Ossi ai cani: fanno veramente bene?

Nell’immaginario collettivo quando si pensa al cane, lo si mette in relazione agli ossi. Anche se i cani sembrano amare questo alimento, le opinioni degli esperti sono piuttosto discordanti. Per questa ragione oggi vogliamo parlare degli ossi somministrati ai cani e scoprire se fanno bene o male.

Una delle domande più frequenti che i padroni di cani rivolgono al veterinario è se sia raccomandabile o meno dar loro gli ossi. Spesso infatti le persone credono che gli ossi siano un alimento sano, soprattutto per l’immagine preconcetta di cui parlavamo all’inizio di questo articolo.

Tuttavia, molti veterinari condannano questa abitudine.

Pur riconoscendo che i cani adorano sgranocchiare gli ossi, i veterinari considerano che somministrare volontariamente gli ossi al proprio cane è un atto di assoluta irresponsabilità da parte del padrone.

La critica dei medici mira a mettere in guardia dai pericoli che derivano dal consumo persistente degli ossi.

Non a caso infatti spesso le urgenze veterinarie hanno a che vedere con l’ingestione di ossi. Pensate per esempio alle emorragie intestinali o alle gastroenteriti. Non solo, il vostro cane potrebbe anche essere vittima di una perforazione intestinale, che a sua volta può sfociare in una letale peritonite fulminante, o in asfissia. 

Considerata la gravità delle conseguenze che derivano dall’ingestione di ossi, i veterinari credono che sia del tutto inutile correre questi rischi.

Ma i pareri non sono unanimi. Altri medici difendono il consumo di ossi in quanto fonte di proteine e adducono la spiegazione che se il cane fosse un animale selvatico e allo stato brado, si procaccerebbe il cibo da sé e divorerebbe la carne e le ossa della preda.

In tutti i modi, sia i detrattori sia i difensori del consumo di ossi da parte del cane, convengono sul fatto che bisogna fare una cernita degli ossi che si somministrano al cane.

Bisogna evitare di dare al cane gli ossi piccoli e appuntiti, come quelli di pollo o le lische di pesce: sono i frammenti che possono provocare le patologie di cui abbiamo parlato prima.

 

Ossi di pelle di bufalo

cane-e-osso

Un’alternativa all’osso normale sana ed innocua, sono gli ossi di pelle di bufalo. È una buona idea perché tra l’altro aiuta a mantenere i denti del cane puliti.

Tuttavia, alcuni medici sconsigliano di dare questi tipi di ossi ai cani, soprattutto a quelli di piccola taglia. Nei cani più piccoli, che hanno quindi l’intestino più corto, la pelle tende ad aderire alle pareti intestinali provocando dolorose ostruzioni.

Vi consigliamo di non esagerare con gli ossi di pelle di bufalo. Potete usarli come premi al massimo una volta a settimana. Ricordate che ci sono centinaia di modi per far divertire il vostro cane o per addestrarlo.

Biscotti integrali e snack

cane-rubando-cibo

In commercio potete trovare una grande varietà di prodotti specifici per i denti, per le gengive o per l’intestino del vostro cane. Tra questi troviamo dei deliziosi biscotti integrali, con un alto contenuto di fibre, che nutrono e divertono il vostro cane.

Inoltre, grazie all’alto contenuto di fibre, garantiscono un corretto funzionamento dell’apparato digerente.

Si tratta di snack poco grassi e che potete dare al vostro più volte nell’arco di una giornata. Sono perfetti quindi come premi durante l’addestramento.

Insomma, dovete cercare un prodotto che riunisca ciò che piace al cane e ciò che gli fa bene. Solo così potete viziare il vostro cane senza mettere a repentaglio la sua salute.