Un Rottweiler salva un Chihuaua da un coyote

Le persone non esperte di cani, quando sentono parlare di Rottweiler, pensano immediatamente alla violenza e all’aggressività. Il fatto che questi cani siano spesso impiegati nei combattimenti ha causato la loro cattiva reputazione e molti credono, erroneamente, che siano cani aggressivi, nati per uccidere. Ma è vero? Il Rottweiler non merita di essere associato a una razza feroce. Conosciamo meglio questa razza prima di raccontare la storia di oggi, che vede proprio uno di questi cani come protagonista. Siete d’accordo?

Il carattere del Rottweiler

Rottweiler

Nonostante i miti riguardanti la sua aggressività siano privi di fondamento, è innegabile che il suo aspetto invita alla cautela, e può persino incutere timore. Ma non fatevi ingannare dalle apparenze: questo splendido cane nasconde dentro di sé qualità totalmente opposte.

Il carattere del Rottweiler è tranquillo e calmo. È un cane nobile, indipendente e molto protettivo, doti che possiede in modo istintivo.

Non ama gli estranei, ma se viene socializzato adeguatamente, questo aspetto risulta facilmente correggibile. È molto intelligente, oltre ad essere una delle razze più facili da addestrare. Il vostro Rottweiler sarà il cane che volete che sia. Il suo istinto protettivo lo rende la compagnia ideale anche per i più piccini. La sua propensione all’addestramento ha fatto sì che molti lo scegliessero come cane da combattimento, cosa che ha generato la sua cattiva reputazione. La storia che vi racconteremo di seguito vi dimostrerà che la ferocia del Rottweiler è solo una leggenda urbana, e che oltre questa cattiva reputazione, emerge il suo carattere protettivo.

Il Rottweiler salvatore

Non sappiamo da dove saltò fuori il Chihuahua, e nemmeno il Rottweiler. La storia cominciò quando un Chihuahua attraversò, correndo, una strada poco trafficata. Non è dato sapere dove si dirigesse e nemmeno da dove fosse sbucato.

Dopo alcuni secondi, un coyote apparve dal nulla, e cominciò ad inseguire il malcapitato Chihuahua, proprio come se si trattasse di un coniglio a cui dare la caccia.

Il Chihuahua, nonostante corresse per mettersi in salvo, non ebbe successo. Le sue corte zampette gli impedivano di correre più di quanto stesse facendo e il coyote lo raggiunse rapidamente. Il coyote azzannò il Chihuahua: ma che intenzioni aveva? I coyote divorano i cani? Non ci è dato saperlo… ma di lì a poco apparve l’angelo custode del cagnolino.

Dal nulla apparve un possente Rottweiler, che si lanciò coraggiosamente contro il coyote, costringendolo a mollare la presa, e salvando così la vita del Chihuahua.

Il Rottweiler non si limitò a questo. Voleva giustizia, e cominciò ad inseguire il coyote fino allo sfinimento. La storia finisce qui. Un lieto fine grazie a un coraggioso Rottweiler che ha salvato un piccolissimo Chihuahua dalle zanne del coyote. 

Le ipotesi sulla storia

chihuahua bianco e marrone

  • Alcuni sostengono che il Chihuahua stesse fugendo dal Rottweiler e che questo avesse combattuto contro il coyote per difendere la sua “preda”
  • Altri dicono che il Chihuahua e il Rottweiler vivessero nella stessa casa, per cui il Rottweiler sarebbe corso in aiuto di suo “fratello”.
  • Altri ancora affermano che si sia trattato di un atto istintivo del Rottweiler, derivante dal suo forte carattere protettivo.

Preferiamo propendere per le ultime due ipotesi, dal momento che esistono molte storie di Rottweiler che hanno rischiato la propria vita per salvarne un’altra, umana o di un altro cane. “Bravo piccolo!”.

È l’ennesimo episodio che ci dimostra che noi umani abbiamo ancora molto da imparare dagli animali.

Mentre noi ci uccidiamo per denaro e perfino per piacere, gli animali si rispettano e si prendono cura gli uni degli altri, senza pretendere nulla in cambio.

Pensate ancora che le persone siano migliori degli animali?