L’addestramento del setter inglese, il re della caccia agli uccelli

Insegnare a un cane i comandi di base può sembrare complicato e, ovviamente, richiederà sempre molta pazienza e perseveranza. Ma, se il cane scelto appartiene a una delle più antiche razze da caccia, questo compito può diventare ancora più complicato. Pertanto, eccovi alcune linee guida per l’addestramento del setter inglese, un eccellente cacciatore di uccelli.

Caratteristiche del setter inglese

Prima di entrare a fondo nell’argomento, vale la pena conoscere un po’ meglio questo cane. Ottenere maggiori informazioni sulle sue caratteristiche e il suo carattere, vi aiuterà a determinare il modo più efficace per poterlo addestrare.

Caratteristiche fisiche

Il setter inglese è un cane di taglia media, che può essere alto dai 55 ai 68 cm al garrese (le femmine sono più alte) con un peso che si aggira intorno ai 30 chili. Tra le sue caratteristiche fisiche vale la pena menzionare il caratteristico mantello, generalmente bianco, ma impreziosito da macchioline nere o arancioni presenti su tutto il corpo.

testa e muso da vicino di un setter inglese

I colori accettati per questa razza sono bianco-nero, arancione-bianco o tricolore, quando si mescolano queste tre tonalità differenti. In base al colore vengono assegnati anche nomi diversi, come Blue Belton, Orange Belton o Tricolor. La coda è di media lunghezza e cade verso il basso o resta in posizione orizzontale, ma mai in alto.

Carattere del setter inglese

Il setter inglese è un cane molto calmo in casa, ma molto attivo quando si trova all’aria aperta. È un animale molto familiare che adorerà giacere con voi sul divano, e che richiede coccole e affetto.

Non è un animale possessivo, il che significa che tutti i membri della casa potranno educarlo e obbedirà a tutti, indistintamente. Inoltre, la sua natura amorevole e gentile lo rende ideale per stare con i bambini. Ad ogni modo, ricordate sempre che l’interazione tra animali domestici e minori deve sempre avvenire con la supervisione di un adulto.

un setter inglese dal pelo marrone sdraiato sul prato

Consigli per l’addestramento del setter inglese

Per via dello scopo per cui è stato allevato, il setter inglese ha bisogno che teniate conto di una serie di requisiti quando lo addestrerete. Vediamo quelli più importanti e cruciali:

1. Affetto

Come abbiamo detto in precedenza, il setter inglese è un cane molto socievole e ha bisogno di sentirsi un membro della famiglia. Anche se basterà che vi consideri come leader, dovrà ricevere l’affetto dal resto dei membri della famiglia, di altri animali domestici o delle persone che lo circondano. Dovrà sentirsi parte di qualcosa e, se dovesse essere escluso da qualche attività, ne soffrirà terribilmente.

In questo senso, per addestrare correttamente un cane di questa razza, dovrete farlo vivere in casa, educandolo attraverso il rinforzo positivo e senza usare violenza se fa qualcosa di sbagliato.

2. Disciplina

All’interno della disciplina c’è un principio molto forte che dovrete insegnare: la gerarchia. Il setter inglese è un cane forte e intelligente, e lo sa. Dimostrategli che siete voi il leader e che lui deve obbedirvi e fare ciò che gli dite, con poche regole, ma chiare, semplici e coerenti.

Per educarlo, non c’è bisogno di gridare o essere violenti. Come abbiamo detto prima, la leva del rinforzo positivo è sempre la chiave per ottenere buoni risultati nell’addestramento di qualsiasi cane.

3. Routine

La routine è una delle questioni più importanti nella formazione del setter inglese, perché è qualcosa di essenziale per abituarlo a come dovrà essere la sua vita sotto il vostro tetto domestico.

Perciò, le passeggiate, i giochi, i pasti, così come il bagno, dovranno essere fatti sempre alla stessa ora e con la stessa frequenza. Ciò renderà l’animale calmo ed equilibrato, qualità che serviranno a favorire l’apprendimento.

4. Esercizio

A causa del suo intrinseco desiderio di caccia, l’esercizio è di vitale importanza nell’addestramento del setter inglese. Tutta l’energia che il suo corpo accumula dovrà essere canalizzata e lo sport è il modo migliore per riuscirlo a fare.

Se siete riusciti a seguire tutti questi punti, potete iniziare l’addestramento del setter inglese, che seguirà pause e percorsi comuni a qualsiasi altra razza. Partite con l’insegnare i comandi di base a casa, ma se cercate un livello più avanzato, non esitate a rivolgervi ad un istruttore cinofilo professionista.

Categorie: Consigli Tags:
Guarda anche