Animali degli stemmi nazionali

· 16 agosto 2018

Nessuno può negare che molte specie siano emblematiche di una nazione o di un territorio. La simbologia legata a loro è davvero sorprendente, ed è per questo che è possibile riconoscere molti animali degli stemmi nazionali in tutto il mondo.

Oltre ad essere identificativi di un paese, racchiudono tutta una serie di messaggi positivi e valori universalmente riconosciuti, che servono da ispirazione e modello per tutti i cittadini. In questo articolo abbiamo raccolto cinque animali degli stemmi nazionali tra i più interessanti. Molti di loro hanno una storia antichissima: scopriamoli assieme!

Perché si usano gli animali sugli stemmi nazionali?

Sia le bandiere che gli scudi servono per rappresentare ufficialmente una nazione. Vengono creati ed elaborati scegliendo colori e altri elementi, come stelle, soli, lune, piante o animali.

Viene scelto, con molta cura, tutto ciò è legato alla storia, alla cultura, alla biodiversità e persino alla mitologia di un determinato territorio. Pertanto, non è strano vedere degli animali sugli stemmi nazionali. Eccone cinque che, siamo certi, non vi lasceranno indifferenti:

1. Australia

Quando pensiamo alla più grande isola della Terra, il primo essere vivente che salta alla mente è sicuramente il canguro. Effettivamente, non poteva mancare sullo stemma nazionale dell’Australia. Fu posto su questo emblema già nel 1912, accompagnato dalla figura di un emù, l’uccello nazionale. I due animali sorreggono uno scudo allargato, diviso in sei parti, una dedicata a ogni stato.

All’interno di questo simbolo – che potete vedere nell’immagine che apre questo articolo – è possibile intravedere anche altri animali: una gazza, un cigno nero e un leone passante, tipico simbolo araldico che presenta questo grande felino con una zampa sollevata.

2. Messico

Molti degli animali degli stemmi sono uccelli e l’aquila è uno dei più usati. Tra tutti gli emblemi dei paesi, quello della nazione centroamericana è sicuramente è uno dei più elaborati.

Stemma nazionale del Messico

È lo stesso “disegno” che viene usato per il centro della bandiera di questa nazione. Un’aquila appollaiata su un nopal e che stringe un serpente a sonagli nel becco. Questo volatile potrebbe anche rappresentare un gipeto (noto anche come avvoltoio barbuto o avvoltoio degli agnelli), altro rapace endemico della regione.

3. Singapore

Questo scudo è davvero sorprendente, poiché due dei suoi tre elementi principali sono animali. Un leone a sinistra e una tigre a destra impreziosiscono lo stemma della popolare città-Stato del sud-est asiatico, situata a sud della penisola malese. Nel centro vi è uno scudo rosso con cinque stelle, una per ogni ideale e una mezzaluna. In basso, si apprezza una didascalia che recita ‘Majulah Singapura’, che significa ‘Lunga vita a Singapore’.

Stemma nazionale di Singapore

Per quanto riguarda la simbologia dei felini, possiamo dire che il leone rappresenta questa nazione e la sua storia, mentre la tigre è associata ai rapporti con l’isola della Malesia. Questo scudo è stato adottato nel 1959 ed è tuttora in vigore.

4. Botswana

Tra gli animali degli stemmi nazionali africani, quello che più attira la nostra attenzione è quello del Botswana, che risale al 1966. Racchiude molti simboli della flora e della fauna di questo stato situato nel cuore dell’Africa del Sud, tra Namibia, Zambia, Zimbabwe e Sudafrica.

Stemma nazionale del Botswana

Ai due lati potete vedere due zebre con, a destra, una zanna d’elefante e, a sinistra, un orecchio di sorgo. Al centro dello scudo domina una testa di bufalo di colore rosso, alcune onde che rappresentano il Delta dell’Okavango (il secondo più grande delta fluviale al mondo) e tre ruote dentate, che simboleggiano il lavoro. Curiosamente, in basso si legge la parola “Pula” che in lingua sestwana significa “pioggia”.

5. Islanda

La nostra rassegna dedicata agli animali degli stemmi nazionali termina con la nazione più a nord dell’Europa. Nel suo emblema, è possibile apprezzare sia animali reali che esseri appartenenti alla mitologia. Fu adottato nel 1944.

Stemma nazionale dell'Islanda

A ogni estremità di questo colorato blasone – in cui domina, al centro, la bandiera nazionale – troviamo i quattro guardiani dell’Islanda: un toro, un’aquila (o un grifone), un drago e un gigante delle montagne. Ognuno si occupa di proteggere una specifica regione di quest’isola situata nell’oceano Atlantico settentrionale, tra Irlanda e Groenlandia. Tutti sono molto vicini alla bandiera e rivolgono uno sguardo minaccioso verso possibili nemici.