conoscerla vi aiuterà ad orientarvi anche in casa, dove l’animale vive in cattività, per potergli garantire un’alimentazione adeguata alle esigenze della sua specie.

Quindi tenere presente questi fattori vi sarà di grande aiuto nel momento in cui dovrete decidere che tipo di alimentazione adotterete per il vostro animale domestico.

In ultima istanza, vi ricordiamo che, come sempre, se avete dei dubbi la cosa migliore è chiedere consiglio al vostro veterinario: vi saprà indicare come organizzare un regime nutritivo adeguato, soprattutto quando si tratta di animali esotici.