Un cane sordo impara la lingua dei segni

Ognuno di noi possiede delle abilità. Tuttavia, esistono delle persone che ci danno l’impressione di poter fare qualsiasi cosa con il minimo sforzo. Questi soggetti sembrano essere capaci di portare a termine qualsiasi compito con successo. Sono casi eccezionali, perché la maggior parte della gente deve lottare tutti i giorni con impegno per migliorare le proprie capacità e per supplire alle carenze. Tutto ciò vale anche per gli animali. Oggi vogliamo raccontarvi la storia di un cane sordo che è stato capace di imparare la lingua dei segni.

Adottare un cane sordo?

Quando si decide di adottare un cane, senza dubbio una scelta lodevole, si hanno già in mente le caratteristiche dell’animale che vorremmo. Pensiamo alla razza, alle dimensioni, ecc. Fantastichiamo sulla vita insieme, sulle cose che faremo… insomma, prendiamo in considerazione moltissimi dettagli per valutare come l’animale potrà adattarsi alla nostra esistenza.

Ma se capovolgessimo questo modo di pensare? E se cercassimo di immaginare ciò che noi potremmo fare per l’animale? Ci sono molti animali che a prima vista sembrano essere meno attraenti perché, per nascita o per accidente, hanno delle caratteristiche particolari. Chi ha il coraggio di adottare uno di questi animali, sarà sicuramente il suo salvatore e un appoggio indispensabile, ma può stare pur certo che riceverà in cambio amore infinito. Tra il padrone e l’animale si stabilirà un vincolo davvero eccezionale.

Purtroppo non tutti hanno la forza di fare questo passo. Ed è così che Gordon, un cane sordo, non ha ancora trovato famiglia.

Un cane sordo molto dolce

cane-labrador-pallina

Da un anno Gordon vive in un rifugio per animali, aspettando di essere adottato. È vero che ci sono molti animali nella stessa situazione. Tuttavia per Gordon è ancora più difficile.

Gordon è un cane sordo. Ma questa caratteristica non gli impedisce di essere estremamente affettuoso. Ha conquistato l’affetto di tutti i volontari del rifugio, che hanno deciso di aiutarlo a sviluppare gli altri sensi per poter supplire all’handicap.

Queste persone, oltre ad essere amanti degli animali, sono dei professionisti. Preparano il cane nel migliore dei modi, affinché possa trovare al più presto una famiglia con la quale convivere serenamente.

Insegnano a Gordon la lingua dei segni

Per questa ragione hanno deciso di insegnare a Gordon la lingua dei segni. In questo modo Gordon potrà comunicare facilmente con le persone che gli stanno intorno. È un lavoro degno di lode, che però richiede creatività e moltissima pazienza.

Il rifugio si chiama The Mayhew Animal Home, e uno dei responsabili del centro ha parlato del lavoro che si sta facendo con Gordon:

“I nostri volontari, attraverso le ricompense, stanno insegnando all’animale a comunicare. E quando l’animale sa di aver obbedito agli ordini (come per esempio “seduto”, “vieni”, “resta“) reclama altre coccole. È un animale molto affettuoso.”

Un cane sordo che ha bisogno della famiglia adeguata

cane-con-famiglia

I volontari del rifugio sono molto affezionati a Gordon e l’animale è circondato da amore e attenzioni. Tuttavia, sarebbe meglio che l’animale trovasse una famiglia. Infatti, sulla pagina Facebook, il centro ha scritto un post nel quale si dice che da troppo tempo ormai Gordon aspetta di essere adottato. Gordon è un cane affettuoso e intelligente e la sordità non gli impedisce di fare le feste e di essere allegro.

Attraverso i gesti, Gordon capisce e risponde agli ordini, per cui la famiglia che lo adotterà non avrà nessun problema per comunicare con lui.

È tutto pronto, manca solo la famiglia perfetta.