I motivi per cui non bisogna mai mettere il profumo ai cani

Tra le abitudini più diffuse tra coloro che hanno un cane, c’è quella di mettere un po’ di profumo al proprio beniamino, nella convinzione che, in questo modo, avrà un odore gradevole, un profumo tutto suo. Tuttavia, questo gesto, apparentemente innocuo, può risultare più dannoso di quanto si pensi.

  • Un intenso odore di profumo può influire sullo stato d’animo del nostro animale. Potrebbe sentirsi apatico o di mal umore a causa di un odore troppo forte per lui e a cui non è abituato.
  • Non dobbiamo mai dimenticare il potente e innato olfatto di cui sono dotati questi animali. Questo senso nei cani è molto più sviluppato del nostro, ed è per questo che sono più sensibili agli aromi e agli odori forti. Una fragranza dal profumo troppo intenso non solo risulterà fastidiosa al nostro amico a quattro zampe, ma potrebbe addirittura rovinare il suo olfatto.
  • Il disagio provocato da tale odore potrebbe essere tale da indurre il nostro animale a compiere una serie di azioni poco igieniche, come ad esempio rotolarsi nel prato del giardino, su tappeti e zerbini, o addirittura nei sui escrementi.
  • La pelle del nostro cane è molto diversa dalla nostra. I profumi che usiamo noi potrebbero irritarla e, in certi casi, causare una dermatite.
  • Queste fragranze troppo intense potrebbero anche incidere sul rapporto del nostro amico peloso con gli altri cani che, avvicinandosi per annusarlo, noterebbero subito un odore strano. Non dimentichiamo che i cani si riconoscono attraverso il loro olfatto e, grazie a questo, possono conoscere il sesso dell’altro animale. Una fragranza dal profumo troppo forte, quindi, potrebbe confonderli durante i loro incontri.
  • Per quanto riguarda il momento della toilette, dobbiamo tener presente che quanti più bagni gli facciamo, maggiore sarà lo squilibrio che causeremo al pH della sua pelle, poiché i continui lavaggi eliminano gli oli essenziali che la pelle degli animali secerne in modo naturale. Un bagno al mese sarà più che sufficiente. Se poi vogliamo mantenere il nostro amico peloso pulito e profumato tra una toilette e l’altra, esistono in commercio delle salviettine umide apposta per animali. Anche una buona spazzolata quotidiana è un buon metodo per  preservare l’igiene del nostro cane, eliminando resti di pelo e sporco superficiale.

Perché il nostro cane a volte emana un odore sgradevole?

cane-tra-i-fiori

Se il nostro cane emana un odore sgradevole, potrebbe essere a causa di:

  • Un’igiene orale carente. L’alito cattivo di un cane è davvero sgradevole. Per questa ragione, è conveniente lavare i denti del nostro amico almeno una volta alla settimana, applicando dei prodotti adeguati per prevenire e ridurre il tartaro. Probabilmente, all’inizio il nostro cane opporrà una certa resistenza a questa pratica. Ma con un po’ di pazienza, riusciremo ad abituarlo a questa routine.
  • Anche una pulizia poco accurata delle orecchie può essere fonte di cattivi odori quando è accompagnata da episodi di otite. Vi sono alcune razze canine che richiedono una pulizia quotidiana delle orecchie; in caso contrario, il forte odore sgradevole sarà costante.
  • I problemi localizzati nella zona anale del nostro cane possono essere un’ulteriore causa di questi sgradevoli odori.

I prodotti in commercio

Oggi è possibile trovare in commercio diversi tipi di profumi apposta per cani, muniti di comodi applicatori spray, se vogliamo ulteriormente profumare il nostro beniamino dopo il consueto bagno mensile. Generalmente, la loro formula non prevede l’impiego di alcool, per non danneggiare la pelle degli animali. Dobbiamo però usarli con moderazione, poiché un uso troppo frequente di tali profumi potrebbe causare al cane una reazione allergica.

In ogni caso, dovremo fare attenzione durante l’applicazione del profumo, evitando occhi, naso, zona genitale e, più in generale, ogni area che non sia protetta dai peli. La zona migliore su cui vaporizzare questi prodotti è il dorso dell’animale. Il profumo va applicato dopo il bagno, sul pelo pulito, affinché il suo effetto duri più a lungo.

La composizione di questi prodotti è anallergica e fatta apposta per non risultare troppo forte , e dunque fastidiosa, né al nostro cane né agli altri animali che interagiscono con lui. Nonostante tutto, però, vi è chi afferma che i cani devono avere il loro odore tipico, aggiungendo che, a lungo andare, l’uso di questi profumi danneggia in qualche modo la pelle dell’animale.

Alcuni esperti in materia pensano che, per evitare reazioni allergiche nel nostro amico peloso, la cosa migliore sia utilizzare prima uno shampoo specifico per cani.

L’igiene, il suo miglior profumo

fare-il-bagno-al-cane

L’aspetto più importante, comunque, resta sempre un’igiene adeguata: il nostro amico a quattro zampe, a prescindere dai profumi e dalle fragranze, dev’essere, prima di tutto, sempre ben pulito. Per questo motivo, non può mai mancare un buon bagno una volta al mese e una spazzolata ai denti ogni tre o quattro giorni, così come una spazzolata quotidiana se il nostro amico fedele ha il pelo lungo. Non dimentichiamoci poi degli occhi, che potremo lavare semplicemente con acqua, oppure con l’aiuto di salviettine umide, ideali anche per una pulizia veloce e superficiale, mentre aspettiamo il momento della prossima toilette.