5 cose che i cuccioli non sanno ancora fare

17 Aprile 2019
I cuccioli non sanno fare delle cose che apprenderanno da adulti e per questo serve molta pazienza nel portare avanti la loro educazione.

Molte persone, quando decidono di avere un cane, lo prendono cucciolo. Sono divertenti, adorabili e molto socievoli. Tuttavia, ci sono delle cose che i cuccioli non sanno fare.

Tenetele a mente per poter educare i cuccioli secondo il loro ritmo.

Cose che i cuccioli non sanno ancora fare

I cuccioli di cane sono davvero adorabili, dolci, molto attivi e la scelta cade spesso su di loro quando si decide di adottare un amico a quattro zampe. Tuttavia, non c’è dubbio che un cane giovane non obbedirà subito e bisognerà insegnargli moltissime cose: dal dormire senza disturbare al sedersi.

Non solo il cucciolo non comprende ancora gli ordini, ma ci sono anche delle abilità che deve ancora sviluppare perché è troppo giovane. Per questo, se desiderate iniziare a educarlo, ricordate che ci sono delle cose che un cucciolo non sa ancora fare.

1. Restare solo

Fino all’arrivo in casa, il cucciolo è sempre stato accompagnato, da sua madre o dai suoi fratelli. Arrivare in una casa estranea e rimanere solo può essere una novità che non è ancora preparato ad affrontare.

Restare solo è qualcosa di più che andare al lavoro e lasciare il proprio cane in casa ad aspettare che passino le ore. Anche restare solo durante un periodo breve è diverso, così come lo è passare la notte. Molte persone rinchiudono i cuccioli durante la notte, ma anche questa situazione può essere difficile da gestire da parte dell’animale.

Cucciolo da solo

I cani imparano a restare da soli con l’età, col passare del tempo. Con la crescita imparano a essere indipendenti, a voler esplorare senza essere legati necessariamente alla loro famiglia umana. Possiamo iniziare ad abituarli a stare da soli con delle brevi uscite di casa o facendoli giocare in una casa vuota. Questo tipo di apprendimento avviene un po’ alla volta.

2. I cuccioli non sanno controllare la forza del morso

I cuccioli non sono capaci di controllare la loro forza e molti non sono in grado di capire bene quello che sanno fare con i loro denti; possono fare dei danni. Inoltre, esplorano il mondo con la loro bocca, per questo mentre giocano con noi o con i nostri oggetti possono farci male o distruggere tutto.

Normalmente, imparano a gestire la forza molto velocemente: lo fanno giocando con i fratelli o con altri cuccioli.

Fanno pratica tra di loro, mordendosi e così imparano qual è il limite del morso. Se il vostro cane non ha imparato con altri esemplari giovani, lo apprenderà pian piano.

Cane che morde giocando

Procurategli dei giocattoli da mordere sapendo che saranno distrutti: imparerà a non romperli con la pratica. Se vuole giocare con voi, smettete di giocare quando vi fa male: capirà che in quel modo non potrà continuare a giocare. Presto saprà come controllarsi.

3. Gestire l’eccitazione

I cani adulti sanno essere davvero pigri e con il passare del tempo apprezzeranno la tranquillità. I cuccioli, tuttavia, non sempre sanno gestire l’eccitazione. In una casa viva e stimolante, con molti rumori, come il volume della televisione alto, le visite, i bambini che giocano, un cane adulto sa decidere quando si sta eccitando troppo e deciderà di andare a rilassarsi.

Si tratta di un’altra cosa che i cuccioli non sanno fare: sono amanti dell’emozione, dell’eccitazione, del rumore e non sanno darsi un limite. In questo modo, se voi non siete in grado di capire quando il cagnolino ha provato sufficienti emozioni per un giorno, potreste trovarvi con un cane sovreccitato, incapace di rilassarsi e di andare a cercare un po’ di pace.

4. Cose che i cuccioli non sanno fare: concentrarsi

Quando siamo in compagnia del nostro piccolo amico desideriamo insegnargli dei comandi: sedersi, dare la zampa, rotolare o recuperare delle cose. Senza dubbio si tratta di un’attività gradevole, tuttavia, il cucciolo non è preparato per apprendere: concentrarsi e fare attenzione a quello che vogliamo insegnargli implica uno sforzo notevole.

Il cervello del cagnolino non è pronto per concentrarsi per più di un paio di minuti al massimo. Si tratta di un’azione che è fisiologicamente impossibile: a partire dai cinque mesi di età si dovrebbe aprire la finestra di concentrazione necessaria per apprendere dei semplici comandi. L’allenamento nei mesi precedenti non darà risultati.

5. Controllare gli sfinteri

Quando il veterinario ha terminato con il calendario dei vaccini e indica che è giunto il momento per poter portare il cagnolino in strada, sarà il momento di fare i bisogni all’esterno. Senza dubbio, nonostante la volontà, difficilmente riuscirà a controllare gli sfinteri in modo perfetto.

Detto ciò, si può iniziare a insegnargli a fare i suoi bisogni per strada, ma tale abilità non si acquisisce da un giorno all’altro: sono necessarie alcune settimane e tanta pazienza per ottenere il controllo degli sfinteri.

Quando si prende un cucciolo di cane in casa si è impazienti di insegnargli moltissime cose e farlo diventare un cane ‘perfetto’. Tuttavia, vanno considerate e ricordate tutte le cose che il cagnolino non sa ancora fare, a causa del suo giovane corpo, ancora impreparato. Con un po’ di pazienza e tempo raggiungerete le vostre mete.