Via le zecche con la camomilla!

Chi ha un animale domestico, conosce bene la piaga dei parassiti. Un parassita è un organismo vivente (di solito appartenete alla famiglia degli insetti), che vive a spese di un altro animale e si ciba, di norma, del suo sangue.

Le infestazioni parassitarie sono fastidiose, dal momento che provocano prurito e croste, senza contare il fatto che degli insetti stanno vivendo sul vostro animale da compagnia. Ma l’aspetto peggiore è che i parassiti che infestano gli animali possono attaccare anche l’uomo. I parassiti più comuni sono le zecche e le pulci. A continuazione vi raccontiamo come è possibile eliminare le zecche con la camomilla.

zecca_2

Le zecche

Una zecca è un piccolo insetto con molte zampe, simili a quelle del ragno, che si attacca alla pelle di un animale (o di una persona) e si nutre del suo sangue. In genere si posizionano dietro le orecchie, intorno all’ano, o sulla nuca: tutte zone dove l’animale non si può grattare con facilità.

Le zecche, tra l’altro, possono essere portatrici di malattie, come ad esempio la borreliosi (conosciuta anche come malattia di Lyme), che provoca nei cani infiammazione dell’articolazioni, mutazioni della pelle, febbre, malessere o dolori muscolari.

Tutte le volte che rientrate a casa, dopo una passeggiata o una corsa con il vostro cane, dovrete controllarlo, per essere sicuri che non abbia preso qualche zecca. In ogni caso, se vedete che si gratta continuamente o prova a farlo nelle zone menzionate prima, dovrete ispezionarlo con cura perché è probabile che ne abbia qualcuna.

L’ideale sarebbe individuare le zecche quando sono ancora piccole, perché così si eliminano più facilmente con rimedi semplici, mentre se vengono individuate quando sono già grandi, la cosa migliore è strapparle con delle pinze, usando un paio di guanti, per evitare che si attacchino alla vostra pelle, e dello  iodio per poi disinfettare la ferita del cane.

I rimedi casalinghi possono essere impiegati anche per prevenire l’infestazione di zecche, anche se la soluzione più efficace resta, in ogni caso, l’uso di un collare repellente e regolari visite dal veterinario, affinché gli somministri le pipette.

Eliminare le zecche con la camomilla

camomilla

Per eliminare le zecche con la camomilla vi dovrete munire di acqua, sapone, cotone e fiori di camomilla, che sono facilmente reperibili in tutte le erboristerie. Potete anche utilizzare, in alternativa, le bustine già pronte per tisane, anche se sarebbe sempre meglio scegliere prodotti naturali. Quando avrete tutti gli ingredienti, preparate una tisana alla camomilla, portando a ebollizione l’acqua sul fuoco e aggiungendo i fiori o le bustine di camomilla.

Lasciate riposare per un quarto d’ora circa, in modo che l’acqua assorba tutte le proprietà della camomilla e togliete i sacchetti o i fiori. Quando la tisana sarà diventa tiepida, imbevete un pezzo di cotone con l’infusione, strizzate il batuffolo di cotone e applicatelo sulla pelle del vostro animale, passando su tutte le zone del corpo del vostro cane, specialmente la zona delle orecchie, del collo, della testa, e delle zampe, i posti preferiti dalle zecche.

L’aroma della camomilla infastidirà le zecche, che abbandoneranno rapidamente il corpo dell’animale, a causa dell’odore di questa infusione, che per loro è assolutamente sgradevole. Questo rimedio casalingo va applicato una volta ogni due settimane, finché avrete eliminato tutte le zecche. Potete, poi, continuare anche per prevenire future infestazioni. Un modo semplice per farlo è applicare il rimedio quando fate  il bagno al cane, facendo l’ultimo risciacquo con la camomilla.

Dopo aver disinfestato il vostro cane, dovrete disinfettare bene anche la casa, per prevenire una nuova infestazione ed eliminare le possibili zecche che potrebbero essere rimaste in giro. A questo scopo, oltre a mettere in lavatrice tutto ciò che è stato a contatto con l’animale, potete nebulizzare in casa un composto a base di acqua e limone o del pesticida comune.

Per preparare la soluzione di acqua e limone, fate bollire mezzo litro d’acqua con due fette di limone. Quando l’acqua arriva ad ebollizione , abbassate il fuoco al minimo, e lasciate sobbollire per un’ora, senza far evaporare l’acqua. Versate il liquido ottenuto nel nebulizzatore (una volta raffreddato).

Se le zecche hanno lasciato delle ferite sulla pelle del cane, potete applicare una crema alla calendula (che favorisce la cicatrizzazione), un gel o una crema a base di aloe vera (che nutre e idrata la pelle) e anche olio di lavanda (che protegge le ferite dalle infezioni).