15 curiosità sui cavalli che dovete sapere

27 febbraio 2018

Il cavallo è un animale che, da sempre, vive e lavora accanto all’uomo. E’ stato fondamentale in ambiti come la caccia, l’agricoltura, l’industria, la guerra, oltre che nello sport. Se avete una passione per questo eccezionale quadrupede, è possibile che già sappiate molte cose su di lui. Ad ogni modo, abbiamo deciso di riassumere in questo articolo 15 curiosità sui cavalli che non potete perdervi.

1. Hanno una forza ineguagliabile

Dopo l’elefante, il cavallo da tiro è considerato uno degli animali terrestri più forti del mondo. Può esercitare una forza proporzionale al suo peso. Nel 1893 uno di questi animali, di razza Clydesdale, da solo è riuscito a spostare la bellezza di 128 tonnellate.

2. Sono animali antichi

Il cavallo della razza araba è quello più antico al mondo e la sua origine risale al 3000 a.C. È stato in grado di trasmettere i suoi tratti caratteriali nel corso degli anni. Oltre alla sua lunga storia, si differenzia per la sua caratteristica anatomia. Ha una costola, un osso lombare e due vertebre in meno rispetto agli altri cavalli.

un cavallo marrone corre nel suo recinto

3. Una visione assai particolare

Hanno una visione panoramica monoculare, che gli consente di vedere attorno su entrambi i lati con uno qualsiasi dei loro occhi. Hanno però una zona cieca proprio davanti alla fronte.

4. Sono i mammiferi con gli occhi più grandi

Tra i mammiferi terrestri, sono gli unici ad avere gli occhi così grandi. Foche, balene e struzzi sono gli unici animali che li superano.

5. Percepiscono il respiro del cavaliere

Un’altra curiosità sui cavalli è che, essendo animali da preda, sono molto percettivi. Possono intuire ciò che la persona prova semplicemente attraverso il suo respiro e usarlo come segnale di pericolo per ciò che succede nell’ambiente circostante.

6. I loro denti non smettono mai di crescere

I denti della razza equina crescono per tutta la vita. Servono infatti per stabilire l’età di un esemplare. Basta osservare l’usura degli incisivi che deriva dall’alimentazione e l’utilizzo che è stato fatto dell’animale.

7. Differenziano le emozioni e comprendono la morte

Il cavallo è un animale sensibile, che distingue vari sentimenti come amore, felicità, tristezza, frustrazione, paura o ansia. Può anche sentirsi triste per mesi, per la morte di un simile o anche del suo cavaliere.

8. Il periodo di gestazione

Una cavalla dà alla luce un solo puledro, raramente due, dopo 11 mesi di gravidanza.

9. I puledri possono correre già poche ore dopo il parto

Nascono con il 90% delle dimensioni che raggiungeranno i loro arti da adulti. Possono raggiungere una velocità media fino a 44 km/h. Anche se ci sono razze che sono in grado di raddoppiare tale record.

10. Hanno una buona memoria

Così come gli esseri umani, una delle curiosità da sapere sui cavalli è che hanno un’eccellente capacità di memorizzazione. Alcuni comportamenti sono dovuti a situazioni precedentemente spiacevoli che vengono registrate sotto forma di trauma.

Durante la notte, l’animale si rilassa e ricorda ciò che ha imparato durante il giorno, rinforzandolo nella propria memoria.

11. Possono muovere le orecchie di 180 gradi

Sapevate che ogni singola orecchia possiede 16 differenti muscoli?. Inoltre, è possibile misurare la temperatura corporea del cavallo dalle sue orecchie. Se sono fredde, l’animale si sentirà esattamente nello stesso modo.

12. Vivono a lungo

L’aspettativa di vita del cavallo è di 25/30 anni. L’animale più lungo visse 62 anni, dal 1760 al 1822. Si chiamava Vecchio Billy ed era originario del Lancashire, in Inghilterra.

13. Quanti cavalli ci sono al mondo?

Attualmente vivono nel mondo circa 75 milioni di cavalli. La Cina non è solo il paese più popolato di esseri umani. Si stima che vivano qui circa 10 milioni di equini. Uno degli sport più popolari al mondo è il dressage.

un cavallo elegante realizza un percorso di dressage

14. Bevono tra i 25 e i 30 litri di acqua al giorno

Per via della loro dimensione, questi mammiferi richiedono ogni giorno una gran quantità di liquidi. Questa aumenta, come si capisce, nei periodi estivi o nelle giornate di attività più intensa.

15. Possono dormire in piedi

I cavalli, come sicuramente saprete, sono in grado di dormire in piedi. Ciò è legato al fatto che esistono due tipologie di sonno, uno “sincronizzato” e quello REM. Nel primo caso, le onde cerebrali sono corte ed il cervello è poco attivo, ma non completamente addormentato. Il cavallo dunque è in grado di riposare, ma si sveglia facilmente.

Il mito del “cavallo bianco”

Parlando di curiosità sui cavalli non possiamo omettere di parlare del famoso cavallo bianco. Si tratta di un’immagine tradizionale che da sempre occupa un posto di primo piano nelle culture di tutto il mondo. Il cavallo bianco è stato ed è considerato sacro e venerato in molte regioni. Intorno a lui sono stati creati vari miti.

In Persia venivano sacrificati dei cavalli bianchi in onore del dio Mitra, divinità della Luce e protettore dei pascoli. Nell’antica India, si sacrificavano per assicurare la prosperità del regno. Rimanendo nel continente asiatico, in Cina, le giumente bianche della dinastia Yuan erano trattate come vere divinità. Era vietato camminare dove erano passate loro, durante la Festa Bianca della primavera. I Celti seppellivano i loro cavalli bianchi perché lo consideravano un modo per onorarli. Le giumente erano un simbolo di fertilità.

Ma, senza dubbio, il più famoso tra i cavalli bianchi è Pegaso, l’animale alato simbolo della Grecia antica e montato da Zeus, il re degli dei, che lo accompagnava in tutte le sue avventure.

Fonte dell’immagine principale: ValenciaCaballo

Guarda anche