Perché sembra che i cani sappiano l’ora?

Provate a farci caso: non vi sembra che il vostro cane sappia sempre che ora è? Forse perché sa sempre con precisione il momento esatto in cui  il suo padrone ritorna a casa, oppure quando è ora di fare la pappa o uscire a fare la passeggiata.

Alcuni ipotizzano che questo comportamento sia dovuto al potente olfatto di questi animali, però non esistono prove certe ed è difficile capire in che modo il cane interpreta le cose, in questo caso il concetto di orario.

Un orologio per i vostri cani

tubercolosi-cane

Quel che succede è che l’uomo, sempre così egocentrico, non solo misura la realtà circostante con il suo metro, ma è convito che anche tutti le altre specie agiscano secondo i suoi stessi parametri.

È per questa ragione che ci ostiniamo a chiederci se un cane è in grado di comprendere il concetto di tempo nello stesso modo in cui lo facciamo noi, forse basandoci sulla convinzione che il nostro amico peloso, dopo tanti anni di convivenza, si sia ormai adattato completamente alle nostre abitudini.

Un cane può sapere davvero che ora è?

Il cane è un animale sprovvisto di memoria episodica: questo significa che non è in grado di ricordare eventi passati della sua vita.

Faremo un esempio per comprendere meglio questo concetto: se un cane impara a svolgere un determinato compito, sarà capace di ripetere quella determinata azione tutti i giorni ma non potrà ricordare come l’ha imparata.

Inoltre anche l’organismo del cane, come per la maggior parte dei mammiferi, è regolato da un ritmo circadiano, una specie di orologio biologico che regola il ciclo di veglia e sonno.

È chiaro quindi che se date da mangiare al vostro cane sempre alla stessa ora, il suo organismo comincerà ad avvertire lo stimolo della fame sempre nello stesso momento grazie al suo orologio interiore, non di certo perché ha guardato l’ora sul quadrante.

Annusando il tempo

Alcuni studiosi sono inclini a pensare che i cani usano il loro potente olfatto per sapere quanto tempo è passato dall’avvenimento di un determinato fatto.

Un esempio concreto viene offerto dalla tipica situazione del padrone che va al lavoro tutti i giorni alla stessa ora e alla stessa ora rientra a casa. L’odore che il padrone ha lasciato in casa svanisce a mano a mano che passano le ore.

Siccome questo succede ogni giorno, il cane inizia ad associare un determinato livello di odore del suo padrone con il suo prossimo rientro a casa.

Sensi superdotati

L’ipotesi olfattiva descritta sopra si basa su una serie di fatti che si ripetono costantemente nel tempo.

Ma, a ben vedere, anche quando non viene rispettata una precisa routine, quando magari il padrone esce e poi ritorna a orari irregolari, il cane sembra riconoscere in anticipo il momento in cui questi ritornerà a casa, dando segni di allegria ancora prima che qualsiasi altro membro della famiglia possa rendersi conto di ciò che sta per accadere.

Questo è possibile solo grazie al potentissimo olfatto che possiedono questi animali, ma non solo. Anche l’udito gioca un ruolo fondamentale, giacché è grazie a questo senso che i cani sono in grado di percepire la presenza del proprio padrone anche da lontano.

Ricordiamo qui brevemente le incredibili caratteristiche dell’olfatto e dell’udito canino:

  • i recettori olfattivi di un cane sono numericamente superiori a quelli umani: circa 50 volte tanto.
  • Il numero delle sue cellule olfattive si situa tra i 200 e i 300 milioni (mentre l’uomo ne possiede appena 5 milioni).
  • Il suo spettro uditivo è compreso tra i 20 e i 65 mila Hz (mentre quello dell’uomo va da 20 fino a 20 mila Hz).
  • Il cane è in grado di sentire un suono debole a una distanza quattro o cinque volte maggiore rispetto all’uomo.

Il momento della passeggiata

passeggiata-cane

Anche nel caso in cui non possiate, per diversi motivi, rispettare una routine quotidiana e diate da mangiare al vostro cane a orari diversi, ancora una volta il suo grande olfatto e il suo udito fine sono capaci di captare il momento esatto in cui gli state preparando la sua pappa, anche se il vostro amico a quattro zampe si trova dall’altro capo della casa.

Non dimenticate inoltre che gli animali domestici sono grandi osservatori e passano molto tempo “studiando” le mosse del proprio padrone: oltre all’olfatto e all’udito, il vostro cane può indovinare che si avvicina il momento della pappa o della passeggiata anche grazie al vostro atteggiamento e ai vostri movimenti.

In definitiva, che il vostro cane sappia o no riconoscere che ora è, la cosa migliore da fare sarà godervi una buona passeggiata in sua compagnia, dimenticandovi per un momento dell’orologio e delle convenzioni temporali.