The Yellow Dog Project: sapete cos’è?

Avete mai incrociato un cane che aveva sul guinzaglio un nastro giallo? Sicuramente, il proprietario aderiva ad un’iniziativa internazionale: “The Yellow Dog Project” o, per dirlo in italiano “Progetto Cane Giallo”. Ecco di cosa si tratta.

The Yellow Dog Project

cane-a-passeggio

The Yellow Dog Project è un’organizzazione senza scopo di lucro a livello mondiale; si propone di sensibilizzare i proprietari dei cani, e il pubblico in generale, sull’importanza di segnalare quei cani che, per vari motivi, hanno bisogno di tenersi a una certa distanza dagli altri.

Quindi, il nastro giallo è il modo per avvertire che il cane ha bisogno di “più spazio” ed è opportuno che le persone e gli animali non gli si avvicinino troppo.

Questo segnale ci chiede di resistere alla tentazione di accarezzare il cane, per quanto grazioso sia, o di intimorirlo con gesti e parole anche se dettati dalla tenerezza o dall’ammirazione. Questo vale, naturalmente anche per i bambini, estranei all’animale e non.

È importante che gli esseri umani imparino a non invadere lo spazio degli amici a quattro zampe, per lo meno senza prima capire se questo contatto è desiderato dall’animale. The Yellow Dog Project può essere uno strumento efficace per evitare situazioni sgradevoli al cane.

Se il proprietario reputa che il proprio cane abbia la necessità di stare lontano da altri cani e dalle persone, può mettere un nastro giallo sul guinzaglio per avvertire di questa situazione. Il progetto Yellow Dog è un’iniziativa internazionale che cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica su questo tema.

In quali casi potrebbe essere necessario il nastro giallo?

Un nastro giallo sul guinzaglio del cane non significa necessariamente che sia cattivo o aggressivo. Si può anche trattare di un animale insicuro, con paure di vario tipo, o nervoso.

Sono diversi i motivi per cui può essere necessario il fiocco giallo, tra cui:

  • Il cane ha un problema di salute.
  • È in riabilitazione o convalescenza.
  • È stato adottato da poco.
  • Ha subito qualche tipo di maltrattamento
  • Non è molto socievole.
  • È un cucciolo che si eccita troppo facilmente.
  • È un vecchietto che si sente stanco.
  • Non ha simpatia per i bambini o per gli altri cani.
  • È in fase di addestramento o di socializzazione.
  • Sta lavorando (cani da assistenza o da competizione, ecc.).
  • È in calore.

Cosa dobbiamo fare quando vediamo un nastro giallo?

Se vi capita di incontrare un cane con il nastro giallo, comportatevi cosi:

  • Mantenetevi a distanza.
  • Se siete con il vostro cane, impeditegli di avvicinarsi.
  • Non distraete il cane con parole o gesti.
  • Date al padrone del cane il tempo necessario per scostare l’animale.

Se avete deciso di aderire al Yellow Dog Project, perché il vostro amico a quattro zampe ha bisogno di più spazio, considerate che:

  • Dovrete essere in grado di controllare il vostro cane in strada.
  • È auspicabile che passeggiate con il cane in luoghi non troppo affollati.
  • È meglio utilizzare un guinzaglio corto.
  • Cercate di scostare il cane quando incrociate qualcuno, per evitare reazioni dell’animale.

Ricordate che non tutti sanno che cosa sia il Progetto Yellow Dog.  Preparatevi a spiegare a molti il significato del nastro giallo.

Il nastro giallo è solo un codice: risolvete i problemi comportamentali del vostro cane

cane-collare-antiabbaio

In ogni caso, il fatto che un cane porti un fiocco giallo, non esime il suo proprietario dal fornirgli un addestramento adeguato e dal tentare di fargli superare paure o insicurezze.

Quindi, se questo è il vostro caso, chiedete aiuto a un professionista affinché il vostro amico a quattro zampe possa lasciarsi alle spalle il trauma; sicuramente, presto o tardi potrete anche lasciare a casa il nastro giallo e relazionarvi felicemente con gli altri cani e persone.

Nel frattempo, potete contribuire a diffondere questa iniziativa, e aiutare i cani che hanno bisogno di essere temporaneamente segnalati con nastro giallo a frequentare tranquillamente i luoghi pubblici.