Ecco perché è importante sterilizzare le gatte

Chi convive con un animale domestico, prima o poi si trova ad affrontare il tema della castrazione. Se siete proprietari di una splendida gattina, sicuramente più volte si visualizzerà nella vostra testa un’immagine da cartolina: la vostra micia circondata da gattini. Tuttavia, a meno che non abbiate preso la decisione di tenere per voi tutti i cuccioli o abbiate già trovato delle persone che li adottino responsabilmente, continuate a leggere quest’articolo. Oggi vi parleremo dei motivi per cui è importante sterilizzare le gatte.

Scoprite i principali motivi per cui sterilizzare le gatte

gatta-masha

Una gatta sana è in grado di partorire una grande quantità di cuccioli durante la sua vita, molti dei quali rimarranno probabilmente vittime dell’abbandono e finiranno per strada o all’interno di gattili, in attesa che qualche anima caritatevole offra loro una casa.

Per questo motivo, se avete una gattina piccola, il veterinario vi consiglierà di sterilizzarla a partire dai sei mesi o poco prima del primo mestruo (tenete a mente che le razze dal pelo corto sono solitamente più precoci rispetto ai gatti a pelo lungo). Ad ogni modo, anche se adottate una gatta in età già adulta che non è ancora stata sterilizzata, è bene che valutiate la decisione di farlo.

La sterilizzazione della gatta comporta l’esportazione delle sue ovaie e, talvolta, anche dell’utero. Oltre a voler dire che il vostro animale non andrà più in calore, quest’operazione servirà a ridurre drasticamente le possibilità che sviluppi il cancro alla mammella o all’utero. Inoltre, aiuterà a debellare la piometra ed altre infezioni dell’utero.

Per quanto riguarda il rischio di tumori alla mammella, le probabilità di soffrirne sono molto minori se l’operazione viene eseguita prima che la gatta vada in calore la prima volta. Sappiate che questa patologia colpisce una gatta non sterilizzata su quattro e che, nell’80% dei casi, si tratta di tumori maligni che potrebbero espandersi verso altri organi e causare la morte dell’animale.

Tra le responsabilità che assumete quando prendete un animale c’è anche quella di evitare la nascita di cucciolate indesiderate. Oggi vi spieghiamo come mai è così importante la scelta di sterilizzare la vostra gatta.

Altri motivi a giustificazione della sterilizzazione

Se non avete mai avuto un gatto e tutto quel che sapete sul periodo del calore è relativo a qualche concerto di miagolii che avete sentito di notte, forse fate fatica a capire perché il tema della sterilizzazione sia così importante. Tenete bene a mente il fatto che la convivenza con una micia non castrata può rivelarsi una vera e propria complicazione. Uno dei problemi che può verificarsi è che la gatta scappi alla ricerca di un maschio, con il conseguente rischio che resti incinta. Altri pericoli sono i seguenti:

  • Che si becchi una malattia infettiva trasmessa tramite morsi o per via sessuale – come la leucemia o l’immunodeficienza felina.
  • Che si ferisca.
  • Che si perda.
  • Che resti vittima di un incidente o venga aggredita da qualcuno infastidito dai suoi miagolii.

Per tutta questa serie di motivi, sterilizzare una gatta innalzerà del 10% le sue aspettative di vita.

Ma c’è di più: mantenere una gatta in calore chiusa tra le pareti di casa non sarà una faccenda facile. Se la sterilizzerete, dunque, potrete evitare che miagoli insistentemente e che marchi il territorio con urina, feci e graffi.

Informazioni sull’intervento chirurgico della sterilizzazione

Per tranquillizzarvi, vi informiamo che l’intervento chirurgico di sterilizzazione è semplicissimo e si realizza in soli 20 minuti. Una volta superati gli effetti dell’anestesia, l’animale potrà subito fare rientro in casa e tornare alla normalità in sole 24 ore.

Nonostante le complicazioni postoperatorie non siano comuni in questi casi, è sempre bene che prestiate attenzione a qualsiasi segnale che vi suggerisca che qualcosa non va – come febbre, apatia, arrossamento intorno alla ferita… –, per mettervi subito in contatto con il veterinario.

Sappiate che è possibile sterilizzare una gatta anche quando è in calore o persino mentre è incinta.

Siate padroni responsabili

gatta-incinta

Come misura contro il fenomeno della sovrappopolazione felina, i gattili adottano di norma l’abitudine di sterilizzare tutti gli animali ospitati, ed ogni animale dato in adozione sarà già stato sottoposto all’operazione.

Per questo, i proprietari di animali domestici dovrebbero fare uno sforzo e prendere consapevolezza del problema dell’abbandono degli animali nati durante gravidanze non desiderate, ed essere responsabili nel proprio piccolo.

Se non avete la possibilità di prendervi a carico i cuccioli del vostro animale, è vostro dovere sterilizzarlo. Le associazioni per la protezione animali potranno offrirvi consulenza e consigli sulle alternative più economiche per realizzare questo tipo di intervento chirurgico.

Adesso lo sapete: se volete bene alla vostra micia, prendete seriamente in considerazione l’opzione di sterilizzarla.