Come prendersi cura di una tartaruga di terra

Anche se potrà sembrarvi strano, le tartarughe di terra sono animali domestici che hanno bisogno di attenzioni proprio come qualunque altro animale. Di seguito vi forniamo alcune informazioni su come prendervene cura. Con questi semplici consigli, potrete rendere felice la vostra amica, oltre ad offrirle le cure adeguate affinché viva a lungo.

Consigli per prendersi cura di una tartaruga di terra

Se vivete in un appartamento, non preoccupatevi. Potete creare l’ambiente ideale per la vostra tartaruga, creandole uno spazio tutto suo, semplicemente utilizzando una scatola o un contenitore di plastica. Cercate di usare un contenitore di almeno 60 x 90 cm di base e circa 30 centimetri di profondità. Non usate un acquario, perché al suo interno si creerebbe una temperatura talmente elevata che potrebbe soffocare e morire. Nei pressi della sua scatola, posizionate una lampada ad ampio spettro, dal momento che ama la luce del sole. Inoltre è possibile inserire alcune pietre o tronchi per farla divertire: ama molto arrampicarsi.
tartaruga

Per dormire avrà bisogno di un posto buio in cui nascondersi. Potete offrirle questo riparo usando una scatola o, meglio ancora, un vaso di fiori rovesciato. Mettete un po’ di sabbia alla base, la farete così sentire a suo agio.
Inoltre ama bagnarsi, quindi procuratevi un contenitore piuttosto profondo, quanto basta per potersi bagnare regolarmente. Copritelo con acqua, fino a circa 3 centimetri. L’ideale sarebbe che la tartaruga si bagni senza che l’acqua la ricopra del tutto, perché a differenza delle specie d’acqua, non sono buone nuotatrici e potrebbero affogare.

Se, invece, avete un cortile o un giardino, dovrete solo metterle a disposizione uno spazio in cui nascondersi e rinfrescarsi. Dovrete tenerla d’occhio attentamente, perché è un’ottima arrampicatrice e molto abile nello scavare buche, per cui il rischio che possa scappare è molto alto.

Per quanto riguarda la sua alimentazione, dovete sapere che la cosa che la vostra amica ama di più, dopo prendere il sole e rinfrescarsi, è mangiare. È un animale onnivoro e la cosa migliore è quella di fornirle una dieta equilibrata. Di solito mangia di mattina, molto presto. Dovreste cercare di darle da mangiare lumache, vermi o grilli. Se volete qualcosa di meno selvatico, potete nutrirla con del cibo specifico per tartarughe o con cibo per gatti a basso contenuto di grassi. Completate questa dieta con lattuga, pomodori, mele, fragole o more, che dovrebbero essere fresche. Un dato importante: non date loro la carne macinata perché spesso contiene molti grassi. Non somministratele nemmeno carne di pollo, perché potrebbe contenere salmonella.
Una cosa che dovete ricordare è che le tartarughe di terra, di solito, vanno in letargo. Prima che la tartaruga entri in questa fase, sarà necessario verificare che sia in buona salute. Se non ha acquisito una buona scorta di riserve di grasso, probabilmente non sopravvivrà al letargo. È preferibile fare in modo che vada in letargo solo se siete interessati all’allevamento, altrimenti avrete un animale domestico che dorme per una parte dell’anno.
Se la tenete all’aperto, dovrete proteggerla da eventuali predatori come cani, gatti, roditori e uccelli, oltre che dalle condizioni climatiche (gelate o piogge molto intense). Potete utilizzare un trasportino per cani, con un letto di terra e foglie. Vi consigliamo di mantenere l’umidità all’interno, in modo che la vostra amica non si disidrati. All’alba della primavera, la vostra tartaruga si sveglierà dal sonno.

Allevamento di tartarughe

tartaruga-2

Dedicarsi all’allevamento delle tartarughe di terra è un’attività interessante, ma dovrete essere molto responsabili per portarla a termine. Se state pensando di creare un allevamento, è essenziale che consultiate un veterinario. Dovrete anche pensare alle cure da dedicare ai piccoli, così come decidere se tenerli con voi oppure trovare loro una casa.
Vi serviranno un paio di tartarughe sessualmente mature, vale a dire di circa cinque anni di vita. Il periodo degli amori inizia in autunno. Per far sì che i vostri animali domestici abbiano una buona discendenza, dovrete abbassare leggermente la temperatura, tra i 10° e i 15° C, nei mesi che vanno da dicembre a febbraio. Noterete che le tartarughe inizieranno a mangiare di meno e a cercare un po’ di tranquillità: non le disturbate. Assicuratevi solo che la femmina assuma calcio e vitamina D3 a sufficienza.

Per il nido e l’incubazione delle uova, chiedete un consiglio al vostro veterinario su come proteggerle in modo da avere la temperatura ideale. L’incubazione delle uova dura da 60 a 120 giorni, trascorsi i quali, si schiudono. Pertanto la cosa megliore è rivolgersi al veterinario, affinché tutto vada per il meglio.