I migliori consigli per lavare il vostro cane

Se fare il bagno al cane, si trasforma in un supplizio, piange, scappa o alla fine siete voi a fare il bagno, ecco alcuni consigli su come lavare il vostro cane.  Prima di continuare con le raccomandazioni da seguire passo a passo, ricordiamo alcune situazioni:

Quanto spazio e quali prodotti

Lo spazio è un elemento importante perché vi permette di gestire il vostro dispettoso amichetto. Se vivete in un appartamento o in una casa senza terrazza o senza cortile, probabilmente sarete più limitati nei movimenti, ma lui avrà meno possibilità di fuga. La doccia ha un altro vantaggio ed è l’acqua tiepida, anche se lasciare il rubinetto aperto non è troppo ecologico, un altro fattore positivo è che una volta finito,potrete essere voi a rilassarvi.

Se avete un cortile, disporrete di molto spazio, ma vi consiglio di usare il guinzaglio per evitare che scappi via a zampe levate. In un cortile o in una terrazza potete usare una tinozza di acqua tiepida o un tubo. Dovreste comunque cercare di considerare altre soluzioni per poter utilizzare dell’acqua calda, poiché se il vostro cane non è abituato all’acqua fredda, opporrà resistenza. 

Usate sempre shampoo e sapone specifici per animali, i detergenti per umani o per l’igiene in generale possono provocare delle infiammazioni cutanee. Se per asciugarlo usate un phone NON puntate il getto d’aria direttamente in faccia e non appoggiatelo direttamente sulla pelle o sul pelo, potrebbe spaventarsi, farsi male e ustionarsi.

Quali sono le cure specifiche per la toelettatura del vostro cane

lavare-il tuo-cane-2

La toelettatura del vostro cane deve adeguarsi alla razza, al pelo o alle patologie dell’animale.

Allergie o patologie cutanee

Se il vostro cane è allergico, ha delle infezioni, funghi o qualche problema alla pelle, dovete sempre seguire i consigli del veterinario. L’allergia potrebbe essere alimentare e in questo caso noterete un arrossamento cutaneo. Gli altri tipi di infezioni o di patologie richiedono delle cure specifiche, dall’applicazione di prodotti antibiotici o di uso topico, fino a bagni quotidiani. Ricordatevene sempre e cercate di controllare lo stato del mantello e della pelle del vostro cane, comprese le zone come orecchie, dita e coda per scoprire se c’è qualcosa che non va.

Tipo di pelo

La lunghezza del pelo del cane stabilisce quanto tempo deve passare tra un bagno e un altro. Si consiglia di lavare i cani a pelo corto ogni sei o otto settimane, quelli a pelo medio, ogni quattro o sei settimane e quelli a pelo lungo e folto ogni quattro. 

Precauzioni per ogni razza

Alcuni cani hanno bisogno di particolari attenzioni. Nel caso di cani rugosi, dobbiamo lavare con sapone l’interno di ogni ruga, comprese quelle della faccia, e asciugarle per bene per evitare l’insorgere dei funghi.  

Passi da seguire per un buon bagno

lavare-il tuo-cane-3

Passo 1:

Accarezzate il cane con le mani per togliere la polvere e i peli morti; se il vostro cane ha il pelo lungo, approfittatene per sciogliergli i nodi con le dita. Accarezzatelo contropelo e successivamente spazzolatelo.

Passo 2:

Bagnate il cane cercando di fare in modo che rimanga tranquillo e fermo; se utilizzate l’acqua tiepida, controllate che non sia eccessivamente calda, può causare dei problemi capillari. In questa fase non bagnateli il muso, lavatelo solo dal collo in giù.

Passo 3:

Accarezzatelo di nuovo contropelo e bagnatelo un’altra volta per essere sicuri che l’acqua arrivi al sottomantello e alla pelle. 

Passo 4:

Applicate lo shampoo specifico per il suo tipo di pelo; più ne userete, più tempo ci vorrà per risciacquarlo. Sfregate bene tutto il corpo con le dita, massaggiate il cuoio capelluto, i cuscinetti e le dita.

Passo 5:

Risciacquatelo con abbondante acqua per eliminare ogni resto di sapone, anche solo un residuo di shampoo, può provocare delle irritazioni.

Passo 6:

Una volta finito il risciacquo, bagnatevi le mani e lavategli la faccia, applicate un po’ di sapone, soprattutto se il cane ha delle rughe. Seguite per il lavaggio della faccia le stesse istruzioni, stando attenti affinché l’acqua non penetri nel condotto uditivo.

Passo 7:

Lasciate che si scrolli, avvolgetelo con un asciugamano e strofinatelo fino a quando non sarà asciutto. Se può mettersi un po’ al sole, ancora meglio. Ricordate che potete dargli dei premi in ogni fase, se si comporta bene. Alla fine stendete un lenzuolo o un asciugamano asciutto per permettere al cane di rotolarcisi, sempre meglio qui che sul tuo letto o sui mobili, non credete?