Ecco come non si deve salutare un cane

Molte persone amanti dei cani, quando ne incontrano uno per strada, si lanciano a capofitto su di lui  per salutarlo. Non pensano al fatto che per l’animale il linguaggio corporale dell’essere umano può essere interpretato come una minaccia, anche se lungi dall’essere così. E’ la superficialità da parte delle persone che a volte provoca che il cane morda. Per evitare l’insorgere di tali situazioni, con questo articolo vogliamo spiegarvi come non si deve salutare un cane.

Come non si deve salutare un cane

cane-e-padrone

Proprio come accade nelle persone, anche i cani hanno uno spazio prossemico (spazio vitale o zona di comfort, che dir si voglia)  che dev’essere rispettato. Se qualcuno invade questa zona, il cane ricorre all’uso del linguaggio corporale mandando dei “segnali di calma” o di pacificazione. Attraverso questi avvertimenti il cane trasmette il proprio disagio e la persona, che sta creando una situazione così scomoda per l’animale, dovrebbe smettere immediatamente. Se questo comportamento invasivo continua, l’animale potrebbe mordere per difendersi e per uscire da quella disagevole condizione.

I comportamenti che provocano l’invasione dello spazio prossemico del cane e che quindi devono essere evitati, sono: chinarsi sul cane, salutarlo in modo eccessivamente caloroso e repentino, avvicinarsi guardandolo dritto negli occhi, abbracciarlo esageratamente, mettergli la mano sul muso o sul capo, gridare o afferrargli la testa per baciarlo.

Se l’animale è in macchina, evitate di avvicinarvi al cane bruscamente o di mettere la mano nel veicolo per toccarlo. Non andategli incontro correndo o improvvisamente, anche voi vi spaventereste se uno sconosciuto vi venisse addosso inaspettatamente. Sono comportamenti umani che nel cane provocano una reazione negativa.

La forma corretta di salutare un cane

cane-con-bambino

Il modo giusto per salutare un cane è avvicinarsi con calma per avere il tempo di valutare il suo stato emotivo e il suo linguaggio corporale ed essere sicuri che non ci stia mandando segnali di paura. Non bisogna guardarlo fisso negli occhi, bensì abbassare lo sguardo e lasciare che sia il cane ad avvicinarsi, secondo i suoi tempi. Non mettetevi mai di fronte a lui. Dovete fare in modo che vi si avvicini da un lato, per il cane è meno minaccioso. Una volta che si sia approssimato, potete già chinarvi e accarezzarlo sulle guance, sul torace o sui fianchi.

Oltre a tutto questo bisogna che teniate sempre presente che alcuni cani hanno paure specifiche e fobie, proprio come accade agli esseri umani. Possono aver paura per esempio delle persone che indossano un cappello o gli occhiali da sole, che portano ombrello o addirittura possono temere i bambini,. È importantissimo riconoscere immediatamente i segnali di paura, di disagio o di tensione che manda il cane, ed evitare così spiacevoli situazioni.