A cosa serve lo sperone dei mastini?

· 10 luglio 2018

Nel corso dei processi di evoluzione, i corpi si adattano, si trasformano e cambiano. Alcune caratteristiche, utili per la sopravvivenza, vengono conservate. Altre, al contrario, scompaiono. Poi ci sono i cosiddetti organi vestigiali, che rimangono in una specie di limbo, a metà strada. Un esempio è lo sperone dei mastini.

E’ un discorso similare al coccige degli esseri umani. Rimane lì dov’è ma non serve assolutamente a nulla. Ebbene, in questo articolo vi parleremo della strana anomalia rappresentata proprio dallo sperone dei mastini. Sembra quasi che abbiano un pollice!

Cos’è lo sperone dei mastini?

Poche persone sanno che i cani possedevano i pollici, ma che furono “scartati” nel corso della loro evoluzione. Lo sperone del mastino, storicamente descritto come “artiglio di rugiada” o “zampa di rugiada”, è un’appendice superflua che questi cani conservano ancora oggi.

Ogni zampa di cane domestico ha quattro dita primarie. Se avete un mastino, avrete notato che è provvisto di un quinto dito sulle zampe anteriori. Occupa la stessa posizione tipica del pollice umano. Questo è il motivo per cui, questi speroni, vengono spesso chiamati “pollici del cane”.

Si notano maggiormente quando l’animale cammina o gioca e gli speroni della zampa anteriore non toccano il terreno. Ma quindi: a cosa servono?

una zampa di cane vista da vicino

Lo sperone dei mastini serve a qualcosa?

Questo organo vestigiale ha diverse funzioni, per quanto minori, tra cui quella di garantire equilibrio e stabilità quando i cani si muovono su terreni irregolari o ritornano a terra dopo aver nuotato.

Lo sperone frontale conferisce al mastino un po’ di assistenza e controllo quando si pulisce da solo, in particolare passando la zampa su testa e muso. Ne fa buon uso anche quando rosicchia con soddisfazione un osso o morde il suo giocattolo preferito.

Che ruolo hanno gli speroni posteriori?

Quando si parla dello sperone del mastino, la maggior parte delle persone probabilmente pensa a quel piccolo artiglio che pende dalla zampa di un cane.

Ebbene, gli speroni posteriori sono una prova evidente dei cambiamenti generati dall’evoluzione. Tutti i mastini possiedono speroni nella parte anteriore. Al contrario, però, la maggior parte degli speroni posteriori sono semplicemente anomalie genetiche.

Mentre quelli anteriori hanno una funzionalità propria, anche se limitata, gli speroni delle zampe posteriori non servono a nulla.

Se presenti, tendono ad apparire a una certa distanza dalla zampa posteriore. Sono uniti da nient’altro che un piccolo lembo di pelle, senza alcun altro attaccamento alla gamba, né da legamenti né ossa.

Mastini con doppi speroni

Per quanto strano possa sembrare, ci sono persino dei mastini che nascono dotati di doppi speroni funzionali su entrambe le zampe posteriori. In alcune varietà, questa anomalia è un requisito estetico indispensabile per la razza.

Cane su un prato fiorito

Ci sono altre razze di cani che, occasionalmente, presentano doppi speroni. Ad esempio, è il caso del Cane da pastore dell’Anatolia, dell’Australian shepherd e del Pastore Islandese… Qual è il punto in comune? Tutti questi cani sono di grandi dimensioni e usano il doppio sperone per camminare meglio su terreni difficili.

Eliminare lo sperone posteriore

Come il coccige e l’appendice nell’uomo, lo sperone dei mastini diventa importante quando si rompe. Quelli posteriori, non avendo una vera connessione sostanziale con il corpo, nella maggior parte degli esemplari, possono provocare incidenti sgradevoli. Come nel caso di tagli o strappi, con una copiosa fuoriuscita di sangue.

Per questo motivo, alcuni proprietari scelgono di rimuoverlo chirurgicamente. Togliere lo sperone dei mastini quando l’animale è cucciolo, permette di eliminare qualsiasi rischio di ferite in futuro.

L’estrazione dello sperone del mastino è semplice, sebbene non sia necessaria dal punto di vista medico. Durante la prima visita del cucciolo dal veterinario, può essere eseguito un intervento chirurgico di rimozione dello sperone.

In questa fase iniziale, il dolore è ridotto al minimo e i tempi di recupero sono più rapidi. La chirurgia precoce degli speroni posteriori è preferibile ad interventi quando i cani sono già adulti, dal momento che l’operazione risulterebbe più dolorosa (e costosa).