Allergeni nei cani: i più comuni e cosa fare

I cani possono avere delle reazioni allergiche a molti elementi che fanno parte della loro vita quotidiana. Come padroni, è importante che prestiate attenzione ai sintomi delle allergie per evitare gravi conseguenze.
Allergeni nei cani: i più comuni e cosa fare

Ultimo aggiornamento: 17 aprile, 2021

Un’allergia è una reazione del sistema immunitario ad un elemento estraneo al corpo. Come per le persone, anche i cani ed altri animali domestici possono soffrire di allergie. Forse, vi starete chiedendo: “Quali sono gli allergeni più comuni nei cani?”. Per rispondere a questa domanda, è necessario conoscere quali sono le allergie più comuni ed i loro sintomi.

Le allergie più comuni nei cani e i loro sintomi

Esistono diversi tipi di allergie che possono colpire i cani. Le allergie cutanee, le allergie alimentari e le allergie causate dagli allergeni presenti nell’ambiente. Tutte presentano dei sintomi diversi. Tuttavia, i vari sintomi delle allergie possono sovrapporsi.

Alcuni allergeni più comuni nei cani provocano delle reazioni allergiche così lievi che si possono a malapena notare. Ad esempio, l’arrossamento della pelle o del prurito localizzato dopo la puntura di un’ape o di un insetto.

Tuttavia, se il vostro cane mostra i segni di una reazione allergica più importante, come gonfiore al viso, prurito eccessivo, vomito, orticaria, protuberanze o eruzioni cutanee, vi consigliamo di consultare immediatamente un veterinario.

Allergeni nei cani: lo shock anafilattico

In casi rari i cani possono avere una grave reazione allergica chiamata anafilassi. I segnali di un’anafilassi possono includere la mancanza di respiro, debolezza e collasso. L’anafilassi può essere una reazione allergica potenzialmente letale.

In alcuni cani, lo shock anafilattico può essere causato da punture di api o dalla reazione ad un vaccino. Pertanto, è opportuno controllare le condizioni del cane dopo la somministrazione di vaccini, farmaci o quando mangia dei nuovi alimenti.

Cane che si gratta l'orecchio perché ha un'allergia. Allergeni nei cani.

In genere, per contrastare i sintomi dello shock anafilattico si somministra dell’adrenalina. Nelle prime fasi dello shock anafilattico l’adrenalina può essere utile, sebbene uno studio pubblicato nel 2002 suggerisce che la sua efficacia nei casi più avanzati sia limitata.

Fortunatamente, gli shock anafilattici nei cani sono rari ed un consulto tempestivo con un veterinario potrebbe risolvere facilmente il problema.

Reazioni allergiche cutanee

Le reazioni allergiche cutanee si presentano con arrossamento, prurito, infiammazione ed eruzioni che riguardano la pelle e che vengono chiamate dermatiti allergiche. Questi sono i sintomi più comuni delle reazioni allergiche che colpiscono i cani. Sono tre le cause principali delle allergie cutanee nei cani:

  • Insetti. Dermatite allergica da insetti.
  • Allergie alimentari.
  • Allergeni ambientali.

Tutte le allergie cutanee possono provocare delle infezioni secondarie a causa della presenza di funghi o batteri. Se non si trovano rapidamente dei rimedi, il quadro clinico dell’animale può peggiorare.

Allergeni più comuni nei cani: le allergie alimentari

I sintomi delle allergie alimentari nei cani possono riguardare la pelle (orticaria, gonfiore del viso, prurito, sanguinamenti), l’apparato gastrointestinale (vomito, diarrea) o entrambi. Inoltre, si possono verificare delle infezioni croniche dell’orecchio o dei piedi. Nei casi più gravi, i cani possono avere una reazione allergica importante come l’anafilassi.

I sintomi ed i trattamenti variano in base al cane, alla sua storia medica e alle cause che hanno provocato l’allergia. Secondo gli esperti dell‘American College of Veterinary Dermatology, il 10-20% dei casi di allergia nei cani sono dovuti alle allergie alimentari.

I componenti della dieta del cane sono tra gli allergeni più comini nei cani. È importante consultare un veterinario per distinguere un’allergia da un’intolleranza alimentare.

