Avere un cane aiuta il vostro cuore

Per molti portare a spasso il proprio cane è il miglior momento della giornata. Sia che si tratti di una passeggiata al parco, che di una visita in un bosco o di una gita al mare, con un cane al proprio fianco non manca mai il divertimento. Inoltre, pare che avere un cane aiuti il cuore, e oggi vi spiegheremo perché.

Gli esperti che credono in una relazione tra il possedere un animale domestico e una migliore salute, sia fisica che mentale, hanno cominciato ad esporre le loro teorie già da diverse decadi. Tuttavia, nessuno di questi studi offre delle prove definitive.

Nonostante ciò, alcuni esperti dell’American Heart Association (AHA) hanno raccolto delle informazioni, e il verdetto delle loro ricerche sembra dimostrare che avere un animale domestico, in particolare un cane, fa probabilmente diminuire il rischio di soffrire di malattie cardiovascolari.

Statisticamente, le persone che hanno un cane vivono più di quelle che hanno un gatto, probabilmente perché i cani obbligano i propri padroni a condurre una vita più attiva.

Secondo i dati raccolti dall’AHA, chi ha un cane è più propenso a fare esercizio, ha livelli di colesterolo migliori, una pressione arteriosa più bassa, è meno vulnerabile agli effetti fisici dello stress e ha più probabilità di sopravvivere ad un attacco di cuore.

labrador nel cuore

Ovviamente, dobbiamo tenere anche in considerazione l’ipotesi inversa, ovvero che siano le persone sane o che vogliono apportare un cambiamento al loro stile di vita quelle che più probabilmente scelgono di avere un cane, rispetto per lo meno alle persone che soffrono di qualche problema di salute.

L’AHA non ha scartato tale ipotesi. Anzi, ha sottolineato che non si può affermare con certezza se sia il fatto di avere un cane che porta a soffrire in minor misura di problemi al cuore o se siano le persone in salute a scegliere di avere un cane come animale da compagnia.

Il caso dei cani

Se si trattasse solo di fare compagnia, forse i cani non supererebbero i gatti, come in questo caso. Però, bisogna ammettere che i dati mostrano chiaramente che chi ha un cane conduce una vita più attiva rispetto a coloro che non ne hanno uno.

In uno studio realizzato nel 2008 su 2.199 persone, venne riscontrato che coloro che avevano un cane erano soliti camminare di più, ed erano meno propensi a sviluppare malattie come l’obesità, rispetto a coloro che non possedevano cani.

Ovviamente, si presentarono anche casi di persone che, nonostante avessero un cane, erano obese, o di altre che si prendevano cura del loro stato fisico anche se non avevano un animale. Per questo, nel corso dello studio non risultò essere determinante la quantità di attività fisica svolta.

In uno studio realizzato nel 2001, vennero osservate 48 persone con un posto di lavoro che comportava molte pressioni e alti livelli di stress. Essi si mostrarono d’accordo ad adottare un cane o un gatto, sotto richiesta. La metà dei partecipanti lo fece, e dopo sei mesi, la loro pressione arteriosa era significativamente più bassa quando erano stressati.

Avere un cane può aiutare anche se già si soffre di qualche malattia cardiaca. Uno studio realizzato nel 1995 seguì 369 persone con malattie cardiovascolari. Un anno dopo, coloro che possedevano un cane, presentavano un tasso di sopravvivenza molto superiore rispetto a quelli che non ne avevano uno. I gatti, invece, non sembravano influire sulle possibilità di sopravvivenza dei loro proprietari.

ragazza corre con il suo cane

Bisogna adottare un cane per aiutare il cuore?

Se avere un cane aiuta il cuore, allora tutte le persone con problemi cardiaci dovrebbero adottarne uno?

No. Secondo quanto affermato dall’AHA, “l’obiettivo principale dell’adozione, del salvataggio o dell’acquisto di un animale, non deve essere quello di migliorare il proprio stato di salute”.

Il fatto di avere un cane non dovrebbe mai rappresentare il sostituto di un piano di attività fisica regolare, del seguire una dieta sana per il cuore o del ricevere cure mediche regolari. Detto ciò, possiamo tranquillamente affermare che i cani sembrano essere positivi per il cuore in vari modi.

In primo luogo, i cani forniscono appoggio sotto un aspetto che, a un primo avviso, sembrerebbe non essere rilevante: la solitudine. Questa non è positiva, ne da un punto di vista fisico ne da quello psicologico. Pertanto, nonostante un medico non prescriverebbe di adottare un cane per alleviare i problemi di cuore, non scoraggerebbe nemmeno questa misura in determinate situazioni.