Un compagno di giochi per il vostro gatto. Meglio evitare?

I gatti creano dipendenza. Quando se ne adotta uno, difficilmente si riesce a distogliere lo sguardo dalle sue sinuose forme. I gatti, infatti, sono interessanti, intelligenti e sono un’ottima compagnia per tutti gli amanti dei felini, che raramente si limitano ad adottarne solo uno. Senza dubbio, c’è chi pensa che trovare un compagno di giochi per il proprio gatto non sia la migliore delle idee. Vediamo tutti i dettagli.

Convivendo con i gatti, arriviamo a capire a fondo la loro personalità autosufficiente e la loro territorialità. A volte è persino difficile credere che possa trovarsi a suo agio, o addirittura a godere, della presenza di altri animali nel suo ambiente. Tuttavia, questo non è affatto vero in generale. A prescindere dalle caratteristiche individuali, i gatti godono della compagnia degli altri animali, sempre che non li considerino una minaccia per il loro territorio. In questo modo avrà un compagno di gioco, che è molto importante, specialmente per quei gatti che sono costretti a passare molto tempo da soli.

Un buono modo per fargli combattere la noia, è mantenerlo occupato. E quale modo migliore se non fornirgli l’affetto di altri animali, oltre al nostro? Senza dubbio, però, questo richiederà molta pazienza da parte vostra mentre gli animali si adattano l’uno all’altro e arrivino a prendere confidenza e fiducia reciproca.

In generale, la relazione di un gatto con gli altri animali è in principio decisamente distante, specialmente quando si tratta di animali adulti. In ogni caso, questa fase durerà solo alcuni giorni, durante i quali il felino studierà il nuovo ospite, si abituerà alla sua presenza e smetterà di considerarlo una minaccia.

La stretta di zampa

cane e gatto 2

La cosa migliore da fare è aspettare un paio di giorni prima di presentare ufficialmente gli animali che condivideranno lo stesso tetto. All’inizio dovrete tenerli separati. In primo luogo, perché il vostro gatto pretenderà il dominio sul suo territorio e voi state introducendo un estraneo. In secondo luogo, perché dovete permettere al nuovo amico di abituarsi allo spazio circostante, così ridurrete lo stress che implica lo spostarsi in un nuovo ambiente sconosciuto.

Ovviamente, grazie al suo olfatto e udito, il vostro gatto saprà che c’è un altro animale in casa, quindi l’ideale è aspettare che la sua curiosità diminuisca un po’. Potete aiutare il processo di adattamento mettendo coperte impregnate dell’odore del nuovo animale sotto il divano o il letto dove dorme. In questo modo, il gatto si abituerà al nuovo odore e lo assocerà a qualcosa che gli risulta piacevole.

Quando li presenterete, lasciate che si annusino, se lo vogliono. Se presenterete un cane, la cosa migliore è non permettere che si avvicini troppo al gatto, dato che si potrebbe sentire minacciato e attaccare in risposta. Lasciateli nello stesso posto per qualche minuto e man mano prolungate questi momenti di unione col passare dei giorni. In questo modo, sarà più probabile che il vostro gatto, finalmente, decida di avvicinarsi al nuovo coinquilino.

È meglio introdurre un cucciolo nell’ambiente familiare, invece di un animale adulto, dato che questi tendono a sottomettersi al veterano. In ogni caso, anche questo processo può risultare vincente nel caso di animali adulti. Ricordate però di capire prima il livello di aggressività dell’animale che state introducendo nella vostra casa.

Ricordate che dovete mostrarvi tranquilli, così potrete trasmettere ai vostri animali l’energia e la calma appropriata, ed eviterete che associno la vostra tensione con la presenza dell’altro animale. Dovete proporvi come l’animale alfa per tutto il tempo, altrimenti il gatto tenderà a comportarsi male con il nuovo arrivato.

Consigli

gatti

  • Non lasciate gli animali da soli fino a che non siate assolutamente sicuri che non si faranno del male.
  • È meglio non perdere mai di vista gli animali piccoli. Ricordate che il vostro gatto è un predatore e la sua dieta è in gran parte carnivora.
  • Lasciate che il vostro gatto si nasconda o scappi dall’altro animale. Questo è, come ben saprete, un comportamento assolutamente normale e non dovete impedirlo.
  • Ciascun animale deve avere le sue cose personali (giocattoli, letto, ciotole).
  • Tenete a mente la dimensione della vostra casa, dato che dovrete fornire sufficiente spazio ad entrambi.
  • Siate pazienti. Questo è u processo che può durare un po’ di tempo, ma è meglio farlo come si deve, per evitare difficoltà di convivenza in futuro per entrambi gli animali.

Casi in cui prestare particolare attenzione

Ricordate di fare particolare attenzione nei seguenti casi

  • Gatti poco socievoli.
  • Animali con precedenti di aggressività.
  • Felini molto nervosi.
  • Situazioni che vi costringano a fargli condividere acqua e o alimenti.

In questi casi, infatti, il processo può risultare più difficoltoso e dovrete prestare maggior attenzione.