Quando la coda dei gatti prende la parola

La coda dei gatti è un ottimo indicatore del loro stato d’animo, ma il messaggio che con essa vogliono trasmettere non può essere interpretato senza tenere in considerazione anche gli altri segnali del corpo: per poter leggere in modo chiaro e approfondito questo messaggio, è necessario, quindi, osservare anche la posizione delle orecchie, il pelo, le zampe e persino gli occhi. Ognuno di questi elementi gioca un ruolo fondamentale per poter comprendere come si sente il vostro piccolo amico.

Una coda alta, per esempio, non ha lo stesso significato  se le orecchie sono immobili oppure no: mentre la prima postura può indicare uno stato di allerta e magari anche malumore, la seconda invece sta a significare che il vostro amico è pronto a giocare e divertirsi insieme a voi.

Anche gli occhi offrono informazioni preziose che vi aiuteranno a comprendere meglio il vostro gatto. Se si presentano dilatati e la coda è gonfia, non avvicinatevi nemmeno per idea: il malumore gira nell’aria e rischiereste solo di essere attaccati.

E le fusa? Un gatto che miagola, con la coda tra le zampe, non è certamente il migliore dei segnali: I gatti adottano di solito questa postura dopo aver ricevuto un castigo o dopo essere stati sgridati.

Ma quand’è che i gatti usano il linguaggio del corpo? Praticamente sempre, ma soprattutto quando si trovano in mezzo ai loro simili oppure quando stanno giocando. È per questo che risulta importante che il padrone sappia riconoscere il significato delle diverse posizioni che può adottare la coda del suo gatto. Conoscere queste informazioni non solo vi permetterà di interpretare lo stato d’animo del vostro micio, ma è anche la miglior forma che loro utilizzano per comunicare con voi.

Per mezzo della loro coda, i gatti vi dicono cosa sentono e cosa vogliono: imparare a capirli significa poter instaurare con loro un rapporto molto più piacevole.

Osservate la coda dei gatti

gattino che salta

Come vi abbiamo accennato prima, la coda dei gatti può rivelarvi cosa frulla nella loro testa o almeno darvi qualche indizio. Di seguito vi mostreremo alcune altre posture che può adottare la coda dei vostri amici felini.

Se la coda di un gatto, per esempio, è eretta , cioè in posizione verticale, ciò indica che il suo stato d’animo è allegro e cercherà di trasmettervi questo sentimento con gentilezza. Ma se la stessa postura della coda è accompagnata da un increspamento del pelo, ciò che vi sta dicendo è che è molto arrabbiato.

Se invece la sua coda è in posizione orizzontale, allora il messaggio sarebbe simile a un: “puoi accarezzarmi, ma con precauzione, perché non mi sento del tutto a mio agio”.

Può anche darsi che abbiate notato più di una volta che il vostro gatto posiziona la sua coda tra le zampe posteriori. Probabilmente in quel momento vi sarete chiesti cosa volesse dire: ebbene, sappiate che nei gatti questa postura della coda indica sottomissione. In questo senso, il messaggio è chiaro: il vostro amico peloso si sente spaventato e anche un po’ arrabbiato. La cosa migliore che potete fare, dunque, è lasciarlo in pace. E se si nasconde, non stupitevi: ha solo bisogno del suo spazio.

Cosa significa se il vostro gatto struscia la sua coda sulle vostre gambe? Probabilmente il vostro amico si sente felice e vuole farvelo sapere. La miglior maniera di dimostrarvelo è muovendo la sua coda lentamente. È anche probabile che questo movimento venga accompagnato da fusa e leggeri miagolii.

Altre posture

gattino che gioca

Se la coda è incurvata, come un punto interrogativo. Il vostro gatto ha voglia di giocare insieme a voi. È di ottimo umore e attraverso questa postura ve lo sta facendo notare. A questo punto, vi conviene fare una pausa e approfittare del buon umore del vostro micetto: correte a prendere i suoi giocattoli favoriti e…. a divertirsi!

Se la coda è abbassata. Occhio: una coda abbassata ma tesa può essere un segnale d’attacco, anche se tutto dipende molto dalla razza del gatto in questione. Ad esempio i gatti persiani di solito la tengono sempre abbassata senza che ciò significhi per forza che sono di cattivo umore.

Se la coda si muove nervosamente da un lato all’altro. Anche in questo caso, il segnale non è molto promettente: indica paura e predisposizione all’attacco, quindi è meglio che manteniate le dovute distanze.

Se la coda si muove da un lato all’altro, ma in modo leggero. Se la coda del vostro micio dondola dolcemente, probabilmente è perché sta puntando qualche cosa e si sta preparando per lanciarsi all’attacco quando meno ve l’aspettate. È infatti la tecnica che utilizzano quando stanno “studiando” una preda.

Se due code si intrecciano. Così come fanno gli esseri umani, anche i gatti si abbracciano. È per questo che strusciano le loro code, gli uni con gli altri, come se le volessero intrecciare: questo movimento indica fiducia e amicizia.