Le allergie nei gatti

Le allergie non sono altro che reazioni sbagliate del sistema immunitario di fronte a un corpo o a una sostanza esterna che il nostro sistema riconosce come dannosa, ma che in realtà non lo è. I gatti, come le persone, possono essere allergici a qualsiasi cosa, ma ci sono alcune sostanze che provocano allergie nei gatti con maggiore frequenza.

La puntura di pulce

La puntura delle pulci o, più concretamente, la saliva che esse iniettano nel vostro gatto quando gli succhiano il sangue, è causa di molte allergie. La manifestazione clinica di questa allergia si ha con un’infiammazione cutanea (dermatite allergica). I sintomi sono bruciori e infiammazioni, per cui se vedete che il vostro gatto si lecca con frequenza la stessa zona o si gratta, esaminate quel punto con attenzione.

Si possono inoltre produrre perdite di pelo nella zona colpita, fino ad arrivare addirittura a croste e scorticamenti. Se l’allergia si sviluppa fino a tal punto, è conveniente portare il gatto dal veterinario per far sì che gli assegni medicinali che vadano a lenire i sintomi dell’allergia e per togliergli le pulci.

Allergie alimentari

gatti-allergici2

Le allergie alimentari sono denominate intolleranze, e significano che il vostro gatto sviluppa un’ipersensibilità immunitaria verso un certo tipo di alimenti. Le intolleranze alimentari possono apparire d’improvviso o verso alimenti che il gatto mangia da tanto tempo. Questo tipo di allergie può causare vomito o deficienze respiratorie; il metodo migliore per individuare qual è l’alimento che sta causando il problema, è cambiare completamente la dieta al vostro gatto e introdurre alimenti che non ha mai provato prima, così da assicurarsi che si tratti di un’allergia alimentare.

Mantenete questa dieta durante dieci giorni finché l’infezione sarà sparita, e in seguito reintroducete poco a poco il suo cibo abituale, finché sarete in grado di individuare il cibo dannoso per lui. Per mettere in pratica questo processo è necessario assicurarsi che il gatto non ingerisca altri alimenti al di fuori della sua dieta. Una volta individuato l’alimento causa dell’allergia, esso dovrà essere ritirato dai pasti del gatto, assicurandovi però di sostituire l’apporto proteinico, vitaminico e gli idrati di carbonio che forniva attraverso l’introduzione di nuovi alimenti.

Allergia al recipiente del cibo

La plastica è un’altra sostanza che può causare frequenti malattie. Se il vostro gatto presenta lesioni gravi alla testa, in faccia, sulle labbra o sul muso, è probabile che sia allergico alla ciotola del cibo. In quel caso, sostituite il recipiente di plastica con uno di vetro, ceramica o acciaio inossidabile, onde evitare la reazione allergica.

Alopecia estensiva

gatti-allergici3

L’alopecia estensiva è dovuta al fatto che il vostro gatto si lava in eccesso, per cui il suo pelo si indebolisce e la pelle si infiamma. Questa reazione può essere provocata da cause diverse come lo stress, ma può anche avere una base allergica. Anche se è una malattia fastidiosa in quanto produce prurito, infiammazioni e perdita di pelo, essa non è pericolosa per la salute del vostro gatto.

La cosa migliore da fare quando si individua è portare il gatto dal veterinario, il quale effettuerà la diagnosi e prenderà le precauzioni necessarie. Esistono razze di gatti particolarmente propense a questo tipo di allergie, come i gatti siamesi, i gatti birmani, i gatti orientali e i gatti abissini.

Allergia agli umani

Così come esistono uomini allergici al pelo di gatto, esistono anche gatti allergici agli uomini. È più facile che questo tipo di allergia si sviluppi nei gatti asmatici, causando loro tosse, starnuti e soprattutto mancanza di fiato, tanto che il gatto tenderà a posizionarsi in modo tale da migliorare la ventilazione e poter respirare meglio.

Le crisi d’asma possono durare vari minuti e possono essere provocate da presenza di polvere nelle case, dal fumo delle sigarette, la forfora, la cellule morte che cadono dalla pelle degli umani o da una fragranza, un profumatore per ambienti o un prodotto per la pulizia della casa. Se notate che il vostro gatto ha difficoltà nel respirare e si colloca in posizioni strane, portatelo subito dal veterinario perché possa subire un trattamento appropriato.

Esiste un modo per prevenire le allergie?

Non esistono metodi per prevenire le allergie, però ci sono modi per impedire che queste peggiorino o che si manifestino in sintomi evidenti. La cosa migliore da fare è sottoporre il proprio gatto a controlli regolari per tutto l’anno allo scopo di individuare eventuali pulci, somministrargli una dieta ipoallergenica (nel caso migliore usando mangimi commerciali realizzati a base di proteine idrolizzate), somministrargli acidi grassi per controllare le infiammazioni e il prurito, evitare o controllare le infezioni della pelle e le ferite, e utilizzare medicinali per diminuire le reazioni allergiche.

Metodi alternativi possono essere quelli di bagnare il gatto con assiduità o cambiare la sabbia della lettiera con un’altra inodore, in base al tipo di allergia che presenta il vostro gatto.