10 consigli per migliorare e prolungare la vita del vostro gatto

I gatti sono ottimi compagni di vita. Erroneamente a volte si crede che, essendo animali indipendenti, siano diffidenti e ostili, ma in genere sono in realtà affettuosi e molto attaccati ai loro proprietari. Volete sapere come rendere migliore la loro vita?
10 consigli per migliorare e prolungare la vita del vostro gatto

Ultimo aggiornamento: 17 dicembre, 2021

I gatti sono animali domestici meravigliosi. Se avete un gatto come animale domestico o volete renderne uno parte della vostra famiglia, è importante conoscere alcuni accorgimenti di base che aiuteranno il gatto a vivere meglio e più a lungo.

Come tutti gli animali domestici, i gatti hanno bisogno di cure costanti. La loro reputazione di “animali indipendenti” ha fatto sì che molti proprietari tralasciassero le necessità essenziali di ogni gatto, ma si tratta di un preconcetto è assolutamente errato. Continuate a leggere questo articolo se vi va di ricevere dei consigli utili per la cura del vostro gatto.

1. Portate il vostro gatto dal veterinario

Per prolungare la vita del vostro gatto è fondamentale portarlo regolarmente dal veterinario. In questo modo sarete al passo con tutte le vaccinazioni e i farmaci necessari e sarà possibile diagnosticare eventuali condizioni di salute in tempo se dovessero manifestarsi. Portatelo almeno ogni anno o subito se è malato, ferito o sviluppa sintomi allarmanti, come ad esempio di un’allergia.

Trovare un medico di fiducia è essenziale, quindi prendetevi del tempo per decidere. Ricordate che avere un buon rapporto con lui rende più semplici le visite (che spesso sono stressanti per i gatti). Inoltre, agire sarà molto più semplice se il veterinario conosce già il paziente e la sua storia.

2. Date da mangiare al vostro gatto cibo di alta qualità

L’American Society for the Prevention of Cruelty to Animals (ASPCA) consiglia di acquistare cibo per gatti o gattini di alta qualità. Con questo obiettivo in mente, un veterinario potrà esaminare il vostro gatto e determinare la dieta migliore per lui. La scelta di cosa e quanto dovrebbe mangiare un gatto dipenderà da fattori come l’età, il livello di attività e la salute.

È essenziale che il cibo del vostro gatto contenga taurina, un amminoacido essenziale per la salute del cuore e degli occhi.

Oltre ad una buona alimentazione, è bene fornire sempre al vostro gatto dell’acqua fresca e pulita e lavare e riempire le ciotole ogni giorno. Se potete fargli usare una fontanella di acqua fresca, ancora meglio. Tenete presente inoltre che gli snack e i premi non dovrebbero rappresentare più del 5-10% della dieta.

Un veterinario visita un gattino.

3. Assicuratevi di non avere piante tossiche per i gatti in casa

Esistono delle piante benefiche per i gatti, mentre altre danneggiano la loro salute. È importante fare delle ricerche su questo argomento e, oltre alle piante, sapere quali sono gli alimenti umani che i gatti non possono mangiare.

Il narciso autunnale (Colchicum autumnale) e le piante del genere Amaryllis sono solo alcuni esempi. Informatevi bene e rimuovete eventuali piante tossiche per il vostro gatto dall’ambiente domestico.

4. Tenete il gatto in casa

Fonti professionali affermano che i gatti che restano dentro casa vivono una vita più lunga e più sana di quelli che si avventurano per le strade. Se volete prolungare la vita del vostro gatto, tenete in considerazione le seguenti informazioni: i gatti che passano la vita in casa vivono dai 10 ai 15 anni, mentre quelli che vivono fuori sopravvivono in media tra i 2 ei 5 anni.

Il fatto che il vostro gatto viva dentro casa ha i suoi pro e i suoi contro, così come se avesse accesso all’esterno. Uno dei vantaggi è che il vostro gatto sarà protetto dai rischi che comporta l’ambiente esterno e, se gli fornite un adeguato arricchimento ambientale, non avrà nulla da invidiare alla vita all’aperto.

Alcuni gatti che hanno accesso all’esterno vengono investiti da veicoli, feriti da altri gatti, attaccati da cani o predatori, infettati da malattie mortali, smarriti e avvelenati, tra le altre cose. Inoltre, tenete presente che la loro stessa attività di predatori danneggia la fauna autoctona, quindi far uscire il micio non è mai un bene.

