Lettiera per gatti: imparate a scegliere la migliore

Se avete dei lettiera-gatto

Prima della Seconda Guerra Mondiale, la maggior parte dei gatti conduceva la propria vita più all’interno delle case che all’esterno e normalmente facevano i loro bisogni nel cortile o in giardino. Per necessità, alcune famiglie ponevano nello scantinato delle casse con sabbia o con la cenere del forno. Tuttavia questa opzione non rendeva propriamente felici le casalinghe degli anni 40.

Osservando questa situazione, un ex marinaio di nome Ed Lowe suggerì al proprio vicino di provare ad utilizzare un’argilla assorbente usata per la pulizia dei residui industriali nelle fabbriche di guerra. Così nacque la prima lettiera per gatti denominata Kitty Litter, che offriva un miglior controllo degli odori.

A metà degli anni 90, il biochimico Thomas Nelson, sviluppò una lettiera agglomerante. Ciò permise di rendere meno forti gli odori. Attualmente questo tipo di lettiera è disponibile in varianti aromatiche e tradizionali. La maggior parte dei gatti preferisce quest’ultimo tipo rispetto alle lettiere profumate.

Esistono teorie che sostengono che le lettiere agglomeranti siano tossiche per i gattini di pochi mesi. Anche se non esistono studi condotti al riguardo, per prudenza si raccomanda di usare questi prodotti solo per felini maggiori di 4 mesi. Nel caso in cui il vostro gatto ingerisca per errore il prodotto, è opportuno portarlo il prima possibile dal veterinario.

Nei negozi di animali esistono anche dei tipi di lettiere “lettiera

Insegna al tuo micetto ad andare a fare i bisogni nella lettiera. È molto più semplice di quanto tu possa pensare. Metti il tuo gatto sulla lettiera e lascia che cominci a familiarizzare con essa.

Se ancora non hai deciso dove collocarla, ricorda: scegli uno spazio che sia di facile accesso per il tuo gatto, che sia ventilato ma allo stesso tempo coperto.

Devi pulire la lettiera del tuo micio tutti i giorni ed estrarre i residui solidi e liquidi, nel caso in cui si utilizzi una lettiera agglutinante. 

Almeno una volta a settimana, cambia tutta la sabbia della lettiera e disinfettala a fondo.

Non cambiare con frequenza il posto della lettiera. In genere i gatti sono molto abitudinari e territoriali, se non trovano la lettiera nel luogo dove pensavano fosse, potrebbero prendersela. 

Se hai tanti gatti in casa, la cosa migliore da fare è collocare due o tre lettiere in diversi punti della casa. Cerca sempre di mantenerle pulite.

Nei negozi di animali troverai deodoranti per lettiera. Questi prodotti non sono il massimo perché i gatti non amano gli odori chimici.