Spazzolare i denti al cane: come fare?

Curare la salute orale dei cani rappresenta uno dei modi per garantire una buona qualità a questi animali. Oggi vi illustreremo come spazzolare i denti al cane.

In natura, allo stato selvaggio, i denti dei predatori si puliscono attraverso il consumo di tendini e masticando ossa.

Ciò nonostante, i cani nella nostra epoca hanno cambiato leggermente le loro abitudini alimentari, e l’igiene dentale è entrata a far parte delle responsabilità del proprietario.

I cani tendono ad avere problemi orali a partire dai tre anni di vita, in special modo a causa di un accumulo di tartaro, di lacerazioni alle gengive, fratture ai denti o problemi derivati da una cattiva alimentazione.

La cura dell’igiene orale nei cani è dunque di estrema importanza, anche se esistono alcune raccomandazioni per farlo in maniera corretta.

La cura della bocca nei cuccioli

spazzolare-denti-cane

L’aspetto più importante per poter spazzolare i denti del cane correttamente sarà abituarlo a questa pratica fin da piccolo.

Vanno però tenute a mente alcune particolarità riguardo la dentatura dei cuccioli, in modo tale che non si presentino poi problemi futuri.

In media, i denti permanenti dei cuccioli non spunteranno prima degli otto mesi di vita, anche se l’età può variare in base a ogni razza.

Le gengive sono più sensibili durante il ricambio dei denti, per cui la sensazione di uno spazzolino che viene sfregato nella bocca non sarà per niente piacevole.

Per questo si raccomanda di utilizzare una pasta dentifricia apposita per cuccioli da applicare con il dito, almeno durante le prime settimane in cui cominciate a lavargli i denti.

Ricordatevi sempre di fare molta attenzione, i cuccioli tendono a mordere qualunque cosa gli capiti tra i denti.

È bene sfregare i denti e le gengive del vostro cucciolo con dolcezza, eseguendo un leggero massaggio così che si possano abituare alla sensazione.

Una volta che si saranno abituati al massaggio, potrete cominciare a sostituire il dito con uno spazzolino dalle setole morbide per cuccioli. I denti vanno spazzolati una volta a settimana.

Cura nei cani adulti e anziani

Una volta che il cane è entrato nella fase adulta, ha cambiato tutti i denti e dispone di una dentatura permanente, le cure della bocca dovranno essere entrate a far parte dell’abituale routine. A partire dai tre anni di vita sarà bene eseguire una profilassi almeno una volta l’anno.

A mano a mano che il cane si avvicina alla maturità, le cure dovranno diventare sempre più esaustive, poiché alcuni problemi dentali tendono ad acuirsi durante la vecchiaia.

I cani anziani sono più inclini a soffrire di malattie alla cavità orale, dovuti nella maggior parte dei casi all’accumulo di tartaro. Per esempio:

  • Alito cattivo
  • Caduta di denti
  • Sensibilità
  • Gengivite

Al momento di eseguire la pulizia sarà bene che vi assicuriate che il cane non presenti ferite nelle gengive, sangue o fratture parziali ai denti.

Consigli per abituare il cane alla pulizia dei denti

cane-occhi-chiusi

Se non avete abituato alla pulizia dei denti il vostro cane fin da piccolo, potrete ancora farlo quando è adulto. Richiederà un po’ più tempo, ma i cani sono animali intelligenti e imparano in fretta.

  • Non usate per nessun motivo del dentifricio per gli uomini, usate sempre pasta specializzata per cani.
  • Sedetevi accanto al cane e accarezzatelo finché non si rilassa. Il momento ideale è al ritorno da una passeggiata, quando l’animale è stanco.
  • Ricordatevi di utilizzare il dito per le prime volte. Nel caso dei cani adulti non sarà troppo pericoloso, poiché generalmente l’impulso di mordere la mano del proprietario sarà sparito. La sostituzione con lo spazzolino dovrà avvenire a poco a poco.
  • Lasciate che il cane annusi e provi il dentifricio, così che si possa abituare al sapore.
  • Strofinate con dolcezza la base dei denti con lo spazzolino o il dito, e approfittatene per controllare lo stato dei denti e delle gengive.
  • Una volta concluso il tutto, lasciate che il cani lecchi via il dentifricio in eccesso e accarezzatelo come forma di ricompensa per essersi comportato bene durante la pratica.
  • Non lo sgridate e non urlate se si comporta male. Semplicemente, aspettate che il cane si tranquillizzi e provate di nuovo.