5. Arricchite l’ambiente in modo che il vostro gatto viva felicemente

Oltre ad avere un posto proprio, pulito e asciutto dove dormire e riposare, il vostro gatto deve avere un arricchimento ambientale adeguato alla sua natura felina. Per raggiungere questo obiettivo potete offrirgli dei punti della casa in cui si può affilare le unghie, spazi verticali adatti ad arrampicarsi e giocattoli che stimolano il suo istinto di caccia, tra gli altri.

Per fare in modo che il vostro gatto non si affili le unghie sui vostri mobili, fornitegli un robusto tiragraffi alto almeno 90 centimetri che non traballi troppo quando lo usa. Inoltre si consiglia di fornirgli un luogo dove possa interagire con la natura, come uno comodo posto ai piedi della finestra.

6. Giocate con il vostro gatto ogni giorno

Oltre ad aiutarlo a mantenersi in forma, fare esercizio e giocare previene anche lo stress, rendendo il gatto felice e sano. Questo perché i gatti hanno bisogno di cacciare, saltare e interagire, e l’attività di gioco consente loro di attingere ai loro istinti naturali.

Durante il gioco, è importante tenere a mente che i gatti sono predatori naturali. Se usate un laser per giocare con il vostro gatto, assicuratevi di dargli un oggetto tangibile da “uccidere” e “mangiare” alla fine dell’inseguimento. I gatti in genere adorano i topi giocattolo e le palline.

7. Sterilizzate il vostro gatto

Si consiglia di sterilizzare i gatti a 5 mesi di età. Tramite questa procedura si riduce l’abbandono degli animali e si prevengono malattie che possono troncare la vita del vostro gatto.

8. Spazzolate costantemente il vostro gatto

La maggior parte dei gatti si mantiene pulita e ha bisogno del bagno solo quando è estremamente necessario, ma dovrete ricordarvi di spazzolare o pettinare regolarmente il vostro gatto. In questo modo, manterrete pulita la loro pelliccia, ridurrete la quantità di peli sparsi in giro e ridurrete la comparsa dei boli di pelo.

Spazzolare il gatto regolarmente, oltre a mantenere lucido il suo pelo, vi permetterà anche di prendere confidenza con il suo corpo e riconoscere immediatamente eventuali cambiamenti di forma o consistenza. Se notate nuovi grumi, protuberanze o punti dolenti, dovreste portarlo dal veterinario.

9. Pulite la lettiera del gatto ogni giorno

Tutti i gatti che vivono dentro casa hanno bisogno di una lettiera che deve essere collocata in un luogo tranquillo e accessibile. In una casa su più piani, se ne consiglia una per piano. Tenete presente che il vostro gatto non vorrà usare una lettiera sporca e maleodorante, quindi dovrete cambiare il substrato ogni giorno.

Si consiglia di pulire completamente la lettiera almeno una volta alla settimana o al mese (se si utilizza una sabbia agglomerante) e per farlo sarà necessario svuotarla e lavarla con un detergente delicato. Non usate ammoniaca o profumi (soprattutto limone) per lavare la lettiera.

La pulizia quotidiana della lettiera vi consentirà di notare immediatamente eventuali cambiamenti nelle urine o nelle feci del gatto.

10. Mettete al vostro gatto un collare di identificazione

Se permettete al vostro gatto di stare all’aperto, è importante che indossi un collare di sicurezza con un targhetta identificativa. Un collare elastico permetterà al vostro gatto di liberarsi nel caso in cui resti impigliato in qualcosa. Inoltre, impiantare un microchip farà in modo che il vostro gatto venga restituito in caso di smarrimento.

Un gatto con un cuore tra le zampe.

Affinché sia felice con voi e possa vivere più a lungo, è fondamentale che diate al vostro gatto le cure più elementari e semplici di cui ha bisogno. Se inizierete a seguire questi consigli, il vostro gatto vi starà affianco ancora per molti anni.

Potrebbe interessarti ...
Perché il gatto strofina il muso sulla mia faccia?
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Perché il gatto strofina il muso sulla mia faccia?

I felini sono unici e curiosi. Se il vostro gatto strofina il muso sulla vostra faccia, vi chiederete da cosa deriva questo comportamento.