Come prendersi cura di un cane adulto

Ebbene si, è un dato di fatto: il vostro adorabile cucciolo è diventato un signor cane adulto. Era inevitabile, però il fatto che il vostro amico ora sia un cane fatto e finito non vuol dire che possiate smettere di occuparvi di lui.

Quello preso con il vostro cane,infatti, è un impegno a vita che dovrete adattare alle caratteristiche di ogni sua tappa evolutiva, non dimenticatelo. Lo stesso discorso vale se avete appena adottato un esemplare adulto.

I bisogni di un cane adulto

bagno-cane

L’inizio dell’età adulta nei cani varia a seconda della razza. I cani di taglia piccola di solito raggiungono la piena maturità tra i 9 e i 12 mesi; quelli di taglia media a partire dall’anno di età; quelli di taglia grande intorno ai 15 mesi e quelli giganti verso i due anni.

In questo articolo vogliamo mostrarvi come gestire alcuni aspetti relativi alla cura del vostro cane ora che è diventato adulto.

Educazione

La socializzazione e la formazione di un cane dura tutta la vita, e se un cane adulto può essere più asociale di un cucciolo, è pur vero anche che impara più in fretta e assimila meglio ciò che gli insegnerete.

Esercizio

Non dimenticatevi di far fare al vostro amico a quattro zampe la sua razione quotidiana di esercizio fisico, tanto portandolo a spasso così come facendolo giocare e correre in uno spazio protetto e sicuro.

Ricordate che la sedentarietà può finire per causare malattie e cambiamenti nel comportamento: un cane che non fa sufficiente esercizio tende a essere irrequieto e irritabile e anche sovrappeso.

Bagno

Anche se cercano di convincervi dell’esatto contrario, i cani non vanno lavati troppo spesso, altrimenti potreste rovinare lo strato protettivo della loro pelle e del sottopelo: tra un bagno e l’altro lasciate passare almeno un mese, come minimo.

Dovrete poi utilizzare dei prodotti apposta per cani: non usate quelli che impiegate per la vostra cura personale, dal momento che sono stati creati per un pH diverso da quello del cane e potrebbero causargli delle irritazioni. State attenti a non far entrare acqua nelle orecchie del vostro amico peloso né sapone nei suoi occhi e mantenetelo, durante il momento della toeletta, lontano da correnti d’aria.

Spazzolatura

Se il tipo di pelo del vostro cane lo richiede, non dimenticate di spazzolarlo. Un pelo poco curato e con nodi favorisce l’insorgere di infezioni della pelle e la proliferazione di parassiti esterni.

Salute e alimentazione

cibo-cane

Anche se il vostro cane a prima vista sembra sano e forte, non abbassate mai la guardia: nei cani adulti, ad esempio, è frequente la comparsa di cisti.

È importante che lo controlliate periodicamente e minuziosamente, e alla minima avvisaglia che c’è qualcosa che non va, portatelo subito dal veterinario. Alcuni segnali che dovrebbero mettervi in allerta sono i seguenti:

  • perdita dell’appetito;
  • rifiuto dell’acqua;
  • aumento o perdita di peso, improvvisa o graduale;
  • lentezza o rifiuto durante il gioco o l’esercizio fisico;
  • minzioni troppo frequenti o troppo scarse;
  • presenza di sangue nelle feci o feci molli;
  • diarrea;
  • vomito persistente;
  • eccessiva salivazione;
  • respirazione irregolare;
  • pelle opaca.

Non dimenticate di rispettare il calendario delle vaccinazioni del vostro cane: è anche un’occasione in più perché il veterinario dia un occhiata al suo stato di salute generale.

Un cane adulto ha bisogno di vaccinarsi ogni anno durante tutta la sua esistenza. Anche la deparassitazione deve essere fatta periodicamente, dal momento che l’esposizione ai parassiti è continua: uova e larve sono presenti nei luoghi che il vostro cane frequenta abitualmente durante le sue passeggiate, dalle strade e i giardini ai parchi per cani.

Fate attenzione anche ai parassiti esterni, soprattutto alle pulci, perché sono portatrici di larve di tenia e, se ingerite, queste ultime si sviluppano nell’intestino dell’animale.

Potete inoltre chiedere consiglio al vostro veterinario riguardo alle necessita nutritive del vostro amico peloso in questa fase della sua vita: saprà orientarvi sull’alimentazione più adeguata per il vostro cane, tenendo in considerazione la taglia, la razza e lo stile di vita che ha.

L’ideale sarebbe che il vostro miglior amico facesse due pasti al giorno durante tutta la tappa adulta della sua vita. In questo modo eviterete il rischio di un sovraccarico di cibo in una sola volta, che potrebbe provocargli una torsione gastrica.

Un altro elemento fondamentale che riguarda la sua nutrizione, è il fatto di dargli da mangiare sempre alla stessa ora: così favorirete la sua regolarità intestinale e saprete anche, più o meno, quando dovrà fare i suoi bisogni, permettendovi di organizzare meglio le sue passeggiate e le altre attività.

Resta il fatto che la cosa più importante sono le coccole e l’affetto: quello non dovete mai farglielo mancare! Quindi coccolatelo molto e vogliategli bene sempre, da piccolo, da adulto e da anziano.

Immagine in evidenza per gentile cortesia di Roiz Roiz.