Alimenti che possono provocare le allergie

I cani possono essere allergici a qualsiasi tipo di cibo. Le fonti di cibo più comuni che possono causare allergie o intolleranze alimentari sono:

  • Carne di manzo.
  • Carne di pollo e derivati (uova).
  • Pesce.
  • Grano e altri cereali.

Il modo migliore per diagnosticare e trattare un’allergia alimentare è rivolgersi ad un veterinario. Insieme potrete controllare i sintomi presenti nel cane e scoprire l’ingrediente che causa l’allergia.

Allergeni più comuni nei cani: le allergie da contatto

Gli allergeni ambientali, come polvere, polline e muffe, possono causare delle reazioni allergiche atopiche o delle dermatiti atopiche. Nella maggior parte dei casi, queste allergie sono stagionali. Ve ne accorgete perché il cane si gratta solo in determinati periodi dell’anno.

Come per le allergie alimentari, le zone più colpite sono le zampe e le orecchie. Tuttavia, possono riguardare anche il muso, le ascelle, l’inguine, il contorno degli occhi e gli spazi tra le dita dei piedi.

Orecchio arrossato di un cane a causa di un'allergia. Allergeni più comuni nei cani.

Nei cani, sembra che la dermatite allergica sia correlata alla comparsa di otiti e infezioni dell’orecchio. Tuttavia, non ci sono molti studi a riguardo.

Uno studio statistico condotto dai ricercatori dell’Università della California ha evidenziato che la dermatite atopica è causata principalmente da una reazione agli acari della polvere, uno degli allergeni più comuni nei cani.

La dermatite atopica tende a peggiorare a seconda della stagione dell’anno, con un’incidenza maggiore in autunno. Sempre secondo lo stesso studio, il secondo allergene è la muffa, che causa un’incidenza maggiore delle allergie in autunno e primavera.

Bull Terrier bianco. Allergeni nei cani.
Fonte: Lilly M

Va notato che esiste una predisposizione di alcune razze alle allergie. Ad esempio, il Bull Terrier soffre di allergia ai pollini.

Punture di insetti, uno degli allergeni più comuni nei cani

Per quanto riguarda le punture di insetti, l’allergene più comune nei cani è rappresentato dalle pulci. Molti cani sono allergici alla saliva delle pulci e sviluppano una dermatite allergica quando entrano in contatto con questo ectoparassita.

I cani infestati dalle pulci hanno prurito (soprattutto alla base della coda) e la loro pelle può diventare rossa, infiammata e presentare delle croste. Inoltre, possono avere uno shock anafilattico se punti da scorpioni, vespe o api.

I sintomi delle punture degli insetti sono rossore e gonfiore della pelle nella zona della puntura. Spesso gonfiano anche le orecchie, il muso e le gambe.

Se il vostro cane ha un’infiammazione anormale, vi consigliamo di portarlo immediatamente dal veterinario. Questo professionista potrà fare la diagnosi esatta e prescrivere il trattamento adeguato.

Potrebbe interessarti ...
Allergie nei gatti: come si manifestano?
I Miei AnimaliLeggilo in I Miei Animali
Allergie nei gatti: come si manifestano?

Anche i gatti possono avere delle allergie. Uno dei sintomi più evidenti è il prurito costante. Andiamo a scoprirne altri...



  • Hill, Peter. (2011) Diagnosing cutaneous food allergies in dogs and cats – some practical considetations. In practice Magazine.
  • Zur, G. , Ihrke, P. J., White, S. D. and Kass, P. H. (2002) Canine atopic dermatitis: a retrospective study of 266 cases examined at the University of California, Davis, 1992–1998. Part I. Clinical features and allergy testing results. Veterinary Dermatology, 13: 89-102. doi:10.1046/j.1365-3164.2002.00285.x
  • Bautista E, Simons F, E, R, Simons K, J, Becker A, B, Duke K, Tillett M, Kepron W, Mink S, N: (2002) Epinephrine Fails to Hasten Hemodynamic Recovery in Fully Developed Canine Anaphylactic Shock. Int Arch Allergy Immunol. 128:151-164. doi: 10.1159/000059406