Animali mascotte: ecco i più famosi di sempre

9 Agosto 2019
Gli animali mascotte servono a far sì che il pubblico si identifichi con la filosofia di un marchio, facendolo passare come un vero stile di vita e non soltanto come mezzo di guadagno.

Non è da molto che alcuni grandi marchi internazionali hanno deciso di esprimere la propria essenza attraverso la creazione di un personaggio che catturi il pubblico. Dati gli incredibili risultati, è ormai chiaro come uno dei concetti più accattivanti ed efficaci del marketing sia proprio quello degli animali mascotte.

Con la tecnologia disponibile al giorno d’oggi, è possibile creare personaggi invitanti e dotati di movimenti ed espressioni incredibilmente reali che permettono loro di interagire con il pubblico. Non bisogna dimenticare che in un mercato digitale sempre più competitivo, guadagnarsi la fiducia e l’empatia del pubblico è un vantaggio importantissimo. 

Scopriamo di più sugli animali mascotte.

Cos’è un animale mascotte?

Gli animali mascotte, conosciuti anche come mascotte pubblicitarie, sono personaggi disegnati appositamente per rappresentare determinati marchi. Attraverso di esse, le aziende costruiscono una personalità che viene trasmessa al pubblico tramite le campagne pubblicitarie, e che spesso hanno come punto di forza la simpatia e il senso dell’umorismo.

Un animale mascotte non è utilizzato soltanto per vendere prodotti o promuovere servizi. La sua principale funzione è interagire con il pubblico per comunicare la proposta di valore di una marca; si mostra quel “di più” che il marchio ha da offrire e che apporta valore o benefici quotidiani ai suoi clienti.

In questo modo, quando vengono disegnati e usati in maniera intelligente, questi personaggi possono trasformarsi nell’emblema di una marca. Di fatto, alcuni animali mascotte hanno avuto un successo tale da riuscire a rappresentare il marchio persino meglio del logo.

Animali mascotte storici

Per analizzare come un buon animale mascotte possa essere emblematico e funzionare nel tempo, abbiamo scelto quattro personaggi che sono riusciti a trasformarsi nel volto e nell’anima dei marchi che rappresentano. Vediamo di seguito le mascotte pubblicitarie più famose degli ultimi anni:

1. Mickey Mouse, l’emblema della Disney

Topolino, alias Mickey Mouse, fu pensato originariamente per essere il personaggio principale delle prime storie di Walt Disney. Il suo modo di esprimersi e il carisma che risvegliò nel pubblico, tuttavia, lo hanno rapidamente trasformato nella mascotte ufficiale della Disney.

topolino

Mickey ha fatto la sua prima apparizione nella lontana decade degli anni ’20 nel cortometraggio Steam Boat Willie. Passati ormai più di ’90 anni dalla sua creazione, il carismatico topo vive ancora nella mente del pubblico e continua ad essere l’emblema della sua marca.

2. Il coniglio della Duracell, un animale mascotte di grande successo

Dopo la sua prima apparizione in televisione negli anni ’70, il coniglietto della Duracell riuscì a catturare l’attenzione del pubblico in modo quasi istantaneo. Dall’aspetto tenero e il comportamento vivace, il personaggio finì per conquistare il pubblico di tutte le età, con un successo particolare fra i bambini. Ricordiamo che gli animali mascotte sono molto apprezzati fra i più piccoli.

coniglio mascotte

Attraverso un coniglio rosa, Duracell convinse il pubblico sul fatto che non vendesse soltanto pile, bensì energia inesauribile. Chi non ha mai desiderato sentirsi più vivo e avere più energia per affrontare gli impegni di tutti i giorni?

3. Tigre Tony, la forza di Kelloggs

Basta tornare indietro a qualche decennio fa per vedere come l’abitudine di mangiare cereali di mais zuccherati è relativamente nuova nella nostra cultura. Di fatto, può essere considerata uno degli esempi della globalizzazione dell’American Way of life.

tigre

La tigre Tony è stata disegnata per generare la simpatia dei bambini, il pubblico più fedele a questo prodotto. Ma la sua struttura fisica e la sua indole avventuriera sono pensati per trasmettere l’idea che i cereali Kelloggs sono più che zucchero e carboidrati: sono fonte di energia e forza. Se questo dato può essere discutibile, il successo della tigre Tony non lo è.

4. Calimero

Non potevamo di certo non citare l’animale mascotte più famoso della tv italiana degli anni ’60. Calimero è diventato così famoso tra i bambini di quell’epoca, da superare i confini della pubblicità e diventare un personaggio a se stante. Su di lui verranno anche realizzate diverse serie tv tradotte in diverse lingue, e mandate in onda persino in Giappone.

Un viaggio davvero lungo per un pulcino piccolo e nero che faceva capolino nelle pubblicità di Carosello.

  • Es.scribd.com/document. 2005. Mascota, identidad organizacional. Extraído de:https://es.scribd.com/document/163706791/La-mascota-representacion-grafica-de-la-identidad-organizacional-pdf
  • Universidad de Londres. Diseño de la identidad corporativa. Extraído de: https://nuqleo.files.wordpress.com/2011/11/diseno_identidad_corporativa_londres.pdf