Ragioni per non far mangiare cioccolato ai cani

Alzi la mano chi non ha mai dato un pezzettino di cioccolato al proprio cane! Certo, avrete sentito dire che è meglio non farlo, ma non sapete esattamente perché e d’altronde il cane ne va matto e quando mangiate una tavoletta di cioccolato vi supplica di dargliene un pezzetto… Ebbene, quali sono queste ragioni misteriose del perché è vietato dare il cioccolato ai cani? È veramente nocivo o sono solo delle dicerie? Continuate a leggere.

Quali sono gli effetti del cioccolato sulla salute del cane?

cane-mangiando-cioccolato

Il cacao è l’ingrediente principale del cioccolato. Il cacao contiene la teobromina, una sostanza simile alla caffeina. Questa sostanza dilata i vasi sanguigni e abbassa la pressione arteriosa, inoltre ha un effetto inibitorio sui ricettori per l’adenosina.

La questione è che i cani non metabolizzano con facilità la teobromina, la sostanza contenuta nel cioccolato. Infatti una persona la metabolizza in 20-40 minuti, un cane invece ci mette un giorno intero.

Ingerire piccole quantità di questa sostanza può dare origine a episodi emetici o a diarrea. Se invece sono state ingerite quantità considerevoli si può andare incontro a tachicardia, tachipnea, cianosi, ipertensione, ipertermia e coma.

 Non cedete agli occhioni dolci del vostro cane ed evitate di dargli il cioccolato. 

Quali sono i tipi di cioccolato pericolosi per i cani

Esistono vari prodotti a base di cioccolato e che contengono teobromina, biscotti, merendine, snack, ecc. Ovviamente le quantità di cioccolato non sono uguali, così come varia la concentrazione di teobromina.

Per questa ragione il rischio non è sempre lo stesso: dipende dalla quantità di cacao. Per esempio il cioccolato bianco contiene pochissima teobromina, 0,01 milligrammi per ogni grammo di cioccolato. Il cioccolato al latte contiene 2 milligrammi dei teobromina.

Quindi, come si può facilmente dedurre, più il cioccolato è puro, maggiore è la concentrazione di teobromina. O detto in altre parole: più un prodotto contiene cacao, più è velenoso per il vostro cane. In 1 grammo di cioccolato fondente sono presenti circa 130 milligrammi di teobromina.

Dovete sapere che l’ingestione di cioccolato è la terza causa più comune di avvelenamento nei cani. Certamente influisce anche la taglia dell’animale. Un cane di grandi dimensioni sopporterà meglio una data quantità di teobromina. Tuttavia, evitate in tutti i modi che il vostro cane ingerisca il cioccolato. 

Cosa fare se il cane ha ingerito il cioccolato?

cane-mangia-cioccolato

Può accadere che il vostro cane abbia ingerito del cioccolato. Magari avete lasciato una scatola di cioccolatini sul tavolo, vi siete assentati un attimo e quando avete fatto ritorno i cioccolatini erano spariti. Non aspettate! Accorrete urgentemente dal veterinario, probabilmente dovrà sottoporre il vostro cane a una lavanda gastrica. 

Se invece il cane ha ingerito delle esigue quantità di cioccolato, non preoccupatevi. Certo, non abbassate la guardia per almeno 24 ore.

Se vi accorgete che il vostro cane non riesce a defecare, rivolgetevi al veterinario. Dovete sapere che non esiste antidoto. Il trattamento può essere solo sintomatico: induzione dell’’emesi, lavanda gastrica, somministrazione di carbone attivo (una sostanza che impedisce l’assorbimento intestinale della sostanza tossica) e di catartici salini.

I sintomi da avvelenamento dovrebbero apparire durante le 24 ore successive all’ingestione. Se in quest’arco di tempo, tutto procede per il verso giusto, allora il vostro cane è fuori pericolo.

Sappiamo che amate il vostro cane, ma non dimenticate che pur essendo parte della famiglia, è comunque un animale. Gli animali devono mangiare cibi appositi, ma non solo, anche i prodotti di toelettatura devono essere specifici, come anche giocattoli, ecc.

Quando volete dargli un premio, dategli uno snack, un bastoncino o altri articoli da masticare, sul mercato ce ne sono a centinaia. E se proprio volete viziarlo, potete comprargli un bel pezzo di carne, mai e poi mai dargli cioccolato!

Ditelo anche ai vostri amici o agli altri membri della famiglia. Molte persone credono ancora che l’estrema nocività del cioccolato per i cani, sia una sorta di leggenda metropolitana. Si sente addirittura dire in giro che il cioccolato causi cecità, adesso sappiamo che non è così. Se un cane ingerisce del cioccolato  soffrirà un’intossicazione da teobromina che potrebbe essere letale: appena 25 grammi di cioccolato fondente sono sufficienti ad avvelenare un cane di 20 chili!

Adesso che lo sapete, dovete evitare in tutti i modi che il vostro cane ingerisca del cioccolato.