5 parchi nazionali dell’Asia che vale la pena visitare

· 18 ottobre 2018
Visitare i parchi nazionali dell'Asia sarà un'ottima occasione per scoprire la biodiversità di questo continente.

L’ecosistema asiatico è piuttosto vario: qui è possibile trovare giungle, spiagge, deserti e montagne con caratteristiche molto peculiari. Senza dimenticare le zone innevate presenti a nord. Nel seguente articolo vi presenteremo alcuni parchi nazionali dell’Asia che non potete perdervi. Visitarli sarà un’ottima occasione per scoprire la biodiversità di questo continente. Intanto, vediamo di conoscerli meglio attraverso questo nostro articolo introduttivo. Ecco a voi i migliori parchi nazionali dell’Asia.

Quali sono i parchi nazionali dell’Asia da non perdere?

In tutto il continente ci sono quasi 1.000 aree protette e riserve che godono dello status di parco nazionale. I paesi con il maggior numero di questi sono Cina, India e Thailandia. Tra i parchi nazionali asiatici possiamo evidenziare:

1. Sundarbans National Park (India)

Situato nello stato del Bengala Occidentale, il Sundarbans National Park – nella foto che apre questo articolo – è stato fondato nel 1987 e copre un’area di oltre 133.000 ettari. La principale fonte d’acqua è il fiume Gange e l’ecosistema tipico è la fitta foresta di mangrovie.

Per quanto riguarda la fauna, questo parco nazionale ospita il coccodrillo di acqua salata e la tigre del Bengala, ma è anche sede di macachi, volpi volanti, delfini di fiume, gabbiani, piccioni, pesci sega, tartaruga embricata, cobra reali e pitoni della Birmania.

2. Great Himalayan National Park (India)

È uno dei più nuovi parchi indiani, dal momento che è stato fondato nel 2014, nel nord del paese, nello specifico nello Stato di Himachal Pradesh, e si trova ad un’altezza compresa tra i 1.500 e i 6.000 metri. Il momento migliore per visitarlo è tra settembre e novembre, quando la fauna fa la sua migrazione temporanea a basse latitudini.

Bue muschiato Himalaya

Nonostante la vita qui sia abbastanza complicata per ovvie ragioni climatiche, nella riserva riescono comunque a proliferare circa 375 specie di animali. Tra questi possiamo evidenziare il leopardo delle nevi, il mosco siberiano (un tipo di cervo), l’orso dal collare, il bharal, il sirau, il lupo, il goral e il macaco rhesus.

3. Khao Sok National Park (Thailandia)

Un altro dei parchi nazionali dell’Asia da non perdere si trova nella provincia di Surat Thani e ha una superficie di 740 km², che ospita il lago Cheow Lan e una catena montuosa calcarea. L’ecosistema della riserva è per lo più basata sulla foresta tropicale.

Macachi dei parchi nazionali dell'Asia

Il bambù è l’albero principale che cresce in Khao Sok, così come le liane. Entrambi forniscono cibo e protezione a molte specie di animali che vivono nella regione, tra cui il tapiro malese, l’elefante asiatico, la tigre, il cervo sambar indiano, il gaur, lo scoiattolo, il tragulo, il gibbone bianco, il macaco nemestrino e l’entello.

4. Parco nazionale di Tunkinsky (Russia)

Conosciuto anche come Tunka, è un parco situato nel centro sud della Siberia, in particolare in una zona montuosa ricoperta di valli e laghi a 200 chilometri dalla città di Irkutsk. L’ecosistema è composto da prati, ghiacciai, cascate e persino sorgenti termali.

Mucca beve da un fiume

Per quanto riguarda la fauna tipica, Tunkinsky è l’habitat del leopardo delle nevi (in pericolo di estinzione) e qui vivono anche il cuon alpino (noto anche come cane selvatico asiatico), il capriolo orientale, l’alce, il ghiottone, la puzzola della steppa e pesci come la carpa e il temolo.

5. Parco nazionale di Jiuzhaigou (Cina)

Chiudiamo la nostra rassegna dedicata ai parchi nazionali dell’Asia con questo che include tre valli: Rize, Zechawa e Shuzheng. Si trova nella provincia del Sichuan settentrionale ed è stato fondato nel 1992. Tra montagne, altopiani, cascate, laghi e cime innevate, questa area protetta si eleva dai 2.000 fino ai 4.500 metri.

Uccellino grigio su un ramo

Si estende per 720 chilometri quadrati e presenta un clima subtropicale che può raggiungere i -4 gradi in inverno e i 17 in estate. Il parco Jiuzhaigou ospita il panda gigante e il rinopiteco dorato. Si tratta di due interessanti specie, purtroppo in pericolo di estinzione. Inoltre, è possibile osservare circa 140 specie di uccelli.